LO SCAZZO TRA CEFERIN E AGNELLI NON HA FINE – IL PRESIDENTE DELLA UEFA AVREBBE ESCLUSO ANDREA AGNELLI DALLA CENA DI GALA PER LA NATIONS LEAGUE, NONOSTANTE DUE DELLE QUATTRO GARE SI DISPUTERANNO ALLO STADIUM – STASERA LA JUVE INCONTRERÀ IL CHELSEA E ALLEGRI HA ANCORA DIVERSI DUBBI DA SCIOGLIERE DOPO GLI INFORTUNI DI MORATA E DYBALA: “HO LE IDEE CONFUSE. POTREI STRAVOLGERE LA SQUADRA.” – LA STOCCATA A RABIOT: "FOSSI IN LUI SAREI ARRABBIATO CON ME STESSO: IN DUE ANNI HA SEGNATO POCO. NON ESISTE…

-

Condividi questo articolo


agnelli ceferin agnelli ceferin

Da www.ilnapolista.it

 

Le scaramucce tra l’Uefa e i club della Superlega continuano. Repubblica racconta di uno sgarbo di Ceferin verso il presidente della Juventus, Andrea Agnelli. Lo ha escluso dalla cena di gala per la Nations League. Nonostante le due gare si svolgano allo Stadium, cioè in casa di Agnelli.

 

ceferin agnelli ceferin agnelli

“Ma nella guerra tra istituzioni e scissionisti, il fronte tra Agnelli e Ceferin è sempre il più caldo. L’ultimo sgarbo lo ha piazzato la Uefa, che ha escluso dalla cena di gala che precederà le final four di Nations League il presidente della Juve. Nonostante sia il padrone di casa di due partite, la semifinale Belgio-Francia e la finale per il 3° posto, entrambe in programma allo Juventus Stadium. Agnelli poi è anche uno degli ospiti della Federcalcio per la prima semifinale a San Siro tra Italia e Spagna. I due inviti quasi certamente non sarebbero stati accolti per altri impegni del presidente bianconero, però il caso diplomatico resta”.

 

LA CONFERENZA STAMPA DI ALLEGRI

CONFERENZA STAMPA ALLEGRI CONFERENZA STAMPA ALLEGRI

Da www.sport.virgilio.it

 

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha ammesso di avere molti dubbi di formazione in vista della partita di Champions League contro il Chelsea. Le assenze di Dybala e Morata hanno aumentato l’incertezza in attacco: “Ho le idee confuse, ma siamo reduci da un buon allenamento. Ho molti dubbi in testa di formazione, vedremo quale schiererò. Potrei stravolgere la squadra. Non ho ancora deciso se giocherà Kean, Bernardeschi o Kulusevski”, è la confessione del tecnico toscano.

max allegri max allegri

 

Anche il modulo è un enigma: “Difesa a tre? E’ uno dei dubbi che ho, forse il primo. Però la difesa a tre è poi una questione relativa…”.

 

Allegri ha poi strigliato Adrien Rabiot, uno dei giocatori che ha deluso in questo avvio di stagione: “La differenza nelle carriere dei giocatori passa da quello che hanno nella testa, dall’obiettivo personale al servizio della squadra e dalla cattiveria con cui si allenano, con cui tirano in porta, con cui passano, con cui difendono. La carriera passa da questo: sono dettagli che fanno la differenza. Quanti giocatori bravi si sono persi? Gli mancava un pezzetto. Io fossi Rabiot sarei arrabbiato con me stesso: è al terzo anno in Italia, in due anni ha segnato poco. Non esiste, mi arrabbierei con me stesso. In questa stagione migliorerà su questi dettagli”.

 

massimiliano allegri 3 massimiliano allegri 3

I Blues campioni d’Europa sono ancora più temibili con Romelu Lukaku: “Sarà una bella partita, è una squadra molto solida. Hanno fisico e tecnica, ci vorrà partita di tecnica e precisione. Domani è un buon test per noi”.

 

Allegri spera che i bianconeri siano più continui rispetto alle ultime uscite: “Contro la Sampdoria siamo andati in difficoltà a tratti: in certi momenti dobbiamo essere più squadra e voglio vedere miglioramenti in tal senso già da domani”.

chiellini allegri chiellini allegri

 

In conferenza stampa c’era anche Giorgio Chiellini, che ha così parlato del momento della squadra: “Bisogna ritrovare il filo conduttore che ha portato la solidità del passato e che ci han fatto restare per anni ai massimi livelli. In questo modo ritroveremmo anche l’autostima”.

