ABBIAMO SOPPORTATO IL RITIRO DI VAN BASTEN, MARADONA,ROBY BAGGIO E TOTTI, CE NE FAREMO UNA RAGIONE ANCHE PER CR7 - "ORA AMO IL CALCIO, MA TRA UN ANNO O DUE CHISSÀ..." - RONALDO PIANIFICA UN FUTURO DA MANAGER - "HO INIZIATO UN PERCORSO LONTANO DAL CAMPO GIÀ DA CINQUE ANNI. DIVENTERÒ ANCHE LÌ UN NUMERO UNO"…

-

Condividi questo articolo

Da gazzetta.it

cr7 cr7

La parola ritiro accostata oggi a Cristiano Ronaldo stride e spaventa. Eppure, a margine della presentazione del suo profumo Play it Cool a Torino, il campione della Juventus ha parlato di sé andando oltre la retorica. E oltre il calcio. Spiegando cosa conti davvero nella vita. "Amo ancora il pallone, mi piace far divertire i tifosi e chiunque sia legato a me. Non è una questione di età, dipende tutto dalla mentalità — ha dichiarato a SportBible —.

 

Negli ultimi cinque anni ho iniziato a percorrere una strada che mi vede lontano dal calcio, quindi chi può sapere che cosa accadrà tra uno o due anni?". Ronaldo si riferisce ai suoi tanti investimenti che lo vedono ormai manager di lusso (dai profumi all'intimo, dai ristoranti agli hotel) e che finora ha sempre gestito accanto al pallone. Ma sentirgli dire "uno o due anni" fa comunque effetto.

 

CR7 IN LACRIME CR7 IN LACRIME

Cristiano poi ragiona sulle differenze tra fare il calciatore e l'uomo d'affari: "Bisogna sempre credere in se stessi. Nel calcio ho maggior controllo, so cosa posso fare. Nel business è più difficile, dipendi dagli altri, ma io ho un gran team e sarà una bella sfida". Quindi vuole un diventare numero uno anche fuori dal campo? "Sono serviti molti anni di duro lavoro, sacrifici e passione per raggiungere quello che ho oggi nel calcio. Fuori non sono ancora a quei livelli, ma sono un tipo competitivo e non mi piace essere il numero 2 o il numero 3. Io voglio essere il numero uno. E ce la farò, al centro per cento".

cr7 cr7 atletico madrid juve cr7 78 atletico madrid juve cr7 78 juve spal cr7 juve spal cr7 cr7 parma juve cr7 parma juve georgina cr7 georgina cr7

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

BASTA CON LA CASTA - TRA I SINDACALISTI DEL PUBBLICO IMPIEGO C’È CHI, GRAZIE AL MODO IN CUI VIENE INTERPRETATA UNA LEGGE DEL 1996, È RIUSCITO AD AVERE UNA PENSIONE TRE VOLTE MAGGIORE DI QUELLA CHE AVREBBE DOVUTO PERCEPIRE IN BASE AI CONTRIBUTI VERSATI - NON SOLO: GLI ANNI DI ATTIVITÀ SINDACALE POSSONO CONTARE, AI FINI PENSIONISTICI, SU UNA NORMATIVA MOLTO VANTAGGIOSA PERCHÉ IL CALCOLO DELLA PENSIONE VIENE FATTO SULLA BASE DELL'ULTIMA RETRIBUZIONE E NON SULLA MEDIA DEGLI ULTIMI 10 ANNI…

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute