“DANI ALVES È STATO TRADITO DA UN TATUAGGIO" – L’EX JUVE ACCUSATO DI AVER AGGREDITO SESSUALMENTE UNA RAGAZZA DI 23 ANNI NEI BAGNI DI UNA DISCOTECA A BARCELLONA E FINITO IN PRIGIONE È STATO RICONOSCIUTO DALLA VITTIMA GRAZIE AL TATTOO A FORMA DI MEZZALUNA SULL’ADDOME - SECONDO GLI SPAGNOLI DI 'EL MUNDO', SAREBBE QUESTO IL MOTIVO PER CUI IL BRASILIANO AVREBBE CAMBIATO TRE VOLTE VERSIONE DI QUELLO CHE È SUCCESSO DURANTE LA SERATA…

-

Condividi questo articolo


Da corrieredellosport.it

 

DANI ALVES DANI ALVES

Tradito da un tatuaggio. È quanto sarebbe successo a Dani Alves, accusato di aver aggredito sessualmente una ragazza di 23 anni nei bagni di una discoteca a Barcellona (nella notte del 30 dicembre) e finito in prigione dopo che il giudice istruttore ha firmato un provvedimento di custodia cautelare provvisorio nei suoi confronti.

 

"Nella sua deposizione davanti al giudice - scrive 'El Mundo' -, la vittima ha spiegato che il brasiliano ha un tatuaggio a forma di mezzaluna sull'addome e che era molto visibile durante tutta la relazione non consensuale. Ha detto di averlo visto nel momento in cui il giocatore ha cercato di costringerla a un rapporto orale e lei ha resistito".

 

Le tre versioni del brasiliano

DANI ALVES DANI ALVES

Quando poi è toccato a Dani Alves testimoniare, lui ha inizialmente risposto che era "seduto sul water - scrive ancora il giornale spagnolo - e che la ragazza gli se è avventata addosso dopo essere entrata". A quel punto il giudice gli ha chiesto come poteva la donna aver notato il tatuaggio se lui non si era alzato e indossava la camicia. Dani Alves così si è corretto dicendo di "essersi alzato" e ha infine affermato che c'era stata una "relazione consensuale".

 

Cambi di versione che, uniti all'alto rischio di fuga del calciatore (per le sue capacità economiche e per il fatto che il Brasile non ha accordi di estradizione con la Spagna), avrebbero così portato il giudice a optare per la carcerazione preventiva senza cauzione. Il 39enne terzino ex Juventus intanto, che è reduce dai Mondiali disputati in Qatar con il Brasile e si è visto rescindere il contratto dai messicani Pumas, ha deciso insieme alla sua famiglia di cambiare avvocato.

dani alves e la moglie joana sanz 1 dani alves e la moglie joana sanz 1 dani alves barcellona 8 dani alves barcellona 8 dani alves barcellona 5 dani alves barcellona 5 dani alves e la moglie joana sanz 2 dani alves e la moglie joana sanz 2

 

Condividi questo articolo

media e tv

“SONO STATO A UN FESTINO HARD CON MATTEO MESSINA DENARO” – A “LE IENE” ISMAELE LA VARDERA, VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ANTIMAFIA DELLA REGIONE SICILIANA, RIVELA DI AVER PARLATO CON UN UOMO CHE SOSTIENE DI ESSERE STATO A UNA SERATA IN UNA VILLA IN PROVINCIA DI PALERMO CON IL BOSS – IL RACCONTO DEL TESTIMONE: “PRIMA DI ENTRARE A QUELLA FESTA TI PERQUISIVANO. L’ORDINE ERA DI NON RIVELARE CHI ERA PRESENTE. A MEZZANOTTE ARRIVAVANO LE ESCORT. SNIFFANO QUASI TUTTI. MESSINA DENARO ERA SEDUTO CON UNO DELLE FORZE DELL’ORDINE E CON UN MEDICO. C’ERA PURE UN NOTO POLITICO. IL BOSS SI PRESENTÒ A ME CON IL NOME DI ANDREA E…”

politica

VI RICORDATE DI VIRGINIA SANJUST DI TEULADA, EX SIGNORINA BUONASERA E GIÀ COCCA DI BERLUSCONI? LA PROCURA DI ROMA HA CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER LA 45ENNE, CON UN PEDIGREE FAMILIARE NOBILE PER STALKING NEI CONFRONTI DELL’EX COMPAGNO E PER AVER DEVASTATO LA CASA DELLA NONNA, L'EX STELLA DEL CINEMA ANTONELLA LUALDI, CHE NON VOLEVA DARLE SOLDI – IL RAPPORTO CON L’AGENTE DEL SISDE FEDERICO ARMATI E LA “RELAZIONE PARTICOLARE” CON IL CAV: “MI AVEVA PRESO A CUORE MA È L’UOMO PIÙ IMPOTENTE DEL MONDO"

business

cronache

sport

FATE LEGGERE QUESTO PEZZO AI TIFOSI DELLA JUVENTUS - PER CAPIRE COME SIA STATA POSSIBILE LA PENALIZZAZIONE DI 15 PUNTI E PERCHE’ SIA STATA SANZIONATA SOLO LA JUVE PER LE PLUSVALENZE, BISOGNA COMPRENDERE CHE SONO CAMBIATE LE PROVE IN MANO MAGISTRATI GRAZIE ALLE CARTE DELL’INCHIESTA PRISMA - LE “EVIDENZE RELATIVE A INTERVENTI DI NASCONDIMENTO” O “MANIPOLATORI” SONO EMERSE SOLO PER LA JUVENTUS (CHE DA SOCIETÀ QUOTATA “DEVE RISPONDERE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI”), MENTRE A CARICO DELLE ALTRE SQUADRE (SAMPDORIA, EMPOLI, GENOA, PARMA, PISA, PESCARA, PRO VERCELLI, NOVARA), “NON SUSSISTONO EVIDENZE DIMOSTRATIVE SPECIFICHE”

cafonal

TENETEVI SALDI. TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. ROMA GODONA ESISTE E RESISTE. E SI SOLLAZZA AL FESTONE DI SANDRA CARRARO, STARRING PUPO CHE GORGHEGGIA CON MARA VENIER, BRU-NEO VESPA CHE TRILLA IL RITORNELLO DI “GELATO AL CIOCCOLATO, DOLCE E UN PO’ SALATO…”, MENTRE NICOLINO PORRO AGITA I PIEDINI. SCUTRETTOLA SENZA UNA CURVA FUORI POSTO MARIA ELENA BOSCHI. NON FA RIDERE, FA IMPRESSIONE ADRIANO ARAGOZZINI. INTORNO BOLGIA E PIGIA PIGIA DI PARTY-GIANI - CERTO, UN FESTONE ULTRA-CAFONAL, SPENSIERATO E GAUDENTE, MA PRIVO DELLA CILIEGINA CHE FA OGGI DI UN PARTY UN EVENTO: UN COLLEGAMENTO CON ZELENSKY DA KIEV SOTTO LE BOMBE... – VIDEO STRACULT!

viaggi

salute