1. ARRIVABENE MA PARTE MALE! MARCHIONNE STUDIA LA RISOLUZIONE ANTICIPATA DEL CONTRATTO PER IL DIRETTORE DELLA SCUDERIA FERRARI MAURIZIO ARRIVABENE
2. IL DIRIGENTE BRESCIANO PARE PASSI PIÙ TEMPO ORMAI CON I SUOI AVVOCATI PER TRATTARE UN’USCITA DIGNITOSA CHE CON GLI INGEGNERI. A MARANELLO È PARTITO UNO SCARICABARILE SULLE VARIE RESPONSABILITÀ E TUTTI RICORDANO LA SUA DICHIARAZIONE SPOCCHIOSA A MONACO: "SE LA RED BULL DIVENTASSE IL NOSTRO PROBLEMA, È MEGLIO CHE IO STIA A CASA"
3. ORA CHE LA RED BULL E’ A SEI PUNTI, MARCHIONNE LO CONGEDERA': L’ADDIO POTREBBE AVVENIRE DOPO IL GRAN PREMIO DELLA GERMANIA, PRIMA DELLA PAUSA ESTIVA

Condividi questo articolo


MARCHIONNE ARRIVABENE A BAKU PER IL MONDIALE F1 MARCHIONNE ARRIVABENE A BAKU PER IL MONDIALE F1

Dagoreport

 

Dopo gli ultimi disastrosi risultati della Ferrari  gli uomini delle  'Human Resources di Marchionne sono all'opera  per interrompere consensualmente  il rapporto di lavoro con il  team manager Maurizio Arrivabene. Il contratto scadrebbe nel 2018 in concomitanza con la fine della super sponsorizzazione di oltre 70 milioni di euro all'anno della Philips Morris.

 

ARRIVABENE ARRIVABENE

Arrivabene sembra passi più tempo ormai con i suoi avvocati per trattare una uscita dignitosa piuttosto che con gli ingegneri. A Maranello, dove il clima tra i reparti e' ormai incandescente, è partito uno scaricabarile sulle varie responsabilità' . Tutti comunque compatti contro le improvvisazioni di Arrivabene  al quale ricordano   l'infelice dichiarazione dopo il Gp  in Gran Bretagna: "l'obiettivo ora é la Red Bull", dimenticandosi forse che solo alcune gare prima a Monaco diceva: "se la Red Bull diventasse il nostro problema è meglio che io stia a casa".

 

Per Marchionne questa  è' stata la goccia insopportabile che ha fatto traboccare un vaso che già' perdeva acqua da tutte le parti e che gli sta collezionando figuracce che mal sopporta. Da qui l'idea di arrivare ad un cambio del principal già probabilmente dopo il Gran Premio della Germania, prima della pausa estiva.

ARRIVABENE E DAGOSPIA ARRIVABENE E DAGOSPIA

 

sergio marchionne sergio marchionne

Ora che la squadra dei bibitari ha accorciato il distacco a soli sei punti dalla Rossa nel Campionato Costruttori, pare che Arrivabene verrà accontentato. Si ipotizza quindi un suo clamoroso rientro in Svizzera, proprio alla Philip Morris, e se questa retrocessione non andasse in porto sarà pronto a fare le valigie per la sua Brescia.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“LETIZIA MORATTI? UNA RICCA SIGNORA, ANNOIATA E IN CERCA DI UNA POLTRONA, COSTRETTA A COMPORTARSI COME UNA QUALSIASI SCIACALLA – LICIA RONZULLI CHE TEME IL PREVISTO TONFO DI FORZA ITALIA ALLE REGIONALI LOMBARDE SIA L'INIZIO DELLA SUA FINE POLITICA E SPARA CANNONATE SU LADY MESTIZIA: “PROVO TRISTEZZA PER LA SIGNORA MORATTI. GALLINA CHE CANTA HA FATTO L'UOVO…” -  “KISS ME LICIA” SMENTISCE LA RICOSTRUZIONE DI “REPUBBLICA” SECONDO CUI BERLUSCONI AVREBBE PREFERITO APPOGGIARE LA CANDIDATA DEL TERZO POLO ALLE REGIONALI...

business

DARE LA CACCIA AI TRUFFATORI DELLA FINANZA È UN BUSINESS MILIARDARIO – CHI SONO E COME OPERANO I FONDI “ATTIVISTI” CHE STANNO FACENDO TREMARE LA FINANZA GLOBALE: LUNGHE E METICOLOSE INDAGINI PER SCOPRIRE LE MAGAGNE NEI CONTI DELLE AZIENDE, POI LE OPERAZIONI “SHORT” PER INVESTIRE SUI RIBASSI – AZIONI CONDOTTE NON TANTO PER LA GIUSTIZIA DEI MERCATI, QUANTO PER IL PROFITTO – IL CASO DEL PICCOLO FONDO HINDENBURG, DEL 37ENNE AMERICANO NATHAN ANDERSON, CHE È RIUSCITO AD AFFOSSARE GAUTAM ADANI, L'UOMO PIÙ RICCO D'ASIA…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

IL MODELLO SANITARIO ITALIANO: CHI HA I SOLDI SI CURA SUBITO, GLI ALTRI ASPETTANO E SPERANO – SUPERATO IL COVID, INSIEME ALL’AUMENTO DELLE RICHIESTE DI VISITE ED ESAMI IN OSPEDALI PUBBLICI SONO AUMENTATI ANCHE I TEMPI DI ATTESA. RISPETTO AL 2019, LO SCORSO ANNO SONO STATI ESEGUITI 8,4 MILIONI DI CONTROLLI IN MENO – MI-JENA GABANELLI: “I SOLDI PER PAGARE PIÙ MEDICI CI SAREBBERO MA LE STRUTTURE PUBBLICHE NON RIESCONO A ORGANIZZARSI. MENTRE A QUELLE PRIVATE ACCREDITATE CONVIENE OFFRIRE PRESTAZIONI A PAGAMENTO…” – VIDEO