CRUCIANI-SPIA - ''IL NUOVO PRESIDENTE DEL PALERMO HA PURE IL PISELLO TATUATO: PER L’ESATTEZZA CON IL MARCHIO LOUIS VUITTON. E AMA MOSTRARLO A TUTTI'' - BACCAGLINI: ‘SUL PALERMO C’È UN PROGETTO, IL FONDO È CREDIBILE. IL NOSTRO DURO LAVORO SEMBRA QUALCOSA DI LOSCO, MA NON LO È’''

Condividi questo articolo

paul baccaglini paul baccaglini

1. CALCIO: PALERMO;BACCAGLINI 'C'È PROGETTO, FONDO CREDIBILE'

 (ANSA) - "Ringrazio il presidente Zamparini, nel corso di questi mesi mi hanno fatto sorridere alcuni articoli che ho letto. La nostra intesa non è stata siglata in due settimane, ma nel corso di mesi". Il nuovo presidente del Palermo, Paul Baccaglini, presenta così il suo progetto allo stadio Renzo Barbera.

 

"In poco tempo abbiamo messo in atto un'associazione che si articola su molteplici aspetti, sia sportivi che quelli riguardanti le infrastrutture e i posti di lavoro. Il percorso che mi ha portato qui - ha proseguito - è quello delineato dal presidente Zamparini. Io ero all'interno di una cordata con a capo Cascio e il mio gruppo era più che altro una sorta di 'financial advisor'".

paul baccaglini paul baccaglini

 

"La solidità del fondo la vedrete - ha spiegato - Già giovedì incontrerò il sindaco per parlare dello stadio. Vi chiedo di giudicarmi dai risultati e dalla concretezza delle mie azioni, non facendo 'cospirazioni' su internet. L'analisi sulla credibilità del nostro fondo l'ha fatta il presidente Zamparini e vi potete fidare del suo giudizio".

 

"Al Palermo calcio - ha aggiunto - batte un cuore che si è articolato con il gruppo Zamparini, c'è una visione molto bella. Quando con Cascio non funzionò, mi sono interessato grazie a questi progetti che il presidente voleva sviluppare, c'è stato un duro lavoro che oggi sembra qualcosa di losco, ma non è così. Arrivo a Palermo con energia e positività, ho avuto un assaggio dei tifosi palermitani ad agosto con Cascio e ieri sera quando siamo stati a cena, gente davvero bellissima".

 

BACCAGLINI BACCAGLINI

 

2. IL NUOVO ZAMPARINI È PIÙ STRANO DELL' ORIGINALE

Giuseppe Cruciani per Libero Quotidiano

 

fiorello giuseppe cruciani fiorello giuseppe cruciani

Presidente? Sì, forse, vedremo. Di strette di mano ne abbiamo viste tante in questi anni, chiedete per esempio all' uomo di Arcore, per dire che la foto che immortala Zamparini con questo Paul Baccaglini non significa assolutamente nulla. Di sicuro c' è che il ragazzotto che avrebbe acquistato il Palermo è tutto pieno di tatuaggi, e ne ha uno persino sul pene. Per carità, non siamo moralisti e si sa che l' abito non fa il monaco (è pieno di uomini di calcio in grisaglia che sono banditi matricolati) e dunque chissenefrega di quel corpo disegnato che nemmeno Roberto D' Agostino.

 

Quello che conta è che abbia il grano, che cacci fuori i piccioli per il Palermo. E qui, visto quello che sta succedendo chez Berlusconi, qualche dubbio è sempre lecito, avendone viste di tutti i colori anche a contratti siglati e controsiglati. Ma la certezza al momento è che il nuovo sbarco degli americani a Palermo dopo il '43 non ha il volto del generale Patton ma appunto di un certo Baccaglini, fino a poco tempo fa conosciuto per baccanali e baccano, non per capacità imprenditoriali e di comando.

 

PAUL BACCAGLINI PAUL BACCAGLINI

Il ragazzo si presenta con una sessantina di tatuaggi che abbracciano l' intero spettro della sua pelle. Tra questi spiccano una Madonna sul pettorale destro e la Morte con tanto di falce su quello sinistro, con la lama che azzanna un cuore con su scritto «Paola». Non è ancora visibile al grande pubblico, ma il dettaglio ci è stato confermato da più persone: Baccaglini ha ricamato persino le parti intime, per l' esattezza il suo uccello.

 

Con cosa? Con la sigla della marca di moda Louis Vuitton. Bah, vai a capire perché. Ma tant' è, da Zamparini si è passati al presidente col pisello colorato e magari è un passo avanti. Chi può saperlo? Certo, il passato non aiuta. Il ragazzotto, prima di creare un fondo d' investimento con cui avrebbe comprato la squadra rosanero, era conosciuto in Italia come showman, prima alla radio Rtl, poi in alcune puntate con Pif a Il Testimone, un viaggio in America dove a un certo punto dice al conduttore «ma il cappellino che hai lo fanno anche da uomo?», e per una stagione a Le Iene quando alla conduzione c' erano Luca e Paolo.

