"VOLEVAMO FARE UNO SCHERZO A UN AMICO" - SONO STATI FERMATI GLI 8 MINORENNI CHE, A SETTIMO TORINESE, HANNO TESO UN NASTRO SULLA STRADA AD ALTEZZA UOMO - I RAGAZZI, TUTTI FRA I 15 E I 16 ANNI, HANNO VUOTATO IL SACCO DOPO CHE SONO STATI INCASTRATI DALLE IMMAGINI DI SORVEGLIANZA - GLI INVESTIGATORI NON ESCLUDONO CHE GLI ADOLESCENTI VOLESSERO EMULARE IL GESTO FATTO POCHE SETTIMANE FA A MILANO, DOVE UN GRUPPO DI GIOVANI AVEVA STESO UN CAVO D’ACCIAIO..

-

Condividi questo articolo


Estratto dell'articolo Massimo Massenzio per il “Corriere della Sera”

 

settimo torinese ragazzi legano un nastro lungo la strada ad altezza uomo3 settimo torinese ragazzi legano un nastro lungo la strada ad altezza uomo3

«Volevamo fare uno scherzo a un amico». Si sono giustificati così gli 8 ragazzi, tutti minorenni, che nella notte tra sabato e domenica, hanno teso, ad altezza uomo, un nastro da cantiere all’uscita del sottopasso di via Leinì, a Settimo Torinese. […]

 

Per fortuna il conducente di una Fiat Panda ha notato la presenza di un gruppetto di giovani a bordo strada e si è accorto subito del filo di plastica legato a due pali della segnaletica stradale. Ha fermato l’auto e ha rimosso l’ostacolo, mentre i ragazzi lo osservavano divertiti a poca distanza.

settimo torinese ragazzi legano un nastro lungo la strada ad altezza uomo2 settimo torinese ragazzi legano un nastro lungo la strada ad altezza uomo2

 

[…]I carabinieri di Settimo hanno acquisito quelle immagini assieme ai filmati delle telecamere di videosorveglianza e, in 24 ore, hanno ricostruito il percorso di fuga dei baby-teppisti e associato un nome a ogni volto. Si tratta di studenti fra i 15 e i 16 anni, tutti residenti nella cittadina della provincia torinese. Messi alle strette dagli investigatori, hanno confessato: «Pensavamo che stesse per arrivare un nostro amico, lo scherzo era per lui».

 

Con ogni probabilità gli adolescenti volevano emulare i tre ragazzi che a Milano, a inizio gennaio, hanno teso un cavo d’acciaio in viale Toscana. In quel caso i responsabili hanno rischiato l’accusa di strage, poi derubricata in blocco stradale. Con ogni probabilità lo stesso reato per il quale verranno denunciati i giovani di Settimo. […]

ARTICOLI CORRELATI

settimo torinese ragazzi legano un nastro lungo la strada ad altezza uomo1 settimo torinese ragazzi legano un nastro lungo la strada ad altezza uomo1 settimo torinese ragazzi legano un nastro lungo la strada ad altezza uomo5 settimo torinese ragazzi legano un nastro lungo la strada ad altezza uomo5 settimo torinese ragazzi legano un nastro lungo la strada ad altezza uomo4 settimo torinese ragazzi legano un nastro lungo la strada ad altezza uomo4

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ANCHE I DRAGHI, OGNI TANTO, COMMETTONO UN ERRORE. SBAGLIÒ NEL 2022 CON LA CIECA CORSA AL COLLE, E SBAGLIA OGGI A DARE FIN TROPPO ADITO, CON LE USCITE PUBBLICHE, ALLE CONTINUE VOCI CHE LO DANNO IN CORSA PER LA PRESIDENZA DELLA COMMISSIONE EUROPEA - CHIAMATO DA URSULA PER REALIZZARE UN DOSSIER SULLA COMPETITIVITÀ DELL’UNIONE EUROPEA, IL COMPITO DI ILLUSTRARLO TOCCAVA A LEI. “MARIOPIO” INVECE NON HA RESISTITO ALLE SIRENE DEI MEDIA, CHE TANTO LO INCENSANO, ED È SALITO IN CATTEDRA SQUADERNANDO I DIFETTI DELL’UNIONE E LE NECESSARIE RIFORME, OFFRENDOSI COME L'UOMO SALVA-EUROPA - UN GRAVE ERRORE DI OPPORTUNITÀ POLITICA (LO STESSO MACRON NON L’HA PRESA BENE) - IL DESTINO DI DRAGHI È NELLE MANI DI MACRON, SCHOLZ E TUSK. SE DOPO IL 9 GIUGNO...

DAGOREPORT – BENVENUTI ALLA PROVA DEL “NOVE”! DOPO LA COSTOSA OPERAZIONE SUL ''BRAND AMADEUS'' (UN INVESTIMENTO DI 100 MILIONI DI DOLLARI IN 4 ANNI), A DISCOVERY NON VOGLIONO STRAFARE. E RESTERANNO FERMI, IN ATTESA DI VEDERE COSA SUCCEDERA' NELLA RAI DI ROSSI-MELONI - ''CORE BUSINESS' DEL CANALE NOVE: ASCOLTI E PUBBLICITÀ, QUINDI DENTRO LE SMORFIE E I BACETTI DI BARBARELLA D'URSO E FUORI L’INFORMAZIONE (L’IPOTESI MENTANA NON ESISTE) - LA RESPONSABILE DEI CONTENUTI DI DISCOVERY, LAURA CARAFOLI, PROVO' AD AGGANCIARE FIORELLO GIA' DOPO L'ULTIMO SANREMO, MA L'INCONTRO NON ANDO' A BUON FINE (TROPPE BIZZE DA ARTISTA LUNATICO). ED ALLORA È NATA L’IPOTESI AMADEUS, BRAVO ''ARTIGIANO" DI UNA TV INDUSTRIALE... 

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…