politica

“PER FAR ENTRARE L’UCRAINA NELL’UE CI VORRANNO 15-20 ANNI” – IL MINISTRO FRANCESE DEGLI AFFARI EUROPEI, CLEMENT BEAUNE, STRONCA I SOGNI EUROPEI DI ZELENSKY: “BISOGNA ESSERE ONESTI. SE SI DICE CHE ENTRERANNO IN SEI MESI SI MENTE. NEL FRATTEMPO DOBBIAMO AGLI UCRAINI UN PROGETTO POLITICO”. CHE SAREBBE LA FAMOSA E INUTILE COMUNITÀ PROPOSTA DAL SUO CAPO, MACRON – IL PRESIDENTE POLACCO, DUDA, LA PENSA DIVERSAMENTE: “NON MI FERMERÒ FINCHÉ L’UCRAINA NON SARÀ UN MEMBRO DELL’UE

DIBBA REGALA SEMPRE GRANDI PERLE – IL “CHE GUEVARA DI ROMA NORD” CONVERSA CON L’EX GENERALE FABIO MINI: “NEL 2015 A MOSCA QUALCUNO MI DISSE CHE C’ERA UN’OPPOSIZIONE INTERNA CHE RITENEVA PUTIN TROPPO FILO-OCCIDENTALE” – IL GRAFFIO DELLA “STAMPA”: "FINALMENTE QUALCUNO LO HA DETTO: IL DIFETTO DI PUTIN È DI ESSERE TROPPO VICINO ALL'OCCIDENTE. E DI VOLER ESSERE SEMPRE PIÙ VICINO A NOI, ANCHE FISICAMENTE, CON I CARRI ARMATI AI CONFINI DELL'EUROPA. COME UN VERO ‘AMICO’” - VIDEO

COALIZIONE INDIGESTA – SUPER-SCAZZO A DISTANZA TRA MATTEO SALVINI E MARIASTELLA GELMINI! COMINCIA IL “CAPITONE”: “PRIMA DI CRITICARE SILVIO BERLUSCONI QUALCUNO DOVREBBE CONTARE FINO A CINQUE, CON TUTTO QUELLO CHE HA FATTO NELLA VITA” – “MARYSTAR” INDOSSA I GUANTONI E REPLICA: “LO INVITO A RISPETTARE IL DIBATTITO INTERNO AD UN PARTITO CHE - PER IL MOMENTO - NON È IL SUO. HO POSTO UN TEMA DI LINEA POLITICA SU UNA POSIZIONE CHE COMPRENDO BENE NON SIA QUELLA DI SALVINI, MA CHE RIGUARDA LA COLLOCAZIONE EUROPEISTA ED ATLANTISTA DI FORZA ITALIA”

PROPORZIONALE, MICA MALE! – LETTA BOCCIA IL ROSATELLUM: “È UNA PESSIMA LEGGE ELETTORALE E VA CAMBIATA. IL NOSTRO COMPITO È QUELLO DI RIDARE AGLI ELETTORI IL RUOLO DI ARBITRO” – ENRICHETTO PUNTA AL PROPORZIONALE PER LIBERARSI DELL’ABBRACCIO LETALE CON GIUSEPPE CONTE, CHE CONTINUA A FARE IL GUASTAFESTE DEL GOVERNO. ANCHE SE IL SEGRETARIO DEM È CONVINTO CHE L’ESECUTIVO DURERÀ: “LA LOGICA È CHE SI VOTI ALLA SCADENZA NATURALE, MA STANNO AUMENTANDO LE FIBRILLAZIONI…”