APRITE I PORTAFOGLI PER LA PATRIA – LE BANCHE STANNO SCARICANDO I TITOLI DI STATO ITALIANI E COSTRINGONO IL TESORO A INVENTARSI NUOVE FORMULE PER CONVINCERE I CITTADINI A COMPRARE BTP E BOT. È IL CASO DEL NUOVO STRUMENTO VARATO DA GIORGETTI, IL “BTP VALORE”, CHE DOVREBBE SERVIRE A RIFINANZIARE IL DEBITO PUBBLICO – IN PANCIA AGLI ISTITUTI ITALIANI CI SONO ANCORA 290 MILIARDI DI BOND, MA L’ESPOSIZIONE COMPLESSIVA È DI CIRCA…

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Fabrizio Goria per www.lastampa.it

 

I DETENTORI DEL DEBITO PUBBLICO ITALIANO I DETENTORI DEL DEBITO PUBBLICO ITALIANO

Le banche italiane continuano a scaricarsi di titoli di Stato. Soprattutto italiani. Forzando il Tesoro a emettere nuovi strumenti come il Btp Valore destinati ai piccoli risparmiatori, nel tentativo di rifinanziare la mole di debito pubblico circolante.

 

In pancia agli istituti italiani […] ci sono ancora circa 290 miliardi di euro di bond governativi emessi dal Mef. Anche se l’esposizione complessiva alle obbligazioni sovrane è di circa 640 miliardi: il 16% dell’intero portafoglio di asset, ovvero la maggiore percentuale fra i sistemi bancari nazionali dell’area euro. Un fattore che fa preoccupare la Banca centrale europea per via dell’esposizione al rischio di credito e al rischio sovrano.

 

I rialzi dei tassi d’interesse […] stanno producendo squilibri significativi che necessitano di una vigilanza massiccia. Il motivo è semplice: gli istituti di credito sono vulnerabili alle perdite non contabilizzate derivanti dall’apprezzamento dei titoli di Stato che hanno in bilancio.

giorgia meloni giancarlo giorgetti giorgia meloni giancarlo giorgetti

 

Quando si tratta di rischio di tasso di interesse, la contabilità determina se i profitti di una banca saranno impattati in forma diretta: le esposizioni sovrane sono valutate al costo ammortizzato o all’equo valore (fair value, ndr), a seconda delle posizioni aperte.

 

In quest’ottica […] le banche olandesi sono le più protette contro le perdite dovute all’aumento dei tassi. Questo perché detengono solo il 6% del loro debito sovrano al fair value. […] Le banche italiane, di contro, sono al 30% e le tedesche al 39%.

 

BTP VALORE BTP VALORE

[…] Dalla fine del 2021, con le prime avvisaglie delle strette della Bce, le banche italiane hanno cominciato a ridurre l’esposizione a Btp e Bot. Con la conseguenza che il Tesoro è dovuto correre ai ripari con misure autarchiche.

 

Spingendo sulla clientela retail dei piccoli risparmiatori, Via XX Settembre sta cercando una duplice mossa. Da un lato, allungare le scadenze del debito pubblico per evitare che la normalizzazione della politica monetaria incida sugli interessi passivi. Dall’altro, allocare presso i piccoli risparmiatori italiani la quota dismessa dalla clientela istituzionale e da Francoforte stessa, che non sta reinvestendo il portafoglio titoli dell’Asset purchase programme.

GIANCARLO GIORGETTI E GIORGIA MELONI GIANCARLO GIORGETTI E GIORGIA MELONI

 

Il problema, evidenziato da plurime banche d’investimento fra cui Citi, Morgan Stanley e Deutsche Bank, è che oltre al rischio di tasso d’interesse i portafogli degli istituti italiani dovranno affrontarne altri due, quello di credito e quello di rischio sovrano. In ambo i casi la mitigazione più semplice e veloce è solo una: la chiusura delle posizioni aperte. Situazione che metterà il Tesoro sotto pressione per le prossime emissioni di titoli di Stato.

