1. DOPO “PAZZA IKEA”-FINOCCHIARO, ANCHE MARINI INDIGNATO PERCHÉ RENZI NON LO VUOLE AL QUIRINALE: “PAROLE GRAVI E OFFENSIVE, INACCETTABILE DERIVA” E ALTRE LAGNE 2. MA QUESTE VECCHIE VOLPI CHE DOVREBBERO AVERE LA PELLE DURA, INVECE DI FAR FINTA DI OFFENDERSI, SI RILEGGANO QUELLO CHE NEL PD HANNO DETTO DI RENZI (DAGO-BESTIARIO) 3. “FIGLIO DEL VENTENNNIO BERLUSCONIANO” (BINDI) - “GUAIO PER IL PAESE” (CAMUSSO) - “PEGGIO DEL MALE DI CUI DOVREBBE ESSERE LA CURA” (D’ALEMA) - “FORSE NON È FURBO COME DICONO E SARÀ ROTTAMATO” (MARINI) - “CON LUI SI PERDONO LE ELEZIONI” (FIORONI) 4. E ANCORA: “EX PORTABORSE, SINDACO PER MIRACOLO, RIPETE A PAPPAGALLO RICETTE DI DESTRA” (FASSINA) - “FIGLIO IDEALE DI CRAXI, UN POPULISTA” (GOTOR, SPIN DI BERSANI)

Condividi questo articolo


1. PD: MARINI, DA RENZI PAROLE GRAVI E OFFENSIVE
(ANSA) "Non posso lasciar passare in silenzio parole tanto gravi e offensive. Premetto che io non mi sono candidato a nulla. Nella mia lunga vita sindacale e politica non ho mai utilizzato l'appartenenza religiosa per chiedere o ottenere incarichi di qualunque natura". Lo afferma Franco Marini in una nota rispondendo a Matteo Renzi.

bersani renzibersani renzi

"Nella mia vita pubblica ho ricevuto critiche e contestazioni. Come tutti - scrive Marini - è normale e logico che sia così. Sono le regole del gioco democratico. Renzi però usa un altro registro. Insinua che starei strumentalizzando e consentendo che venga strumentalizzato il mio essere cattolico a fini politici". "Non posso lasciar passare in silenzio parole tanto gravi e offensive. Premetto che io non mi sono candidato a nulla. Nella mia lunga vita sindacale e politica - prosegue - non ho mai utilizzato l'appartenenza religiosa per chiedere o ottenere incarichi di qualunque natura. Sfido chiunque a dimostrare il contrario. Non l'ho fatto mai e mai lo farei".

RENZI E BERSANIRENZI E BERSANI

"Con la sua lettera invece è proprio Renzi che ha commesso il grave errore che mi addebita: usare la religione a fini politici. Cosa assolutamente inaccettabile. Una deriva nella discussione pubblica di cui davvero non si sentiva la necessità e di cui Renzi porta tutta la responsabilità", conclude.

2. FIORONI,RENZI DEVE COLLEGARE LINGUA CON CERVELLO
(ANSA) - "Quando all'interno dello stesso partito non si riesce ad avere il rispetto dell'altro nella diversità di vedute con l'aggressione così pesante subita da Finocchiaro e Marini si commette un errore politico che fa male al Paese. Aggredirli con la voglia di umiliarli non è dignitoso e lesivo del rispetto degli altri. Bisognerebbe collegare la lingua al cervello senza perdere il rispetto dell'altro prima di sferrare un colpo; questo è un episodio brutto accaduto per smania di discesa in campo che auguro a Renzi di non ripetere". Lo dice a Tgcom24 da Beppe Fioroni (Pd) dopo l'attacco di Matteo Renzi ad Finocchiaro e Franco Marini.

FINOCCHIARO ALL'IKEAFINOCCHIARO ALL'IKEA


3. BESTIARIO PD SU RENZI
DAGOREPORT

Adesso tutti nel Pd si offendono per quello che ha detto Renzi su Marini e Finocchiaro, ma cosa hanno detto negli ultimi mesi nel magical mystery world della sinistra sul Rottamat(t)ore?

FRANCO MARINI DORMIENTEFRANCO MARINI DORMIENTE

Te lo do io Arcore: "Renzi è figlio del ventennio berlusconiano" (Rosy Bindi, fine esegeta del Biscione)

L'infiltrato speciale: "Renzi fa campagna contro di noi: aiuta Berlusconi e Grillo" (Rosy Bindi, presidente di parte o di partito?)

Il peggio deve ancora venire: "Se Renzi vince le primarie, sono guai per il Paese" (Susanna Camusso, CGIL per Bersani)

Il Putin di Palazzo Vecchio: "Renzi ha atteggiamenti autoritari" (Susanna Camusso e la minaccia democratica)

Tiene la camicia nera: La rottamazione? Un'idea fascistoide (Michele-chi?-Prospero sul giornale fondato da Antonio Gramsci)

VELTRONI E FRANCESCHINIVELTRONI E FRANCESCHINI GotorGotor

Attento che cadi: "Renzi si farà del male" (Massimo D'Alema, presidente del Copasir)

Marciare divisi, colpire uniti? "Renzi è peggio del male di cui dovrebbe essere la cura perché è un elemento di divisione" (Il Lìder Maximo, che nel dopo-primarie correggerà il tiro: "Renzi ha dimostrato maturità da leader")

