“CHI FA PIÙ DI UN RUOLO È AVVANTAGGIATO” - SPALLETTI HA SCELTO IL BLOCCO AZZURRO PER GLI EUROPEI, PER GLI ULTIMI 7 POSTI FAVORITI I CALCIATORI DUTTILI CHE POSSONO GIOCARE IN PIU’ POSIZIONI – “LUCIO” PAZZO DI UDOGIE E CAMBIASO, BOCCIATO GATTI - ZANIOLO SI È GUADAGNATO LA CHIAMATA, PELLEGRINI MEGLIO DI BONAVENTURA, FRATTESI (UNO DI QUELLI COL VIZIO DELLA PLAYSTATION) NON È IN DISCUSSIONE - CHIESA DEVE CRESCERE, PER IL RUOLO DI CENTRAVANTI, SPALLETTI NON HA DUBBI: “RETEGUI E’ PERFETTO”

-

Condividi questo articolo


Alessandro Bocci per il “Corriere della Sera”- Estratti

 

luciano spalletti luciano spalletti

Luciano Spalletti riflette e si macera perché è un perfezionista e anche il più piccolo dettaglio, una volta sbarcati in Germania, potrebbe fare la differenza. Ma l’Italia che dovrà difendere l’Europeo vinto a Wembley con Roberto Mancini è fatta. Il c.t. tra due mesi convocherà 28-29 giocatori da cui ricavare, entro la mezzanotte del 7 giugno, i magnifici 23 «che sono pochi per un torneo così stressante», si lamenta prima di lasciare la Red Bull Arena, teatro dell’ultima amichevole contro l’Ecuador.

 

Diciannove posti sono più o meno assegnati, al di là degli infortuni o di improvvisi scadimenti di forma. Ne restano 4 e chi è in corsa dovrà sprintare nelle ultime nove giornate di campionato per arrivare al traguardo. 

 

(...)

 

L’altro, Vicario, ha scavalcato Meret e da vice Donnarumma ha il posto assicurato.

 

Spalletti analizzerà nel dettaglio i risultati della tournée americana in cui, a beneficio dei club, ha tenuto a precisare «di non aver tirato il collo a nessuno». Il c.t. ha lasciato gli Stati Uniti soddisfatto «perché la squadra cresce». E nel laboratorio di Coverciano i meccanismi saranno messi a punto.

giacomo raspadori luciano spalletti giacomo raspadori luciano spalletti

 

Il 3-4-2-1 liquido, sperimentato con Venezuela e Ecuador e in partenza alternativo al 4-3-3, potrebbe diventare il manifesto degli azzurri. «Il mio compito è mettere a proprio agio i giocatori e l’Inter, da cui peschiamo moltissimo, gioca con la difesa a tre».

 

I criteri sono semplici e Spalletti li ha già spiegati ai suoi discepoli. Senso di appartenenza, dedizione alla causa, spirito di sacrificio. E una certa duttilità. «Chi fa più di un ruolo è avvantaggiato», racconta.

 

Di Lorenzo e Darmian, a cui non rinuncerà, possono giocare sul centrodestra nella difesa a tre o essere avanzati a centrocampo. Stesso discorso per Cambiaso, che la prima maglia azzurra l’ha avuta con il Venezuela: «Mi è piaciuto tanto e può fare molti ruoli, anche esterno alto nel 4-3-3», spiega il tecnico. Lo juventino, salvo sorprese, ha il posto garantito.

luciano spalletti luciano spalletti

Come Dimarco. Udogie, che all’allenatore azzurro piace perché ha la cosiddetta «scocca», cioè il fisico, qui ha fatto un passo indietro e non ha sfruttato bene l’occasione. Ma è in corsa. Tra i difensori centrali molto ruota intorno a Acerbi.

 

Se l’interista riceverà una lunga squalifica, Spalletti lo lascerà a casa e in quel caso il posto dovrebbe spettare a Calafiori, mai in Nazionale sino adesso.

