INVECE DI ARROVELLARCI SULLA RIFORMA DEL LAVORO, COPIAMO LA SPAGNA - ORLANDO, SVEGLIA: IL GOVERNO DI PEDRO SANCHEZ HA OTTENUTO IL RECORD DI CONTRATTI STABILI (700 MILA IN UN MESE) DOPO UNA STRETTA ANTI-PRECARIETÀ CHE PREVEDE L'INTRODUZIONE DI DUE TIPI DI CONTRATTI DI FORMAZIONE E UN SOLO MODELLO A TEMPO DETERMINATO, CON DELLE CAUSALI MOLTO CIRCOSCRITTE - DA NOI IL PILASTRO DELLA STRATEGIA DEL GOVERNO È ARRIVARE AL VIA LIBERA DI UN SALARIO MINIMO...

-

Condividi questo articolo


Luca Monticelli per "La Stampa"

 

pedro sanchez pedro sanchez

Un freno ai contratti precari e un sostegno agli stipendi più bassi. L'Italia con il ministro Andrea Orlando prova a ispirarsi all'esperienza spagnola. Ma per giungere a un'intesa tra governo, sindacati e aziende è imprescindibile aprire una nuova stagione di concertazione. L'altro pilastro della strategia dell'esecutivo è arrivare al via libera di un salario minimo.

 

PEDRO SANCHEZ PEDRO SANCHEZ

La Spagna ha approvato una riforma del mercato del lavoro dopo nove mesi di dibattito. Il cuore della riforma stabilisce un limite alla flessibilità: vengono introdotti due tipi di contratti di formazione e un solo modello a tempo determinato con delle causali molto circoscritte.

 

andrea orlando 3 andrea orlando 3

C'è inoltre una stretta sulle sanzioni per chi non si adegua (10 mila euro per ogni dipendente interessato) e ogni volta che viene attivato un contratto inferiore ai trenta giorni l'azienda dovrà pagare una penale.

 

ANDREA ORLANDO - PH LAPRESSE ANDREA ORLANDO - PH LAPRESSE

Il provvedimento interviene anche sugli accordi collettivi: quando scade un contratto questo resterà valido fino ad un nuovo patto, mentre prima entrava in vigore un'intesa aziendale.

 

Poi vengono colpite le esternalizzazioni: le imprese che si appoggiano sulle agenzie interinali dovranno rispettare i salari e i contratti collettivi dei settori in cui vengono effettivamente collocati i lavoratori esterni. Infine, arrivano gli stagionali "fissi-discontinui", ovvero assunti a tutti gli effetti solo per alcuni mesi l'anno, avranno gli stessi diritti di quelli a tempo indeterminato e matureranno pure l'anzianità.

 

andrea orlando foto di bacco(7) andrea orlando foto di bacco(7)

La Spagna sembra essere riuscita a bloccare gli impieghi di brevissima durata, un fenomeno di cui soffre anche l'Italia. Il governo guidato da Pedro Sanchez ad aprile conta 700 mila nuovi contratti stabili, un record.

 

Invece, in Italia l'occupazione post Covid è ripartita proprio grazie a un nuovo boom del precariato. A marzo l'Istat ha registrato un incremento dell'occupazione di 800 mila unità (rispetto al 2021), la metà però sono posti a tempo. Nel nostro Paese gli occupati precari ormai arrivano a tre milioni e 160 mila dipendenti: è il livello più alto di sempre.

 

Condividi questo articolo

politica

DAGO-RETROSCENA! – DURANTE LE SETTIMANALI TELEFONATE CON DRAGHI, IL TORMENTONE DI GRILLO E' DI PERCULARE "LA POCHETTE CHE CAMMINA", FINCHE' MARIOPIO UN BEL GIORNO SBOTTA: “MA SE LO RITIENI INADEGUATO, PERCHÉ NON LO MANDI VIA? BUTTALO FUORI!” - LA BATTUTA INOPPORTUNA DI DRAGHI E' STATO POI GIRATA DA GRILLO A SUO MERITO, DAVANTI A CONTE: "MA COME, TI HO PURE DIFESO DA DRAGHI CHE VOLEVA CHE TI CACCIASSI!" - E SCATTA LA VENDETTA DI TRAVAGLIO E DEI COLONNELLI DEI 5STELLE (TAVERNA, FICO, CRIMI) SU GRILLO CHE NON VUOLE L'ADDIO A DRAGHI NE' LA DEROGA AL SECONDO MANDATO - ALL’INSIPIENZA POLITICA DI DRAGHI E GRILLO, ALLA FINE CI METTE UNA PEZZA MATTARELLA.... 

“IL DIRITTO ALL’ABORTO NON ESISTE. SI CHIAMA OMICIDIO” – PRENDETEVI CINQUE MINUTI E GODETEVI IL CORPO A CORPO TRA TELESE E ADINOLFI: “CI VUOI PORTARE IN UN MODERNO MEDIOEVO IN CUI GLI INTEGRALISTI DECIDONO PER ALTRI”, “NOVE VOLTE SU DIECI, GIOVANI DONNE RINUNCIANO AI LORO FIGLI PER RAGIONI FUTILISSIME, DICIAMO PURE DEL CAZZO” – “VOI LAICISTI DIFENDETE LA CULTURA DELLA MORTE, MA SIETE BUONI CARINI E LEGITTIMATI. NOI, CHE DIFENDIAMO LA VITA, INVECE, SIANO BRUTTI SPORCHI E CATTIVI. E CON LE CORNA. L’ITALIA SENZA IL DIVORZIO ERA PIÙ BELLA E PIÙ SANA DI QUESTA” (PAROLA DI UN DIVORZIATO…)

“QUESTO SPIEGA PERCHÉ SONO TORNATO A ROMA IERI NOTTE” – MARIO DRAGHI IN CONFERENZA STAMPA HA RACCONTATO IL VERO MOTIVO PER CUI HA LASCIATO IN ANTICIPO IL VERTICE NATO DI MADRID: NON C’ENTRA CONTE, MA L’AUMENTO DEI PREZZI DELL’ENERGIA! – “SONO RIENTRATO A ROMA PER L'OK AL DL BOLLETTE ENTRO OGGI. QUESTI PROVVEDIMENTI DOVEVANO NECESSARIAMENTE ESSERE ATTUATI OGGI, SENZA QUESTO CI SAREBBE STATO UN DISASTRO. LE BOLLETTE SAREBBERO ARRIVATE SENZA AGEVOLAZIONI CON RINCARI FINO AL 35 PER CENTO...”