OK, IL “PRICE CAP” È GIUSTO! – IN EUROPA QUALCOSA SI MUOVE SUL TETTO AL PREZZO DEL GAS: NELLA BOZZA DI CONCLUSIONI DEL CONSIGLIO EUROPEO C’È UN RIFERIMENTO ALLA MISURA, NONOSTANTE L’ARGOMENTO ENERGIA NON FOSSE ALL’ORDINE DEL GIORNO – SPAGNA E GRECIA SI SCHIERANO CON DRAGHI: “È UN TEMA DI CUI DISCUTIAMO DA MOLTO TEMPO…”

-

Condividi questo articolo


pedro sanchez mario draghi pedro sanchez mario draghi

1 - SPAGNA, CHIEDIAMO RIFORMA MERCATO ELETTRICO E TETTO AL GAS

(ANSA) - La Spagna vuole porre al Consiglio Europeo il tema della "riforma del mercato elettrico" e di "un tetto ai prezzi del gas". Lo ha detto il premier spagnolo Pedro Sanchez arrivando al consiglio. "Nella penisola iberica già lo abbiamo, come eccezione, ma crediamo che estenderlo al resto d'Europa sarebbe di beneficio alle imprese e alle famiglie".

 

2 - PREMIER GRECO, 'CON DRAGHI RIBADIREMO URGENZA PRICE CAP' 

Kyriakos Mitsotakis Mario Draghi Kyriakos Mitsotakis Mario Draghi

(ANSA) - "Ribadirò, insieme al Presidente del Consiglio italiano, l'ormai urgente richiesta di iniziative coraggiose a livello europeo, come l'imposizione di un tetto al prezzo all'ingrosso del gas.

 

Questo è un tema di cui discutiamo da molto tempo, purtroppo finora non c'è stata la mobilità necessaria". Lo ha detto il premier greco Kyriakos Mitsotakis nel doorstep prima dell'inizio del vertice Ue. "Mi auguro che ora tutti i membri del Consiglio europeo riconoscano la necessità di una risposta europea coordinata", ha aggiunto.

 

3 - PRICE CAP

Estratto da www.ansa.it

 

pedro sanchez pedro sanchez

Il riferimento al price cap entra nell'ultima versione della bozza di conclusioni del Consiglio europeo. Il testo - del quale l'ANSA ha preso visione - nel paragrafo dei temi economici, al punto 23, vede l'aggiunta nel quale si legge che il Consiglio "nel contrasto all'uso come arma del gas da parte della Russia e richiamando le conclusioni del 31 maggio, invita la Commissione a perseguire nei suoi sforzi nell'assicurare le forniture energetiche a prezzi accessibili".

Mario Draghi Kyriakos Mitsotakis Mario Draghi Kyriakos Mitsotakis

 

Le conclusioni del vertice di maggio invitavano la Commissione ad esplorare le opzioni per calmierare i prezzi, inclusa quella di un price cap temporaneo. "Già il fatto che si ventili" la possibilità di fare il price cap "fa da deterrente ai mercati che possono pensare di fare i picchi fuori controllo", ha detto il ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani.

 

Emmanuel Macron Mario Draghi Emmanuel Macron Mario Draghi Andrej Plenkovic Edi Rama Mario Draghi Andrej Plenkovic Edi Rama Mario Draghi PEDRO SANCHEZ PEDRO SANCHEZ

 

Condividi questo articolo

politica

È STATA LA MANO DI CRISTINA – TERREMOTO IN ARGENTINA: SI È DIMESSO IL MINISTRO DELL'ECONOMIA MARTÍN GUZMÁN, AFFONDATO DAI CONTINUI ATTACCHI DELLA VICEPRESIDENTE, LA PLURIINDAGATA PER CORRUZIONE CRISTINA KIRCHNER, CHE PUNTA A TORNARE AL POTERE – ORA IL PAESE RISCHIA UN DEFAULT PEGGIORE DI QUELLO DEL 2001: IN QUESTI GIORNI L'ORMAI EX MINISTRO GUZMÁN AVEVA UN APPUNTAMENTO PER RINEGOZIARE CON IL FMI UN PRESTITO DA 2 MILIARDI DI DOLLARI – LA TERZA ECONOMIA DELL'AMERICA LATINA HA IL SECONDO TASSO DI INFLAZIONE PIÙ ALTO TRA LE GRANDI ECONOMIE, PARI AL 60%, IN CONTINUA CRESCITA…

TORTURA E MORTE: RIEDUCAZIONE PUTINIANA – LO SCIENZIATO RUSSO DMITRIJ KOLKER, MALATO TERMINALE AL QUARTO STADIO DI CANCRO AL PANCREAS, È MORTO IN UN OSPEDALE CARCERARIO, LONTANO DA FAMILIARI E AMICI –  ERA ACCUSATO DI ESSERE UNA SPIA AL SERVIZIO DELLA CINA – SECONDO IL FIGLIO SI SAREBBE RIFIUTATO DI TESTIMONIARE CONTRO DUE COLLEGHI DELL’UNIVERSITA' E PER QUESTO SAREBBE STATO CONDANNATO – KOLKER NON È IL PRIMO CASO DI SCIENZIATO INCARCERATO DA PUTIN CON FANTOMATICHE ACCUSE DI SPIONAGGIO

“MA CHI VOLETE PRENDERE PER IL CULO?” – L’IRONIA DI LUCA BOTTURA SU PAOLETTA TAVERNA E STEFANO PATUANELLI, CHE SUI SOCIAL PRIMA LANCIANO IL SASSO POI TIRANO INDIETRO LA MANO: “DICONO CHE È UN ERRORE DELLO STAFF. L'ANALISI SORGE SPONTANEA: MA DAVVERO PENSATE CHE SIAMO VENUTI GIÙ DALLA MONTAGNA DEL SAPONE? MA NON VI VERGOGNATE A TRATTARE I VOSTRI ELETTORI E GLI ITALIANI IN GENERE COME UNA MASSA DI DEMENTI CHE SI BEVE LA QUALUNQUE? VI MERITERESTE DI ESSERE GLASSATI COL MIELE IN UN BOSCO MARSICANO AFFOLLATO DI…”