“PIUTTOSTO CHE AFFITTARE UNA CASA AI ROM LA LASCIO AI TOPI” - IL RITORNO DI JOE FORMAGGIO, SINDACO DI ALBETTONE: “A CASA MIA LE PANTEGANE SONO MEGLIO DEI ROM. GLI ASSASSINI DI DESIRÈE VANNO LEGATI E CONSEGNATI AL PADRE, CHE NE FACCIA QUELLO CHE VUOLE - ASSURDO VIETARE ANCORA IL PARTITO FASCISTA. FOSSE PER ME RIPARTIREBBERO LE CROCIATE: ARRIVANO A SFINIRCI IN TUTTE LE MANIERE. QUINDI IL RAZZISMO È NEI CONFRONTI DI NOI ITALIANI - NEL MIO COMUNE FAREI UN BORDELLO, ANCHE IL PRETE È D’ACCORDO”

-

Condividi questo articolo


JOE FORMAGGIO JOE FORMAGGIO

Da  “la Zanzara - Radio 24”

 

“Ditemi a che cazzo serve un partito come l’Afro Italian Power della Kyenge… In Italia non c’è razzismo, non c’è odio razziale, una come la Kyenge è stata persino ministro ed ha preso 80 mila preferenze, dove vedete razzismo? In Italia siamo anche troppo democratici, consentiamo tutto. Casomai c’è razzismo al contrario contro gli italiani”. Lo dice il sindaco di Albettone Joe Formaggio a La Zanzara su Radio 24. “Se la Kyenge continua così con queste puttanate – dice Formaggio – qualcuno farà il partito dei bianchi, il White Power”.

 

Ancora Formaggio: “E’ una puttanata che abbiano vietato il Partito Nazionale Fascista, non dovrebbe essere al bando.  Sono quelli come Parenzo che alimentano ste boiate qua. Io al ristorante ho un bel busto di mezzo metro di Mussolini. Me l’hanno regalato e lo tengo lì. La maggior parte della gente che viene al mio ristorante si fa un selfie con la testa di Mussolini. Sono tutti deficienti allora?”.

 

JOE FORMAGGIO JOE FORMAGGIO

“In Italia – dice ancora Formaggio - siamo anche troppo democratici. Casomai c’è razzismo al contrario. Quelle 4 bestie che hanno ucciso una nostra ragazza fra qualche mese saranno fuori. Siamo deficienti noi in Veneto. Arrestano un nigeriano con droga e gli portano via i soldi. Il giudice lo lascia libero subito e costringe la Polizia a dargli indietro i soldi, ma stiamo scherzando? Invece di spaccargli le gambe gli diamo indietro i soldi. Cosa vorrei per gli assassini di Desiree? Non meritano i 500 euro che spendiamo al giorno per un carcerato. Io lo lascerei a suo padre. Lo legherei e gli direi fai quello che vuoi, hai un’ora di tempo”.

 

JOE FORMAGGIO JOE FORMAGGIO

“Fosse per me – dice Formaggio – ripartirebbero le crociate. Arrivano a sfinirci in tutte le maniere. Quindi il razzismo è nei nostri confronti, di noi italiani. E’ quello il problema. Ed i nostri cazzo di politici non capiscono che è così. Per esempio Salvini vuole ridurre in 35 euro a 20. Ma è ancora troppo”. Perché non fai un bel bordellino ad Albettone?: “Io sono favorevole alle case chiuse. E’ favorevole anche mio zio prete. Facciamo anche un parco dell’amore e con quei soldi aiutiamo i bambini che non ce la fanno”.

 

JOE FORMAGGIO JOE FORMAGGIO

La prenderesti una badante rom a casa tua?: “Assolutamente no. Un giudice mi ha contestato pure il fatto che piuttosto di affittare una casa ai rom le avrei dato fuoco.  La casa è mia, potrò farne ciò che voglio o no? No. Non si può neanche quello, vabbe’. Allora la tengo chiusa che ci corrano dentro le pantegane. Meglio le pantegane dei rom, almeno ogni tanto vado la e le saluto. Preferisco le pantegane ai rom in casa mia. Posso affittarla a chi cazzo voglio?”. Sei ancora di Fratelli d’Italia?: “Sì, stimo Giorgia. Ma il leader vero è Salvini”.

SALVINI E JOE FORMAGGIO SALVINI E JOE FORMAGGIO

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY


politica

“LO SAPEVANO TUTTI, ANCHE SOUMAHORO” – UN EX DIPENDENTE DELLA COOPERATIVA DELLA SUOCERA DEL DEPUTATO CON GLI STIVALI: “VENIVA A PORTARE LA SPESA PER I RAGAZZI MINORENNI CHE ERANO TRATTATI MALE, SPESSO NON GLI DAVANO LA COLAZIONE, POCO CIBO ED ERANO COSTRETTI A LAVORARE FUORI E NON ANDARE A SCUOLA PERCHÉ GLI TOGLIEVANO ANCHE IL POKET MONEY” – INTANTO NON TORNANO I CONTI SUL VILLINO A DUE PIANI CON TAVERNA VICINO AL MARE DI ROMA: L’HA COMPRATA PER 360MILA EURO, CON UNO SCONTO DEL 30%. OLTRE ALL’OTTIMO PREZZO, C’È UNA CURIOSITÀ LEGATA AL ROGITO: NEL PRELIMINARE ERA INTERVENUTA SOLO LA COMPAGNA, LILIANE MUREKATETE, MENTRE ALL’ATTO DEFINITIVO…

ECCO SERVITA LA PROPAGANDA RUSSA – QUEL FIGLIO DI PUTIN DI RAZOV, AMBASCIATORE DI MOSCA IN ITALIA, PUBBLICA UNA FOTO DI UN MEZZO BLINDATO (SPACCIATO PER UNO DONATO DALL’ITALIA A KIEV) COLPITO DA UN ORDIGNO E PROVOCA: “TUTTI I CONTRIBUENTI ITALIANI SONO FELICI CON TALE DESTINAZIONE DEI LORO SOLDI?” - MA LA SUA È UNA FAKE NEWS: QUEL BLINDATO NON È UN “LINCE” DONATO DALL'ITALIA MA È UN ALTRO MODELLO ACQUISTATO DALL’ESERCITO UCRAINO NEL NOSTRO PAESE – LE RISPOSTE AL TWEET: “CHISSÀ SE I RUSSI SONO CONTENTI DI COME STIATE SPENDENDO LE VITE DEI VOSTRI GIOVANI SOLDATI