TODOS INDAGADOS - SOTTO INCHIESTA ANCHE IL SOVRINTENDENTE FRANCESCO PROSPERETTI - LA SUA COLPA? NON AVER MESSO IL VINCOLO DI TUTELA SULLE TRIBUNE DELL'IPPODROMO DI TOR DI VALLE, DOVE DOVREBBE NASCERE LO STADIO DELLA ROMA. PECCATO CHE LE TRIBUNE DI LAFUENTE SIANO UN RUDERE PIENO DI RIFIUTI E AMIANTO, CHE NESSUNO AVREBBE MAI SISTEMATO NÉ VISITATO. E CHE L'IPOTESI DI VINCOLO ERA NATA SOLO PER FERMARE IL PROGETTO DELLO STADIO - IL RUOLO DI CLAUDIO SANTINI, EX DIRIGENTE DEL MIBACT

-

Condividi questo articolo


Francesco Prosperetti Francesco Prosperetti

 (ANSA) - Il sovrintendente Francesco Prosperetti, che si occupò del vincolo sulle tribune dell'ippodromo di Tor di Valle, è indagato nell'ambito dell'inchiesta sullo stadio della Roma. Secondo la Procura l'ex capo segreteria del Ministro ai Beni culturali, Claudio Santini, "avvicinò il Sovrintendente Francesco Prosperetti chiamato a pronunciarsi sul vincolo" che poi fu tolto.

 

Come riscontro la Procura indica "un incontro tra il Sovrintendente e il gruppo Parnasi il 19 maggio del 2017" e la successiva decisione di affidare all'architetto Paolo Desideri "la redazione di un progetto necessario per superare la questione del vincolo". Dalle intercettazione emerge che Desideri "oltre ad essere amico di Prosperetti è anche il datore di lavoro della figlia Beatrice".

tribune dell ippodromo di tor di valle tribune dell ippodromo di tor di valle

 

La procedura per il vincolo sulle tribune di Lafuente viene attivata il 15 febbraio 2017 e il 15 giugno dello stesso anno viene archiviata: nel frattempo Prosperetti era diventato direttore della nuova sovrintendenza speciale Archeologica-Belle arti-paesaggio di Roma. Secondo la Procura Santini per la sua "mediazione per conto di Parnasi" ha percepito "quale compenso per questa illecita attività 53.440 euro".

 

tribune tor di valle tribune tor di valle luca parnasi mauro baldissoni luca parnasi mauro baldissoni PARNASI totti PARNASI totti pallotta-parnasi pallotta-parnasi tribune dell ippodromo di tor di valle tribune dell ippodromo di tor di valle

 

 

Condividi questo articolo

politica

LA PASSIONE DI FRANKENSTEIN JR. MIELI PER IL PICCOLO CHIMICO – IL “CORRIERE” DA BANDIERA GREEN A SALVAGUARDIA DELLA NATURA E DEI SUOI PRODOTTI A DIFENSORE DELLA “CARNE” COLTIVATA IN LABORATORIO – ANCHE STAVOLTA PAOLINO IL PESTICIDA CAMBIA LE CARTE IN TAVOLA E PARLA DI SCIENZA ESOTERICA (CORNOLETAME) A PROPOSITO DI UNA LEGGE CHE EQUIPARA IL BIOLOGICO AL BIODINAMICO, SOSTENUTA ANCHE DAL FONDATORE DI SLOW FOOD, CARLO PETRINI – GIA’, AL CONTADINO-LETTORE NON FAR SAPERE COME E’ BUONO IL MIELI CON IL POTERE (TRANSGENICO)

GRILLO VAFFANCULO! GAD LERNER SOTTERRA L’ELEVATO: ‘’GARANTE DI CHE COSA? SOPRA CHI RITIENE DI ELEVARSI, TANTO DA RIVENDICARE UN'INVESTITURA A VITA, COME UN MONARCA O UN PAPA, SIA PURE TRAVESTITO DA GIULLARE? QUALCUNO LO DOVRÀ PUR DIRE. IL NUMERO DI  ITALIANI CHE FANNO DIPENDEREI LORO ORIENTAMENTI POLITICI DA UNA SPECIALE AMMIRAZIONE  PER BEPPE GRILLO, COL PASSARE DEGLI ANNI, SI È NATURALMENTE RIDIMENSIONATO" - ARIVAFFA!: "VOTARE M5S NON EQUIVALE PIÙ A VOTARE GRILLO. MI AUGURO CHE CONTE TROVI IL CORAGGIO DI FARE CHIAREZZA SULLA SPINOSA QUESTIONE DEL GARANTE: IN BEI MODI O CON UNO STRAPPO, FACCIA LUI, MA QUESTO È UN PASSAGGIO INELUDIBILE. QUANTO A GRILLO, UN GRANDE UOMO DI TEATRO SA PROGRAMMARE ANCHE LA PROPRIA USCITA DI SCENA..."