 

«Nel gruppo potrebbe entrare qualcuno che ho lasciato alla Under 21», l’ammissione. Il bolognese, allevato da Thiago Motta, è davanti al romanista Mancini. Sicuri Bastoni, Scalvini e Buongiorno. Bocciato Gatti, che non faceva neppure parte del gruppo negli Usa.

luciano spalletti luciano spalletti

In mezzo al campo non ci dovrebbero essere sorprese: Barella e Jorginho, come dimostrato a Harrison, sono la coppia più affidabile. Sarà recuperato Cristante e probabilmente confermato Locatelli.

 

Bonaventura, impiegato basso con il Venezuela e sostituito dopo un tempo, dovrà giocare un gran finale di stagione con la Fiorentina se vorrà rientrare. Anche per quanto riguarda gli esterni o incursori del 3-4-2-1, Spalletti ha le idee chiare. Chiesa, il nostro Sinner, deve crescere di rendimento però è uno dei punti fermi. Zaniolo, indisciplinato tatticamente, ma che si butta negli spazi senza dare punti di riferimento, si è guadagnato il posto pur giocando poco nell’Aston Villa.

 

luciano spalletti luciano spalletti

Lorenzo Pellegrini ha sorpassato Bonaventura mentre Frattesi, uno di quelli con il vizio della Play Station, non corre rischi. El Shaarawy potrebbe entrare in gioco più di Zaccagni, almeno per il ruolo di riserva. E siamo al centravanti. In America lo abbiamo trovato, almeno questa è la sensazione. «Retegui è perfetto» non si stanca di dire Spalletti. Raspadori, invece, è andato male, troppo leggero per una partita fisica come quella con l’Ecuador. Ma è molto considerato dal c.t. e sarà nei 23.

 

Scamacca dovrà dare risposte convincenti per far venire dei dubbi all’allenatore e lo stesso discorso vale per Immobile.

luciano spalletti con la nazionale italiana di calcio 2 luciano spalletti con la nazionale italiana di calcio 2 luciano spalletti con la nazionale italiana di calcio 1 luciano spalletti con la nazionale italiana di calcio 1

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ALLA VIGILIA DEL DERBY CHE FORSE CONSEGNERÀ ALL’INTER LA SECONDA STELLA IN FACCIA AI TIFOSI DEL MILAN, GIUSEPPE MAROTTA METTE A SEGNO UN ALTRO COLPO: OTTIENE DA PIMCO UN FINANZIAMENTO DA 400 MILIONI PER RIPAGARE IL DEBITO CON OAKTREE, DANDO FIATO AL SUO AZIONISTA-FANTOCCIO ZHANG – INVECE GERRY CARDINALE VINCE LO SCUDETTO DEL BILANCIO, CHE IN UNA NAZIONE DOVE COMANDANO I FURBETTI, SA TANTO DELLA COPPA DEL NONNO – OGGI AL “SOLE 24 ORE”, CARDINALE RIPETE DI NON AVER BISOGNO DI SOCI PER IL MILAN. INTANTO HA FATTO SCADERE L’ESCLUSIVA CON GLI ARABI DI PIF, CHE AVREBBERO PORTATO 550 MILIONI E ANTONIO CONTE IN OMAGGIO…

DAGOREPORT - UN PUCCINI ALL’IMPROVVISO! – SCOOP! UN BRANO INEDITO DI GIACOMO PUCCINI SARA’ ESEGUITO PER LA PRIMA VOLTA AL LUCCA CLASSICA MUSIC FESTIVAL, IL PROSSIMO 28 APRILE – COMPOSTO NEL 1877 DA UN GIOVANE PUCCINI, S’INTITOLA “I FIGLI DELL’ITALIA BELLA – CESSATO IL SUO DELL’ARMI”: ERA RIMASTO A LUNGO “NASCOSTO”, POI DISPONIBILE SOLO IN FORMA INCOMPIUTA E, INFINE, RIPORTATO ALLA LUCE NELLA SUA INTEGRITA’ GRAZIE AL CENTRO STUDI PUCCINI – IL MISTERO DIETRO ALLA PARTITURA E I DIRITTI ACQUISITI ORA DAL CONSERVATORIO “LUIGI BOCCHERINI” DI LUCCA...

DAGOREPORT – IL DIAVOLO TRA DUE FUOCHI. IL MATRIMONIO TRA LOPETEGUI E IL MILAN È A UN PASSO. L’ACCORDO ECONOMICO È STATO TROVATO. MA PER L’ARRIVO DEL BASCO AL POSTO DI STEFANO PIOLI MANCA L'OK DI IBRAHIMOVIC, NOMINATO DA CARDINALE SUO PLENIPOTENZIARIO NEL CLUB – ZLATAN SPINGE PER ANTONIO CONTE, SOLUZIONE PIÙ GRADITA ALLA PIAZZA, IN CERCA DI UN MISTER CON GLI ATTRIBUTI (E LOPETEGUI IN SPAGNA È DETTO “EL CAGON”…) – RIUSCIRÀ IBRA A CONVINCERE LA SOCIETÀ A PUNTARE SU UN TECNICO DALLA PERSONALITÀ STRARIPANTE E MOLTO COSTOSO?

MADONNA? EVITA-LA! – QUELLA VOLTA CHE MADONNA VENNE A ROMA PER LA PRIMA DI “EVITA’’ E SI INCAZZÒ FACENDO ASPETTARE IL PUBBLICO PER UN’ORA E MEZZO - IL PATTO ERA CHE SUA FIGLIA, LOURDES, VENISSE BATTEZZATA NEGLI STESSI GIORNI DAL PAPA ALLA PRESENZA DEL PADRE, CHE SI CHIAMAVA JESUS - IL PRODUTTORE VITTORIO CECCHI GORI CONOSCEVA UN CARDINALE: “PRONTO, AVREI MADONNA, L’ATTRICE, CHE VORREBBE BATTEZZARE LA FIGLIA, LOURDES, COL PADRE, JESUS… E SE FOSSE DISPONIBILE IL PAPA…” – VIDEO

DAGOREPORT - CON AMADEUS, DISCOVERY RISCHIA: NON È UN PERSONAGGIO-FORMAT ALLA STREGUA DI CROZZA E FAZIO. È SOLO UN BRAVISSIMO CONDUTTORE MA SENZA UN FORMAT FORTE CHE L’ACCOMPAGNI, SARÀ DURISSIMA FAR DIGITARE IL TASTO 9. NELLA TV DI OGGI I PRODUTTORI DI CONTENUTI VENDONO CHIAVI IN MANO IL PACCHETTO FORMAT+CONDUTTORE ALLE EMITTENTI - ALLA CRESCITA DI DISCOVERY ITALIA, NEL 2025 SEGUIRA' ''MAX'', LA PIATTAFORMA STREAMING DI WARNER BROS-HBO CHE PORTERÀ A UNA RIVOLUZIONE DEL MERCATO, A PARTIRE DALLA TORTA PUBBLICITARIA. E LE RIPERCUSSIONI RIMBALZERANNO SUI DIVIDENDI DI MEDIASET E LA7 - A DIFFERENZA DI RAI E IN PARTE DI MEDIASET, DISCOVERY HA UNA STRUTTURA SNELLA, SENZA STUDI DI REGISTRAZIONE, SENZA OBBLIGHI DI ASSUNZIONI CLIENTELARI NÉ DI FAR TALK POLITICI - LIBERI DI FARE UN CANALE5 PIÙ GIOVANE E UN’ITALIA1 PIÙ MODERNA, IL PROSSIMO 9 GIUGNO DOVRANNO DECIDERE SE FARE O MENO UNO SPAZIO INFORMATIVO. NEL CASO IN CUI PREVARRA' IL SÌ, SARÀ UN TG MOLTO LEGGERO, UNA SORTA DI ANSA ILLUSTRATA (E QUI RICICCIA L'OPZIONE ENRICO MENTANA)