ROBERT FICO È FUORI PERICOLO? – SECONDO I MEDIA SLOVACCHI, IL PREMIER SAREBBE “VIGILE” E “IN CONDIZIONI STABILI” E L'INTERVENTO CHIRURGICO DOPO L'ATTENTATO SAREBBE RIUSCITO. MA IL MINISTRO DELLA DIFESA, ROBERT KALINAK, DÀ UN'ALTRA VERSIONE: "È IN CONDIZIONI STRAORDINARIAMENTE GRAVI, E ANCORA SOTTO I FERRI" – JURAJ CINTULA, IL 71ENNE CHE GLI HA SPARATO, È STATO GIÀ INTERROGATO: “L’HO FATTO PERCHÉ SONO IN DISACCORDO CON LE POLITICHE DEL GOVERNO…”

-

Condividi questo articolo


 

 

Tv slovacca, 'Fico vigile e stabile dopo l'intervento'

ROBERT FICO PARLA CON I CITTADINI AD HANDLOVA PRIMA DELL ATTENTATO ROBERT FICO PARLA CON I CITTADINI AD HANDLOVA PRIMA DELL ATTENTATO

(ANSA) -  Il premier slovacco Robert Fico è "vigile" ed "in condizioni stabili" dopo l'operazione subita per gli spari che lo hanno colpito nel pomeriggio. Lo riferisce la tv slovacca TA3 che parla di "intervento riuscito".

 

L'operazione al premier Robert Fico si è conclusa con successo, il premier è stabile e comunica con il personale, ha confermato anche il reporter della televisione ct24, che si trova davanti all'ospedale Roosevelt a Banska Bystrica, dove Fico è stato trasportato dopo l'attentato.

 

Ministro, 'Fico è molto grave, ancora sotto operazione'
(ANSA) - Robert Fico è in condizioni "straordinariamente gravi" e ancora sottoposto ad intervento chirurgico. Lo ha detto il ministro della Difesa slovacco, Robert Kalinák, citato dal Guardian. Kalinák, in una conferenza stampa fuori dall'ospedale di Banská Bystrica, ha detto che gli operatori sanitari stanno "lottando per la vita" di Fico, che ha subito "gravi traumi dopo diversi colpi". La salute di Fico "è grave, la sua situazione è grave" e "al momento non abbiamo buone notizie e riponiamo la nostra speranza nelle mani dei medici specialisti dell'ospedale".

 

'Ho sparato a Fico perché disapprovo le sue politiche'

(ANSA) - ROMA, 15 MAG - "L'ho fatto perché sono in disaccordo con le politiche del governo". Sarebbero le prime parole di Juraj Cintula, il 71enne che ha sparato al premier slovacco Robert Fico, durante l'interrogatorio di cui i media locali rilanciano alcune immagini.

juraj cintula l uomo che ha sparato a robert fico juraj cintula l uomo che ha sparato a robert fico juraj cintula attentatore di robert fico 1 juraj cintula attentatore di robert fico 1 juraj cintula attentatore di robert fico 2 juraj cintula attentatore di robert fico 2 robert fico robert fico attentato a robert fico arrestato l'aggressore attentato a robert fico arrestato l'aggressore juraj cintula attentatore di robert fico 4 juraj cintula attentatore di robert fico 4 robert fico robert fico attentato a robert fico attentato a robert fico attentato a robert fico attentato a robert fico UOMO CHE HA SPARATO A ROBERT FICO UOMO CHE HA SPARATO A ROBERT FICO juraj cintula attentatore di robert fico 5 juraj cintula attentatore di robert fico 5 juraj cintula attentatore di robert fico 6 juraj cintula attentatore di robert fico 6 juraj cintula attentatore di robert fico 7 juraj cintula attentatore di robert fico 7 robert fico trasportato in ospedale 1 robert fico trasportato in ospedale 1 robert fico trasportato in ospedale 2 robert fico trasportato in ospedale 2 juraj cintula l uomo che ha sparato a robert fico juraj cintula l uomo che ha sparato a robert fico la carta di identita di juraj cintula l uomo che ha sparato a robert fico la carta di identita di juraj cintula l uomo che ha sparato a robert fico juraj cintula l uomo che ha sparato a robert fico 1 juraj cintula l uomo che ha sparato a robert fico 1

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA RUOTA DELLA FORTUNA INIZIA A INCEPPARSI PER MARTA FASCINA. CAPITO CHE TAJANI LA CONSIDERA UN DEPUTATO ABUSIVO, LA “VEDOVA” HA CONFIDATO ALL'AMICO MARCELLO DELL’UTRI CHE AL TERMINE DELLA LEGISLATURA NON SI RICANDIDERÀ IN FORZA ITALIA - ‘’MARTA LA MUTA’’, DOPO AVER INNALZATO ALESSANDRO SORTE A COORDINATORE DELLA LOMBARDIA, SE L'E' RITROVATO COINVOLTO (MA NON INDAGATO) NEL CASO TOTI PER I LEGAMI CON DUE DIRIGENTI DI FORZA ITALIA, A LUI FEDELISSIMI, I GEMELLI TESTA, INDAGATI PER MAFIA - C’È POI MEZZA FAMIGLIA BERLUSCONI CHE SOGNA CHE RITORNI PRESTO A FARE I POMODORINI SOTT’OLIO A PORTICI INSIEME AL DI LEI PADRE ORAZIO, UOMO DI FLUIDE VEDUTE CHE AMMINISTRA IL MALLOPPONE DI 100 MILIONI BEN ADDIVANATO NEGLI AGI DOVIZIOSI DI VILLA SAN MARTINO - SI MALIGNA: FINCHÉ C’È MARINA BERLUSCONI CI SARÀ FASCINA. MA LA GENEROSITÀ DELLA PRIMOGENITA, SI SA, NON DURA A LUNGO... (RITRATTONE AL CETRIOLO DI MARTA DA LEGARE)