IO SO’ GIORGIA E TU NON SEI NESSUNO - TRA INTERVISTE SU CORRIERE E REPUBBLICA E POST SU FACEBOOK, IL PRESIDENTE MELONI HA VOLUTO RIBADIRE CHE IL NOMIGNOLO DI DUCETTA SE L’È PROPRIO MERITATO. IN CAMPO CI SONO SOLO IO, IO, IO E IL GOVERNO MIO. TUTTE LE SPARATE DI SALVINI (MAI CITATO NELLE INTERVISTE, AL PARI DI BERLUSCONI) SE LE È INTESTATE (DAL NO-POS FINO A 60 EURO AL TETTO AL CONTANTE) PER RIBADIRE CHE IL SUO GOVERNO È UNITO. E LEI DEVE ESSERE IL CAPO. E LO FA CON IL CIPIGLIO CON CUI WANNA MARCHI DECANTAVA LE SUE "OFFERTE". "D'ACCORDO?!?!!" - MA ANCHE LA REGINA DELLA GARBATELLA HA COMMESSO UN MADORNALE ERRORE POLITICO: L’INCONTRO FACCIA A FACCIA CON CICCIO CALENDA…

Condividi questo articolo


giorgia meloni giorgia meloni

DAGOREPORT

Tra interviste su Corriere e Repubblica e post su Facebook, Giorgia Meloni ha voluto ribadire che il nomignolo di Ducetta se l’è proprio meritato. In campo ci sono solo Io, Io, Io e il governo mio. Tutte le sparate di Salvini (mai citato nelle interviste, al pari di Berlusconi) se le è intestate (dal no-Pos fino a 60 euro al tetto al contante) per ribadire che il suo governo è unito, nessuno è contro l’altro. Insomma, Lei deve essere il Capo.  Punto.

 

berlusconi meloni salvini alle consultazioni berlusconi meloni salvini alle consultazioni

Ma anche la Ducetta ha commesso un errore: l’incontro faccia a faccia con Ciccio Calenda. Dopo l’incontro tra i due, il Churchill dei Parioli ha usato parole al miele verso “Io so’ Giorgia”: “Abbiamo trovato una controparte molto preparata. La Meloni è molto preparata”.

 

Poi ancora: “Se facessimo, una volta nella vita, una roba normale, se i partiti di governo, leggi FI, invece di sabotare Meloni, contribuissero a fare la manovra, e l’opposizione invece di andare in piazza presentasse provvedimenti migliorativi, forse sarebbe un Paese normale. Invece continuiamo a essere un Paese machiavellico di cui non ci capisce niente”. 

CARLO CALENDA ARRIVA A PALAZZO CHIGI PER L INCONTRO CON GIORGIA MELONI CARLO CALENDA ARRIVA A PALAZZO CHIGI PER L INCONTRO CON GIORGIA MELONI

 

Del resto Ignazio La Russa è stato eletto presidente del Senato grazie ai misteriosi voti pervenuti da una parte dell’opposizione: vista l’astensione da parte di Forza Italia, tutto farebbe pensare che questo aiutino a Fratelli d’Italia sia arrivato dai lidi del terzo polo, specie quelli renziani.

 

giorgia meloni meme giorgia meloni meme

Fuori Forza Italia, dentro Azione? E qui i Berluscones si sono incazzati a morte. “Non accettiamo lezioni di chi ha perso le elezioni ed è destinato all'irrilevanza», ha detto la capogruppo di FI al Senato Licia Ronzulli, spiegando che il suo partito non intende sabotare la maggioranza, ma intende “dare contributo in più”.

giorgia meloni licia ronzulli giorgia meloni licia ronzulli

 

Anche il capogruppo alla Camera, il ronzulliano Alessandro Cattaneo, ha risposto a Calenda, dicendo che “è ossessionato da Forza Italia perché alle elezioni aveva detto che sarebbe arrivato davanti”.

