CHE NE SARA’ DI “FCA”? SECONDO IL FINANCIAL TIMES LA FAMIGLIA AGNELLI NON VENDERÀ L'AUTO, SONO 3 LE IPOTESI SUL TAVOLO, JOHN ELKANN, DEFINITO “BALUARDO DELLA DINASTIA FIAT”, VALUTA ACCORDI CON I COMPETITOR, UNA FUSIONE O UN UN’ALLEANZA CON UN GRANDE GRUPPO TECNOLOGICO – IL CROLLO DELLE VENDITE IN CINA

-

Condividi questo articolo

Da ansa.it

FCA FCA

 

La famiglia Agnelli non venderà l'auto, ma sono tre le ipotesi - sostiene il Financial Times in un articolo dedicato al futuro di Fca - su cui John Elkann lavora: accordi per piattaforme di condivisione di ricerca e sviluppo con i competitor, fusione o unione con un grande gruppo tecnologico. Il Financial Times definisce Elkann "baluardo della dinastia Fiat" e "il perfetto modello di un moderno industriale globale".

 

"Elkann - ricorda il Financial Times, che nella sua ricostruzione cita persone vicine al presidente di Fca ed Exor - ha cercato un legame nel settore automobilistico per diversificare il rischio dal 2015, quando Fca è stata respinta dalla General Motors". Elkann - dice Ft - descrive gli anni dopo la scomparsa di suo nonno come "terribili" e ricorda che Fiat ha attraversato un momento molto difficile, cambiando quattro amministratori delegati dal 2002 al 2004.

 

mike manley john elkann mike manley john elkann

Ora Elkann è concentrato sulla guida di Fca in un momento in cui l'industria è sotto pressione per via della disruption tecnologica e il crollo delle vendite in Cina. L'articolo mette in risalto "pragmatismo, glamour, senso del dovere e relazioni internazionali" del presidente di Fca ed Exor, definito "l'industriale moderno che lavora per far durare la dinastia Fiat".

mike manley mike manley mike manley john elkann mike manley john elkann

 

 

Condividi questo articolo

business