IL GIOCO DELLE TRE CARTE DI PROFUMO-MONTI-SACCOMANNI: L’ITALIA PRESTA 4 MILIARDI DI EURO A MPS, E PROFUMO PER COSA LI USA? PER COMPRARE TITOLI DI STATO ITALIANI E FAR FELICE LA MERKEL!

Secondo i conti presentati ieri, Mps ha comprato 3 miliardi in bond italiani nel solo ultimo trimestre - Quindi un governo insolvente promette di fornire soldi (finti) a una banca insolvente, che li usa per comprare bond del governo: così si perpetua la finzione che entrambi i soggetti siano solventi!...

Condividi questo articolo


Dagoreport da "Zero Hedge" - www.zerohedge.com

Ci deve essere un motivo per cui l'Italia continua a salvare "again and again and again" il Monte dei Paschi di Siena, la terza, più antica, più piagata dagli scandali e più insolvente banca d'Italia, che al momento sta godendo dell'ennesimo "bailout".

MARIO MONTI VOTA PER IL QUIRINALEMARIO MONTI VOTA PER IL QUIRINALE

Per trovare questo arcano motivo, basta guardare lo schema che presenta la quantità di obbligazioni italiane che si può trovare nella pancia della banca. Secondo i conti presentati ieri, Mps ha comprato più di 3 miliardi di euro in titoli di Stato italiani solo nel secondo trimestre del 2013!

L'Italia quindi sta emettendo bond per raccogliere soldi e prestare 4 miliardi di euro al Montepaschi, che a sua volta usa quei miliardi per comprare i bond emessi dall'Italia!

SACCOMANNISACCOMANNI

E' facile spiegare il sistema:

- Un governo insolvente promette di fornire più soldi (finti) e garanzie a una banca insolvente, e in cambio...
- La banca insolvente continua a comprare i bond venduti dal governo insolvente, e così...
- Si perpetua la finzione che entrambi soggetti siano solventi.

Deve esserci un nome per una simile "innovativa" relazione simbiotica...

ALESSANDRO PROFUMO E FABRIZIO VIOLAALESSANDRO PROFUMO E FABRIZIO VIOLA

 

 

Condividi questo articolo

business

VELENI AD ALTA QUOTA – REPORT INTERNI, MAIL INTERCETTATE, DOSSIERAGGI: È GUERRA TRA LAZZERINI E ALTAVILLA! L’AD DI “ITA AIRWAYS”, ATTACCA ALZO ZERO L’EX PRESIDENTE, CHE AVREBBE GESTITO L’AZIENDA IN MANIERA PADRONALE E “PRIVATISTICA”. UN ESEMPIO? IL VOLO PER LA SARDEGNA DOVE SI SONO ACCOMODATI PARENTI E AMICI, A SPESE DELLA COMPAGNIA (CON TANTO DI CAMBIO DI AEREO PER FAR POSTO A TUTTI) – E COSÌ, MENTRE LA COMPAGNIA PROCEDE SPEDITA VERSO IL BARATRO, CI SARANNO DUE CAUSE INCROCIATE: UNA ANNUNCIATA DA ALTAVILLA, L’ALTRA QUELLA CHE SI RISERVA DI PROMUOVERE IL TESORO CONTRO IL MANAGER…

COSE MAI VISTE: IL SOTTOSEGRETARIO CON DELEGA ALL’INNOVAZIONE TECNOLOGICA, ALESSIO BUTTI, A BORSE APERTE BOLLA COME “FANTASIA” L’IPOTESI DI UN’OPA TOTALITARIA SU TUTTA TIM (PREVISTA DAL SUO “PIANO MINERVA” E FA CROLLARE IL TITOLO DI TELECOM – L’UNICA COSA CERTA, AL MOMENTO, È CHE IL MEMORANDUM DI MAGGIO CDP-OPEN FIBER È CARTA STRACCIA – LE IPOTESI SONO DUE: UN’OPA PARZIALE (CHE PERÒ RICHIEDE IL VIA LIBERA DI VIVENDI) E LO SPIN-OFF DELLA RETE CON SCISSIONE PROPORZIONALE DEL TITOLO…