 

“Sarà importante non permettere che le qualità di campioni come Lukaku vengano fuori. Ma non c’è solo Lukaku“, ha continuato il capitano bianconero.

 

Condividi questo articolo

media e tv

“IL MIO CULO? È TALMENTE MALLEABILE CHE POSSO FARCI ENTRARE E USCIRE QUEL CHE VOGLIO” – E’ IL MANTRA DI CHLOE CHERRY, PORNOSTAR DIVENUTA NOTA AL GRANDE PUBBLICO PER LA PARTE NELLA SERIE TV “EUPHORIA” – BARBARA COSTA: “È NATA E CRESCIUTA IN PENNSYLVANIA, ED È STATA ALLEVATA IN UNA COMUNITÀ AMISH, DOVE LA GENTE È UN PO’ ALL’ANTICA SUL SESSO. E’ STATA EDUCATA CON IL DIVIETO DEL SESSO PRIMA DEL MATRIMONIO, CHE DEVE ESSERE UNO SOLO E DURARE TUTTA LA VITA. MANCO CI VOGLIO PENSARE, A COME LA SUA GENTE VALUTI IL PORNO, FATTO STA CHE CHLOE, RAGGIUNTA LA MAGGIORE ETÀ, DA LÌ È SCAPPATA…”

politica

business

LONDON CRAC! – ALLA FACCIA DELLA RETORICA BELLICISTICA DI BORIS JOHNSON, I CITTADINI SONO ALLE PRESE CON GLI EFFETTI PRATICI DELLA GUERRA IN UCRAINA: PREZZI CHE SCHIZZANO E RECESSIONE ALLE PORTE – L’ALLARME SUI RINCARI “APOCALITTICI” DEL GOVERNATORE DELLA BANCA D’INGHILTERRA RISUONA FORTE NEL PAESE, MENTRE LE PERSONE INIZIANO A RAZIONARE IL CIBO. E A METTERE IN DISCUSSIONE LA BREXIT. IL RISCHIO È CHE L'ISOLATISSIMO REGNO UNITO DIVENTI UN PARADISO FISCALE PER RICCHI ELUSORI FISCALI, CHE LASCIA I POVERI MORIRE DI FAME...

cronache

sport

VAI PAOLINO! IL RITORNO DI MALDINI DECISIVO PER RESUSCITARE IL MILAN – MOLTO PIU’ DI UN SEMPLICE DIRETTORE DELL’AREA TECNICA, IL VECCHIO "CUORE DI DRAGO" ROSSONERO E’ STATO QUELLO CHE HA TRASFERITO ALLA SQUADRA E AL CLUB IL DNA VINCENTE DEL MILAN BERLUSCONIANO – LA CONFERMA DI PIOLI (QUANDO GAZIDIS SI ERA INVAGHITO DI RANGNICK), GLI ACQUISTI MIRATI, IL FUTURO (PAOLINO HA IL CONTRATTO IN SCADENZA A FINE GIUGNO) - I MALDINI SONO LA PRIMA FAMIGLIA ITALIANA A VINCERE UNO SCUDETTO CON TRE GENERAZIONI DIVERSE 

cafonal

viaggi

salute

CONTRORDINE! LA CARNE ROSSA ALLUNGA LA VITA! - UNA RICERCA DIMOSTRA CHE NEI PAESI DOVE SE NE MANGIA POCA, A VANTAGGIO PER ESEMPIO DI CEREALI E TUBERI, SI CAMPA DI MENO - LE BISTECCHE NON FAREBBERO VENIRE IL CANCRO: IL RISCHIO DI TUMORE AL COLON, SEMMAI, CRESCE SOPRATTUTTO IN CHI HA UNA DIETA PARTICOLARMENTE RICCA DI FIBRE GREZZE E NON RAFFINATE - IL PROFESSOR GIUSEPPE PULINA, PRESIDENTE DI "CARNI SOSTENIBILI": “PER DUE MILIONI DI ANNI ABBIAMO MANGIATO PROTEINE E GRASSI CON POCHISSIMI CARBOIDRATI, MENTRE ORA…”