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – SOLO IN ITALIA LE ELEZIONI EUROPEE SONO VISTE COME UNA SFIDA DE' NOANTRI PER PESARE IL CONSENSO E ARRIVARE A UN REGOLAMENTO DI CONTI TRA I DUELLANTI MELONI E SALVINI - AL DI LA' DELLE ALPI SONO INVECE CONSAPEVOLI CHE, NELL'ATTUALE DISORDINE MONDIALE, CON STATI UNITI E RUSSIA CHE HANNO DAVANTI LE PIU' DIFFICILI ELEZIONI PRESIDENZIALI, IL VOTO DEL 9 GIUGNO RAPPRESENTA UN APPUNTAMENTO CHE PUO' CAMBIARE LA STORIA DELL'UNIONE - "IO SO' GIORGIA", ATTRAVERSO IL FEDELE PROCACCINI, INVOCA L'ALLEANZA TRA ECR E IL PPE BUTTANDO FUORI I SOCIALISTI. IDEA SUBITO STRONCATA DAL LEADER DEI POPOLARI WEBER. PERCHE' IL CLIMA È CAMBIATO IN GERMANIA: CDU-CSU E SOCIALISTI MIRANO DI TORNARE ALLA 'GROSSE KOALITION' PER ARGINARE L’AVANZATA DEI NEONAZI DI AFD E SFANCULARE I VERDI…

DAGOREPORT! - IL VENTO STA CAMBIANDO? A OTTOBRE, SI RITORNA ALLE URNE? SALVINI MOLLA MELONI? - DELIRIO PER I SONDAGGI CHOC DELLE REGIONALI IN SARDEGNA: ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, AVREBBE DUE PUNTI DI VANTAGGIO SUL MELONIANO TRUZZU - IN VISTA DELLE EUROPEE, UNA SCONFITTA SAREBBE UN PESSIMO SEGNALE PER LA MELONA - SALVINI AL MURO: SE LA LEGA VA SOTTO L’8%, POTREBBE TOGLIERE L’APPOGGIO AL GOVERNO - IN CASO DI CRISI, NESSUN GOVERNO TECNICO: SI VOTA SUBITO, A SETTEMBRE/OTTOBRE. LA MELONA VUOLE CAPITALIZZARE IL CONSENSO, PRIMA DELL'ARRIVO DELLA CRISI ECONOMICA - RESO INERTE TAJANI, PER GOVERNARE, LA DUCETTA HA BISOGNO DI UNA LEGA DESALVINIZZATA - E NON È DETTO CHE IL CAPITONE RIMANGA AL SUO POSTO: LA BASE ELETTORALE DEL CARROCCIO HA UN DNA MODERATO E PRAGMATISTA, E NE HA PIENE LE PALLE DELLA POLITICA DESTRORSA, AFFOLLATA DI LE PEN E NAZISTOIDI. I FEDRIGA, I ZAIA, I FONTANA, I GIORGETTI SONO LEGHISTI BEN COMPATIBILI CON GIORGIA “FASCIO TUTTO IO!”. E’ SALVINI CHE SI È ESTREMIZZATO

DAGOREPORT! FRA 7 GIORNI, LE REGIONALI IN SARDEGNA POTREBBERO RIVELARSI MOLTO SORPRENDENTI - L’ULTIMO SONDAGGIO RISERVATO È UNA DOCCIA GELATA PER I SOGNI DI GLORIA DI MELONI. ALESSANDRA TODDE, CANDIDATA DI SCHLEIN+CONTE, RAGGIUNGE IL 45% MENTRE PAOLO TRUZZU, SINDACO DI CAGLIARI IMPOSTO DALLA DUCETTA IN CULO A SALVINI, SI DEVE ACCONTENTARE DEL 42,5%. SEMPRE A SINISTRA, RENATO SORU, CON LA SUA 'COALIZIONE SARDA’, INTASCA L'11,2% - SE TALI RILEVAZIONI DIVENTASSERO REALTÀ, IL CENTRODESTRA PERDEREBBE LA REGIONE SARDEGNA E PER MELONI SAREBBE LA PRIMA BRUCIANTE SCONFITTA. MENTRE PER IL FATIDICO “CAMPOLARGO” PD-M5S IL SOGNO DI UNIRE LE FORZE POTREBBE DIVENTARE REALTÀ NAZIONALE-. DOPO UN ANNO E MEZZO, LA LUNA DI MIELE E' FINITA? “IO SO’ GIORGIA” HA QUASI DEL TUTTO CASSATO L’IDEA SULLA SUA CANDIDATURA ALLE EUROPEE. FRATELLI D'ITALIA CHE NON SUPERA IL 30% CON LA LEADER IN CAMPO SAREBBE VISSUTO ALLA STREGUA DI UN CLAMOROSO FLOP