LE VERITÀ SULL’ARABIA SAUDITA - UNA DONNA DECAPITATA IN MEZZO ALLA STRADA. CINQUE CORPI SENZA TESTA CHE PENDONO DALLE GRU. UN NUOVO DOCUMENTARIO SVELA AL MONDO L’ORRORE DEL PAESE COCCOLATO DALL'OCCIDENTE PER IL SUO PETROLIO E PERCHÉ SI COMPRA MILIARDI DI DOLLARI IN ARMAMENTI (VIDEO)

Una donna vestita di nero viene trattenuta al lato di una strada da quattro poliziotti sauditi, condannata per aver ucciso la figliastra. L’esecuzione avviene con una spada, mentre la donna urla le sue ultime parole strazianti: “Non sono stato io.” Il documentario, “Saudi Arabia Uncovered” (Arabia Saudita scoperta) che andrà in onda domani sera…

Condividi questo articolo


VIDEO - UNA MANIFESTAZIONE CONTRO LE ESECUZIONI IN ARABIA SAUDITA

 

Da http://www.dailymail.co.uk

 

 

documentario arabia saudita documentario arabia saudita

Cinque corpi decapitati, che pendono da un palo sospeso tra due gru, sono il pubblico promemoria per dimostrare agli abitanti di Riyadh che fine fanno i criminali. I cinque facevano parte di una banda di ladri, decapitati pubblicamente e issati in aria, dove sono rimasti per diversi giorni.

 

Il documentario, “Saudi Arabia Uncovered” (Arabia Saudita scoperta) che andrà in onda domani sera, servirà a gettare luce su alcuni aspetti inquietanti della vita in Arabia Saudita, uno dei paesi più sanguinosi e repressivi al mondo, che, al tempo stesso, resta uno dei più stretti alleati della Gran Bretagna (con cui scambia armi e petrolio).

documentario arabia saudita 9 documentario arabia saudita 9

 

Abbiamo tutti sentito parlare della brutalità del regime saudita, ma ciò che rende questo documentario agghiacciante è vederlo “realmente”, dalla realtà ai nostri computer, attraverso la macchina fotografica.

 

documentario arabia saudita 8 documentario arabia saudita 8

Innanzitutto, una serie straziante di decapitazioni. Una donna vestita di nero viene trattenuta al lato di una strada da quattro poliziotti sauditi, condannata per aver ucciso la figliastra. L’esecuzione avviene con una spada, mentre la donna urla le sue ultime parole strazianti: “Non sono stato io.” In un'altra decapitazione, il boia, vestito con gli abiti bianchi tipicamente indossati da uomini sauditi, alza la spada ricurva e la abbatte con decisione sul collo del malcapitato.

 

Il documentario mostra agli spettatori una grande piazza soprannominata Chop Chop, luogo di tante esecuzioni a Riyadh. La telecamera si sofferma sul sistema di drenaggio macchiato di rosso, usato per lavare via il sangue dei giustiziati.

documentario arabia saudita 2 documentario arabia saudita 2

 

Emerge un paese governato da un sistema dittatoriale e assassino, che rifiuta di tollerare il dissenso. Le decapitazioni sono all’ordine del giorno (con un ritmo di quasi una al giorno). I feroci codici morali vengono fatti rispettare dalla polizia che pattuglia le strade e i centri commerciali. Le donne vengono frustate al minimo sbaglio. La blasfemia è punibile con la lapidazione, il furto con l’amputazione. Chiunque venga beccato a insultare l'Islam si becca dieci anni di prigione, se gli va bene.

 

documentario arabia saudita 3 documentario arabia saudita 3

Il resto del mondo viene premurosamente e sistematicamente tenuto all'oscuro di tutto questo, anche perché è impossibile per i giornalisti stranieri filmare e trasmettere una scena qualunque senza guardie del corpo. Solo grazie alla straordinaria bravura e al coraggio dei creatori di questo documentario e degli attivisti sauditi che li hanno aiutati, la verità andrà finalmente in onda.

documentario arabia saudita 5 documentario arabia saudita 5 documentario arabia saudita 7 documentario arabia saudita 7 documentario arabia saudita 6 documentario arabia saudita 6 SALMAN RE ARABIA SAUDITA SALMAN RE ARABIA SAUDITA michelle obama con espressione scoglionata in arabia saudita michelle obama con espressione scoglionata in arabia saudita michelle e barack obama con re salman dell arabia saudita michelle e barack obama con re salman dell arabia saudita barack e michelle obama john kerry con salman re dell arabia saudita barack e michelle obama john kerry con salman re dell arabia saudita documentario arabia saudita 4 documentario arabia saudita 4

 

 

Condividi questo articolo

politica

I GRANDI SCENARI DEL RASPUTIN BETTINI: "PROVO UNA CERTA SODDISFAZIONE NELL'INDIRIZZARE GLI EVENTI" - I SUOI DUE "SCHEMI" PER IL QUIRINALE: "LA PRIMA IPOTESI: POLITICA VA DA DRAGHI E GLI PROPONE UN PATTO DI UN ANNO: SARAI PIÙ SOLIDO, NON FACCIAMO PIÙ I CAPRICCI, VARIAMO UNA LEGGE ELETTORALE PROPORZIONALE E AL QUIRINALE VA UNA FIGURA DI ALTO PROFILO. AMATO? E' AUTOREVOLE MA POTREBBE AVERE L'OSTILITÀ DEI 5 STELLE. LA SECONDA: O CHIEDIAMO A MATTARELLA DI ACCETTARE UN ALTRO MANDATO. OPPURE VERIFICHIAMO LA DISPONIBILITÀ DI DRAGHI" - LA BOCCIATURA DELL'ADORATO CONTE: "È IN UN MOMENTO DI NOTEVOLE DIFFICOLTÀ. E' PIÙ LEADER DI GOVERNO, CHE CAPO DI UN PARTITO"