“LA STRISCIA POST TG1? NON CI HO CREDUTO NEMMENO PER UN SECONDO, NON SONO CRETINA” – MARIA GIOVANNA MAGLIE A “UN GIORNO DA PECORA”: “SAREBBE STATA COME LA FACEVA BIAGI, MA FATTA DA ME. SI DOVEVA CHIAMARE ‘CHIARO E TONDO’, ANCHE SE IO AVREI VOLUTO FARE ‘FORTE E CHIARO’" – “NEL 2018 HO VOTATO LEGA. MA NON VOTAVO DAL 1993. IL SOVRANISMO DI SALVINI È PIÙ ANNACQUATO DI QUELLO CHE HO IN MENTE IO, IO SONO TRUMPIANA…”

-

Condividi questo articolo

Da “Un giorno da Pecora – Radio 1”

maria giovanna maglie 2 maria giovanna maglie 2

 

“La striscia che avrei dovuto fare il Tg1? Non ci ho creduto nemmeno per un secondo, perché non sono cretina. Il direttore di Rai1 De Santis mi aveva chiesto di fare questa striscia di 5 minuti subito dopo il Tg, riteneva che un personaggio politicamente scorretto come me potesse fare ascolti. Io l'ho ringraziata, le ho detto che mi sarei riservata di accettare se fosse diventata una cosa più seria ma la mia opinione era che non si sarebbe mai fatta”.

 

MARIA GIOVANNA MAGLIE A UN GIORNO DA PECORA MARIA GIOVANNA MAGLIE A UN GIORNO DA PECORA

A parlare è la giornalista Maria Giovanna Maglie, che oggi è stata ospite di Un Giorno da Pecora, la trasmissione di Rai Radio1 condotta da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Come si era immaginata questa striscia quotidiana? “Sarebbe stata come la faceva Biagi ma fatta da me: sigla, un minuto di introduzione dell'argomento, a cui sarebbero seguiti 3 minuti di intervista e la chiosa finale. Il programma si doveva chiamare 'Chiaro e Tondo', anche se io avrei voluto fare 'Forte e Chiaro', titolo che non era piaciuto perché ritenuto troppo militaresco”.

maria giovanna maglie 1 maria giovanna maglie 1

 

C'era qualcosa che aveva già preparato? “L'unica cosa che avevo già fatto era trovare la sigla: 'I am What I am', cantata da Shirley Bassey”. Si è detto che a non volerla in quello spazio siano stati i 5S. “Chi lo sa che fossero solo i 5S...ma non riesco a capire quale potesse essere eventualmente la loro paura”. Matteo Salvini, invece, che lei sappia era favorevole? “Penso di si, lui aveva dichiarato che come lettore mi stimava e apprezzava, quindi penso gli avrebbe fatto piacere”.

LUIGI DI MAIO MATTEO SALVINI GIUSEPPE CONTE LUIGI DI MAIO MATTEO SALVINI GIUSEPPE CONTE

 

Facciamo un gioco: se Salvini le proponesse un incarico al governo, quale ruolo le piacerebbe ricoprire? “Dipende da quale incarico, deve essere una cosa che io so fare. Io sarei uno straordinario Ministro degli Esteri: certo, con me faremmo la guerra a mezzo mondo”, ha scherzato la Maglie a Rai Radio1. D'altra parte, lei viene identificata come sovranista doc.”Ho simpatie per il sovranismo da tanti anni”.

 

maria giovanna maglie 3 maria giovanna maglie 3

Quello dell'attuale governo è lo stesso sovranismo che ha sempre avuto in mente? “Quello attuale è più annacquato di quello che ho in mente io, io sono 'trumpiana'”. Quindi lei è più salviniana di Salvini. “Diciamo che Salvini e meno 'magliano' di me...” Alle ultime elezioni ha votato Lega? “Si, ho votato Lega. Ma non votavo dal 1993, l'ultima volta avevo votato per il Psi craxiano, poi non ho più votato dal 1994. E non ho mai votato Berlusconi”, ha concluso la giornalista a Rai Radio1.

 

Condividi questo articolo

politica

GENDARMI IMPROPRI - IL PAPA ACCETTA LE DIMISSIONI DI DOMENICO GIANI, DA 20 ANNI A CAPO DELLE GUARDIE VATICANE. ACCUSATO DI AVER DIFFUSO IL DOCUMENTO DELLE INDAGINI SULLE SPERICOLATE OPERAZIONI IMMOBILIARI E PETROLIFERE PAGATE CON L'OBOLO DI SAN PIETRO (QUEL FOGLIO È STATO INVIATO A 500 GENDARMI…), C’È CHI SOSPETTA CHE LA DIFFUSIONE FOSSE PROPRIO UN MODO PER COLPIRE IL COMANDANTE. L’AVER CONDOTTO INDAGINI E PERQUISIZIONI, IN QUESTI ANNI, GLI HA PROCURATO MOLTI NEMICI INTERNI…

VIDEO: IL LINCIAGGIO DELLA IENA FILIPPO ROMA ALLA FESTA DEI 5 STELLE, COLPITO DA SCHIAFFI E PUGNI E POI SALVATO DALLA POLIZIA - TRA CHI INVEISCE C'È ANCHE UNA CONSIGLIERA COMUNALE DI ROMA, CRISTIANA PACIOCCO, CHE URLA ''VERGOGNA VERGOGNA'', FA AVVICINARE LA IENA ALLA GRATA MENTRE UN SUO AMICO PROVA A MENARLO - PERCHÉ DI MAIO NE' IL MOVIMENTO DICONO UNA PAROLA SUI PICCHIATORI A 5 STELLE? L'INVIATO VOLEVA CHIEDERE CONTO ALLA RAGGI DELLO SCANDALO RIFIUTI, OVVERO FACEVA IL SUO LAVORO

RUSSIA-GATE - PAPADOPOULOS SCODELLA LA “PROVA” CHE I SERVIZI DI INTELLIGENCE DI REGNO UNITO, AUSTRALIA, E FORSE ANCHE ITALIA, HANNO COSPIRATO CONTRO TRUMP - “MI PRESENTARONO MIFSUD IN QUESTA UNIVERSITÀ DI ROMA CHIAMATA LINK CAMPUS, UNA SORTA DI CAMPO DI ADDESTRAMENTO PER AGENTI DELL’INTELLIGENCE OCCIDENTALE. LA CIA HA TENUTO DEI CORSI LÌ’’ - MIFSUD ERA NASCOSTO IN ITALIA FINO ALLA SCORSA PRIMAVERA, POCO PRIMA DELLA PUBBLICAZIONE DEL RAPPORTO MUELLER. ORA SAREBBE NASCOSTO IN RUSSIA…