 

Fatti imbufalire i forzuti di Berlusconi, Meloni è passata a invadere i canali di comunicazione di Salvini. Utilizza Facebook per una quasi conferenza stampa (senza interlocutori). Diretta e super pragmatica la premier presenta la manovra dal suo diario – “Gli appunti di Giorgia” – ‘’per raccontare il lavoro che abbiamo fatto durante la settimana e magari per dare anche qualche risposta sui temi che sono più caldi, più interessanti’’. E lo fa con il cipiglio con cui Wanna Marchi decantava le sue "offerte". "D'accordo?!?!!".

 

gli appunti di giorgia la rubrica della meloni su instagram 12 gli appunti di giorgia la rubrica della meloni su instagram 12

Certo la premier è preparata ma il suo centrato pragmatismo ogni tanto rischia di sbrodolare nel mercato della Garbatella come quando liquida la tragedia di Ischia via social, a una settimana dalla frana, senza essere mai andata di persona a testimoniare, con la sua presenza, la vicinanza del governo nella prima calamità che il suo mandato si trova a gestire. 

 

Salvini la ringrazia dal profondo del cuore perché alla sola idea della Meloni in elicottero a Casamicciola il Capitone avrebbe dovuto rispondere con un treno Hyperloop da Milano a Reggio Calabria con il modellino del Ponte sullo Stretto sotto il braccio.

salvini ponte sullo stretto salvini ponte sullo stretto

 

 

Condividi questo articolo

politica

GIORGIA FA LA DRAGHETTA MENTRE I SUOI FEDELISSIMI SO’ RIMASTI I SOLITI “SBROCCATI” - MELONI SI È ISTITUZIONALIZZATA, TRA UN VIAGGIO IN ALGERIA E I NUOVI RAPPORTI CON L’EUROPA, MENTRE LA SUA SQUADRA È QUELLA DI SEMPRE - GIULIANO FERRARA: “LEI SI È SEDUTA SU UN DIVANO DI SIMILPELLE SIMILDRAGHI. POI COMPARE IL FANTASMA DELLO SBROCCATO: NON SOLO DONZELLI, MONOLOCALIZZATO CON IL SOTTOSEGRETARIO DELMASTRO. C’È ANCHE IL CARATTERINO DI URSO, L’INGOMBRANTE CROSETTO, L’IMMAGINE ATTIVISTICA DI LA RUSSA, CONTENTO DEI SUOI BUSTI MUSSOLINIANI. PER NON DIRE DI RAMPELLI…”

“AI TEMPI DI DRAGHI PER MOLTO MENO DURIGON ERA STATO COSTRETTO A DIMETTERSI DA SOTTOSEGRETARIO…” - NELLA MAGGIORANZA COVA IL MALCONTENTO PER IL CASO DONZELLI-DELMASTRO - NELLA LEGA IERI NESSUNO HA RIBADITO LA SOLIDARIETÀ ESPRESSA DA SALVINI VERSO DONZELLI E BERLUSCONI HA DEFINITO “INAPPROPRIATO” IL DISCORSO DEL FEDELISSIMO DI GIORIGA MELONI - L’AFFONDO DEL RONZULLIANO GIORGIO MULÉ: “DICIAMO CHE SE IL PRESIDENTE DELLA CAMERA DECIDE DI ISTITUIRE IL GIURÌ D’ONORE, NON C’È FUMUS PERSECUTIONIS CONTRO DONZELLI…”

“MI SONO IMMOLATO DICENDO CHE DONZELLI È UN GENIO, ORA NON POSSONO ROMPERMI I COGLIONI PER QUEI DUE MILIONI DI EURO A LAMPEDUSA” - SALVINI SPIEGA A GIORGETTI COSA VUOLE IN CAMBIO PER LA DIFESA ACCORATA DEL VICEPRESIDENTE DEL COPASIR SUL CASO COSPITO - AL MINISTRO DELL’ECONOMIA, IL CAPITONE HA CONSEGNATO IL MESSAGGIO: “GIANCA, FAMMI SAPERE PER QUELLA ROBA LÀ, CHE MI INCAZZO…” - SALVINI SI ASPETTA MENO RESISTENZE SUI TEMI CARI ALLA LEGA, A PARTIRE DALLA GESTIONE DEI FLUSSI MIGRATORI…