I MAGISTRATI POLITICIZZATI VANNO BENE SOLO QUANDO PUNISCONO TRUMP  – IL PARTITO DEMOCRATICO AMERICANO VA ALL’ATTACCO DI ROBERT HUR, IL PROCURATORE SPECIALE CHE HA SCRITTO NERO SU BIANCO IL SEGRETO DI PULCINELLA (“BIDEN È UN ANZIANO CON BUONE INTENZIONI MA SCARSA MEMORIA”). HUR IN PASSATO A SOSTENUTO CANDIDATI REPUBBLICANI E FU NOMINATO DA TRUMP NEL 2019 – “SLEEPY JOE” È INCAZZATISSIMO CON IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA, MERRICK GARLAND...

-

Condividi questo articolo


 

 

Estratto dell’articolo di Samuele Finetti per il “Corriere della Sera”

 

joe biden. joe biden.

Da Joe Biden in giù, la Casa Bianca e il partito democratico sono furiosi dopo la pubblicazione, avvenuta giovedì, del rapporto di 345 pagine nel quale il procuratore speciale Robert Hur ha scritto che il presidente è «un anziano con buone intenzioni ma scarsa memoria». E ora, dopo una serie di dure reazioni […] è giunto il tempo delle accuse.

 

Le circostanze ricordano ciò che avvenne nel 2016: mancavano quattro mesi alle elezioni quando il capo dell’Fbi James Comey, a conclusione delle indagini del Bureau sulle email di Hillary Clinton, definì l’allora candidata «estremamente disattenta».

 

ROBERT HUR ROBERT HUR

Oggi, otto anni dopo, anche il documento steso da Hur è una vera e propria bomba sulla campagna elettorale.

 

Ed è lui il principale bersaglio delle critiche dei democratici, anche per il suo passato: ha sostenuto con donazioni candidati repubblicani e fu Donald Trump, nel 2019, a nominarlo attorney general del Maryland.

 

Anche per questo ora viene tacciato di essere «politicamente motivato». In più, molti esperti sostengono che Hur sia andato oltre i propri compiti quando ha commentato lo stato di salute del presidente.

 

MERRICK GARLAND MERRICK GARLAND

Ma i media americani segnalano anche il crescente malumore dell’amministrazione Biden nei confronti di uno dei suoi volti di punta, il ministro della Giustizia Merrick Garland. Ci sarebbe più di una ragione. La prima, il fatto che si sia sentito in dovere di nominare un procuratore speciale per il caso. Poi, perché ha deciso di pubblicare il suo rapporto finale per intero, quando era in suo potere escludere alcuni passaggi (ma lo stesso avrebbe potuto fare la Casa Bianca).

 

I rapporti tra Biden e Garland sono incrinati da tempo: secondo il presidente, il ministro ha trascinato troppo a lungo l’indagine sul figlio Hunter. Ed è stato altrettanto lento quando si è trattato di investigare i tentativi di Trump di ribaltare il risultato delle elezioni del 2020. […]

joe biden. joe biden. joe biden. joe biden. joe biden. 2 joe biden. 2

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT! - FORZA ITALIA, SI CAMBIA MUSICA: LETIZIA MORATTI RITORNA PREPOTENTEMENTE IN FORZA ITALIA MA NON NEL RUOLO DI COMPARSA: PER IMPRIMERE UNA SVOLTA MODERATA AL PARTITO DEL FU CAVALIERE, PIER SILVIO E MARINA HANNO SCELTO UN POLITICO DISTANTE 'ANNI DUCE' DALLA DESTRA DEI FEZ-ZOLARI, UNA CHE NON MANCA MAI DI RICORDARE IL PADRE PARTIGIANO, TANT'È CHE ALLE REGIONALI IN LOMBARDIA SCESE IN CAMPO, E FU SCONFITTA, DA MELONI-SALVINI - L'ADDIO ALL'ERA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI E' GIÀ INIZIATO A MEDIASET CON LO SBARCO DELLA BERLINGUER. SI È AVUTA ULTERIORE PROVA DEL CAMBIO DI STRATEGIA DI PIER SILVIO CON LA MIELOSA PROFFERTA DI ASSUNZIONE RIVOLTA PUBBLICAMENTE A FABIO FAZIO, SBARCATO NON A CASO SU CANALE5 COME CONDUTTORE DELLO SPECIALE IN MEMORIA DI MAURIZIO COSTANZO - IL NUOVO BISCIONE SECONDO IL BERLUSCONINO: MENO TRALLALA' PER CASALINGHE E PIU' PROGRAMMI INTELLETTUALMENTE VIVACI. I TALK DI RETE4? CALMA. FINCHE' C'E' CONFALONIERI... - VIDEO

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…