BACCAGLINI ZAMPARINI BACCAGLINI ZAMPARINI

 

Esordì però a Rai 2 con Claudio Cecchetto, dove - dice lui - «nei momenti di pausa ho socializzato con le ballerine». A Italia 1 arriva, sono sempre parole sue, per merito di Davide Parenti che «mi ha rapito come fanno gli alieni, parte la luce da Cologno, ti prelevano e ti portano al Le Iene». Faceva il "giovane" con interviste demenziali ai politici davanti a Montecitorio e ne ricordiamo una con Alessandra Mussolini: «Lei balla mai sul cubo?», chiedeva il neopresidente.

PAUL BACCAGLINI PAUL BACCAGLINI

 

«Lasciamo perdere», rispondeva la duciona basita. E lui ancora: «Mi fa vedere il suo cubo?», chiedeva ancora il Battaglini con musica dance in sottofondo e voce da deejay un po' rincoglionito. E così via, facendo alzare le mani al cielo ad altri politici, sempre con la stessa cantilena: «Facciamo le sei del mattino». «Molti giovani si identificano nella mia idiozia, in una persona priva di cervello», diceva di se stesso e del suo personaggio il nuovo patron rosanero.

 

Si dice pure che all' epoca rivaleggiasse in amore con Teo Mammuccari e, per dirla alla palermitana, ha fama di essere un gran fimminaro, un appassionato del genere femminile. Una volta, nel 2009, si inventò il "Partito del Limone", invitando le persone a limonare, limonare e limonare, cioè pomiciare. Ecco, questo una decina di anni fa, prima della conversione alla finanza. E magari Baccaglini ha fatto davvero fortuna, ha una montagna di quattrini, è un genio, e porterà Palermo in Champions League. Nel frattempo, il primo pensiero che viene è questo: aridatece Rozzi e Anconetani.

 

PAUL BACCAGLINI PAUL BACCAGLINI

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

SE UN UOMO TROMBA TANTE DONNE È UN DON GIOVANNI. E ALLORA PERCHÉ SE UNA DONNA FA SESSO CON TANTI UOMINI È UNA MIGNOTTA? - SE VI SEMBRA UN DOMANDA RETORICA, CHIEDETEVI PERCHÉ SENTIAMO ANCORA LA NECESSITA' DI PORSI IL PROBLEMA - PER ROMPERE LA LOGICA DEI DUE PESI E DUE MISURE IL REGISTA TEDDY ETIENNE HA REALIZZATO IL CORTO “DITES OUI”, IN GARA AL “MOBILE FILM FESTIVAL”: NELLE IMMAGINI UNA RAGAZZA È A LETTO CON DUE UOMINI, UN’ANZIANA È ABBRACCIATA A UN RAGAZZO E… - VIDEO

politica

LA PACCHIA E' FINITA, CONTE INGOIA IL PRIMO MAXI-ROSPO: ADDIO ALLA GESTIONE IN SOLITUDINE DEL RECOVERY FUND - CON LA LAMA SUL COLLO, “GIUSEPPI” VIENE COSTRETTO A UNA GESTIONE COLLEGIALE DEI FINANZIAMENTI UE: LA GESTIONE SARA' NELLE MANI DI UNA CABINA DI REGIA FORMATA DAL MES DI GUALTIERI, DAL MISE DI PATUANELLI E DA AMENDOLA: 2 DEL PD E UNO DEL M5S, CHE SCEGLIERANNO SEI MANAGER, POI COADIUVATI DA UNA TASK FORCE DI 300 PERSONE - IN ATTESA DI UNA PANDEMIA PIATTA E VACCINATA CHE PERMETTA DI LIQUIDARLO, IL PREMIER PER CASO VIENE "COMMISSARIATO" DAI PARTITI DI GOVERNO

business

cronache

sport

NEL NOME DI DIEGO: IL NAPOLI RIFILA QUATTRO PERE ALLA ROMA. LA DEDICA DI INSIGNE A MARADONA - PROVA DI FORZA DELLA SQUADRA DI GATTUSO CHE CON DEMME HA TROVATO SOSTANZA E EQUILIBRIO, "RINGHIO": "LA SQUADRA DA BATTERE E' L'INTER - LA CITTA' SOFFRE MOLTO PER LA PERDITA DI MARADONA MA IN GIRO C'E' TROPPA GENTE SENZA MASCHERINA..." - FONSECA AMMETTE: “LA ROMA NON HA FATTO NIENTE. LA ROMA NON HA AVUTO IL GIUSTO CORAGGIO PER AFFRONTARE IL NAPOLI” (I GIALLOROSSI HANNO RACCOLTO SOLO 2 PUNTI NELLE SFIDE CON JUVE, MILAN E NAPOLI)

cafonal

viaggi

salute