"DALLA LEGA INSULTI SESSISTI ALLA PRESTIGIACOMO, IO HO QUERELATO" - MARIA ELENA BOSCHI SI SCHIERA CON LA DEPUTATA DI “FORZA ITALIA” PER FAR SBARCARE I MIGRANTI A BORDO DELLA ‘SEA WATCH’: “SI PUÒ ESSERE D'ACCORDO O MENO CON LA SUA INIZIATIVA, MA PERCHÉ INSULTARLA IN QUANTO DONNA? LE FRASI VOLGARI CHE LE SONO STATE RIVOLTE ANCHE DA SITI DELLA LEGA SONO IGNOBILI…”

-

Condividi questo articolo

Da https://www.liberoquotidiano.it

 

STEFANIA PRESTIGIACOMO SULLA SEA WATCH STEFANIA PRESTIGIACOMO SULLA SEA WATCH

Spacca Forza Italia, ma Stefania Prestigiacomo trova alleati nel Pd. Quando si parla di migranti, il rischio è sempre alto e così è Maria Elena Boschi ad esprimere solidarietà alla deputata azzurra salita a bordo della Sea Watch con grande imbarazzo tra i forzisti e per l'ira di Lega e Fratelli d'Italia.

 

"Mi unisco all'appello dell'onorevole Stefania Prestigiacomo affinché il Governo faccia sbarcare quanto prima i migranti a bordo della Sea Watch, mettendoli in sicurezza - spiega la Boschi -. Si può essere d'accordo o meno con la sua iniziativa, ma perché insultarla in quanto donna? Le frasi volgari che le sono state rivolte anche da siti della Lega sono ignobili. A Stefania Prestigiacomo tutta la mia solidarietà. Quando sono salita a bordo della nave Diciotti qualche mese fa ho subito offese sessiste di ogni tipo e ho deciso di querelare tutti. Contro il sessismo in rete tolleranza zero".

STEFANIA PRESTIGIACOMO SULLA SEA WATCH STEFANIA PRESTIGIACOMO SULLA SEA WATCH STEFANIA PRESTIGIACOMO, NICOLA FRATOIANNI E RICCARDO MAGI IN GOMMONE VERSO LA SEA WATCH STEFANIA PRESTIGIACOMO, NICOLA FRATOIANNI E RICCARDO MAGI IN GOMMONE VERSO LA SEA WATCH maria elena boschi (2) maria elena boschi (2)

 

Condividi questo articolo

politica

NON GUARDATE AL DITINO RUSSO MA ALLA LUNA CINESE - TRUMP VUOLE ARCHIVIARE IL G7 E PASSARE AL G11, CON IL RITORNO AL TAVOLO DI PUTIN MA ANCHE DI INDIA, AUSTRALIA, COREA DEL SUD. NON C'ENTRA IL SOLITO SOSPETTO DI INTESA CON IL NEMICO RUSSO, MA UN MODO IL TUTTO PER METTERE UN ''CUNEO'' NELLA VIA DELLA SETA. SONO TUTTI PAESI OSTILI ALL'ASCESA INARRESTABILE DELLA CINA - L'ITALIA COSTRETTA A ESSERE ''SCETTICA'': IN QUESTO MOMENTO DEVE SEGUIRE LA LINEA DI FRANCIA E GERMANIA, IL RECOVERY FUND CONTA PIÙ DEI SUMMIT