Tromboni e trombati: "Gli avevo consigliato di aspettare qualche anno. Non mi ha dato retta. Forse non è così furbo come dicono...." E, poi: "Il rischio è che rottaminino lui" (Franco Marini, non eletto al Senato)

Una volpe nel pollaio: "Il candidato è Bersani: il nostro Hollande. Renzi? Nel partito ci sono troppi galli" (Su-Dario Franceschini)

Giuseppe Fioroni Nicola Latorre e Massimo D'alema - Copyright PizziGiuseppe Fioroni Nicola Latorre e Massimo D'alema - Copyright Pizzi

Grandi, grossi e Fioroni: "Con il programma di Renzi si perdono le elezioni" (Così parlò Zarathustra Fioroni)

MATTEO ORFINIMATTEO ORFINI

Mamma li "giovani turchi" 1: Renzi? Ex portaborse, sindaco per miracolo, ripete a pappagallo ricette di destra (Stefano Fassina, reduce dal piano quinquennale al Fmi)

Mamma li "giovani turchi" 2: Renzi? Dice le stesse cose del D'Alema di 20 anni fa. Se il sindaco vuole lanciare la sfida troverà una parte del partito contro: riformismo non è dire da sinistra cose di destra" (Matteo Orfini, sezione Mazzini)

Troppo giusto: "Renzi mi ricorda il mondo dei paninari" (Matteo Orfini, responsabile cultura Pd)

SERENI FASSINA BINDISERENI FASSINA BINDI

La resa dei conti: "Renzi ha speso due milioni e 35mila euro. Da dove vengono i soldi? Secondo me, anche dall'estero... (Nonno Ugo Sposetti e la cultura del sospetto)

Attenti al lupetto: "Renzi? Dopo Fioroni e Lusi, un altro scout non lo sopporterei proprio" (Nonno Ugo Sposetti, ignaro del fatto che anche il portavoce del comitato Bersani, Tommaso Giuntella, è uno scout)

Rosi Bindi risponde alle contestazioniRosi Bindi risponde alle contestazioni

Coffy break: "Renzi non ha un'attività professionale alle spalle" (Sergio Cofferati)

Dicitencello Rosa: "Renzi è un guagliuncello" (Rosa Russo Iervolino)

Disperato erotico Stumpo: "Ma cosa vuole Renzi? Vuole cambiare le regole? No, non si possono cambiare le regole a piacimento! Vuole dati ufficiali dopo nemmeno quindici ore? E manco questo si può fare!" (Nico Stumpo, il respingitore)

La gioiosa macchina da Gotor 1: "Renzi sembra il figlio ideale di Craxi-Ghino di Tacco"
(Miguel- son-mi Gotor)

sposettisposetti

La gioiosa macchina da Gotor 2: "La sensazione è che il sindaco di Firenze si stia servendo del Pd per provare un'operazione di sfondamento a destra di carattere presidenzialista, mescolando i voti di entrambi gli schieramenti, qualcosa di simile (si parva licet) a quanto tentò di fare nel 1974 un altro toscano come Fanfani in occasione del referendum sul divorzio" (Miguel-son-mi Gotor)

MICHELE SERRAMICHELE SERRA

La gioiosa macchina da Gotor 3: "Renzi? Un populista come il Cavaliere" (Miguel-son-mi Gotor)


La maestrina della velina rossa: "La parola rottamazione è una parola violenta e crea un clima sbagliato perché punta a colpire le persone e le persone non si rottamano..." (Chiara Geloni, fedele alla linea)

ALESSANDRA MORETTI jpegALESSANDRA MORETTI jpeg

Morto di fama: "Renzi? L'ho visto solo due volte in direzione nazionale, è poco conosciuto, conosciamo le sue idee solo attraverso i giornali" (Alessandra Moretti, in diretta da Marte)

Oltre Tafazzi c'è solo Michele Serra: "Ho votato Bersani alle primarie, ben sapendo che bisognava votare Renzi"

Serena Dandini intervista Susanna CamussoSerena Dandini intervista Susanna Camusso

 

 

 

Condividi questo articolo

politica

LA VIA CRUCIS DI LETTA - CHI INCONTRA ENRICHETTO IN QUESTE ORE POST DISFATTA SCOPRE QUELLO CHE È SEMPRE STATO: UN DEMOCRISTIANO ALLA CONTINUA RICERCA DI UN ACCORDO - ALLE CRITICHE RISPONDE: “METTERE SU UN RASSEMBLEMENT ALLA FRANCESE, SENZA ACCORDI POLITICI, PER FRONTEGGIARE L’ASCESA DELLA DESTRA A PALAZZO CHIGI È STATO IMPOSSIBILE PER IL NO DEI 5STELLE”. E L’AMAREZZA DIVENTA TRISTEZZA NEL VEDERE CHE NELLA BANDA DEI QUATTRO (BETTINI, D’ALEMA, TRAVAGLIO E CASALINO), CERCHIO MAGICO INTORNO ALLA POCHETTE DI CONTE, BRILLA UN ESPONENTE DEL PARTITO COME GOFFREDONE E L’EX COMPAGNO "BAFFINO" CHE NUTRE INESAURIBILE LIVORE VERSO I DEM - SUL NOME DEL SUCCESSORE, LA CARTA COPERTA HA IL VOLTO DI UN ALTRO SINDACO: BEPPE SALA…