IL GOVERNO AMERICANO SCENDE IN CAMPO E ANNUNCIA UN PIANO PER EVITARE CHE IL FALLIMENTO DI SILICON VALLEY BANK SI TRAMUTI IN UNA NUOVA LEHMAN BROTHERS. IL TESORO, LA FDIC E LA FED ANNUNCIANO CHE TUTTI I DEPOSITI PRESSO SVB SARANNO DISPONIBILI DA LUNEDÌ, QUINDI ANCHE QUELLI SOPRA IL 250 MILA DOLLARI ASSICURATI DALLA FEDERAL DEPOSIT INSURANCE CORP - LA BANCA CENTRALE METTE A DISPOSIZIONE UNA NUOVA FINESTRA DI LIQUIDITÀ PER AIUTARE LE BANCHE A RISPONDERE ALLE RICHIESTE DEI CLIENTI IN CASO DI FUGA - INTANTO FA CRAC ANCHE SIGNATURE BANK, TRAVOLTA DAL CROLLO DI SVB…

-

Condividi questo articolo


silicon valley bank silicon valley bank

SVB: BIDEN, LIETO SOLUZIONE, CONTRIBUENTI NON A RISCHIO

(ANSA) - NEW YORK, 12 MAR - "Sono lieto che sia stata trovata una soluzione rapida che tutela i lavoratori americani e le piccole imprese, e mantiene al sicuro il nostro sistema finanziario. Una soluzione che assicura inoltre che i soldi dei contribuenti non siano messi a rischio". Lo afferma Joe Biden in una nota commentando l'azione delle autorità americane per Silicon Valley Bank.

 

I fondi per assicurare tutti i depositi di Silicon Valley Bank arriveranno infatti da Wall Street e dalle grandi istituzioni finanziarie, come spiegato dal Tesoro. "La Fdic userà i fondi del Deposit Insurance Fund per assicurare che tutti" i depositi di Svb siano pagati, ha detto il Tesoro. Il Deposit Insurance Fund è un'assicurazione privata pagata dalle banche per assicurare i depositi. La Fdic gestisce il livello del Deposit Insurance Fund, al quale l'amministrazione Biden ha deciso di ricorrere per evitare di riaccendere il dibattitto sui salvataggi del 2008 finanziati con i soldi dei contribuenti.

YELLEN BIDEN 3 YELLEN BIDEN 3

 

IL PIANO USA PER SVB, TUTTI I DEPOSITI SARANNO PAGATI

 (ANSA) - NEW YORK, 12 MAR - Il governo americano scende in campo E annuncia un piano per evitare che il fallimento di Silicon Valley Bank si tramuti in una nuova Lehman Brothers. Il Tesoro, la Fdic e la Fed annunciano - in una nota congiunta - che tutti i depositi presso Svb saranno disponibili da lunedì, quindi anche quelli sopra il 250.000 dollari assicurati dalla Federal Deposit Insurance Corp.

 

sede della silicon valley bank sede della silicon valley bank

Inoltre la banca centrale mette a disposizione una nuova finestra di liquidità per aiutare le banche a rispondere alle richieste dei clienti in caso di fuga. Un'azione "forte" che ha come obiettivo quello di "proteggere l'economia americana rafforzando la fiducia nel nostro sistema bancario", si legge nella nota congiunta nella quale si precisa che "il sistema bancario resta resiliente e si basa su fondamenta solide, in larga parte grazie alle riforme effettuate dopo la crisi finanziaria".

 

sede della silicon valley bank 1 sede della silicon valley bank 1

Parole però accompagnate dalla chiusura da parte della autorità di una seconda banca, Signature Bank, nello Stato di New York e uno dei maggiori istituti per le società cripto. "Non è il 2008", si affrettano comunque a precisare dal Tesoro americano sottolineando che il piano non implica alcun salvataggio. "Vengono tutelati i depositanti" mentre i titolari di azioni e bond vengono spazzati via, precisa il Tesoro confermando così la linea di Janet Yellen che, a chiare lettere, aveva detto che non ci sarebbe stato alcun salvataggio.

 

L'azione del governo e della Fed, "pronta a far fronte a ogni problema di liquidità che potrebbe emergere", punta a disinnescare i timori di un effetto contagio dal fallimento della banca e a tutelare le centinaia di start-up tecnologiche e non solo che avevano depositi alla Silicon Valley Bank. Tutelando tutti i depositi, anche quelli sopra i 250.000 dollari che rappresentano il 90% dei depositanti di Svb.

 

SILICON VALLEY BANK SILICON VALLEY BANK

Un segnale quindi di distensione che punta a evitare una crisi bancaria dalle conseguenze imprevedibili anche per il presidente Joe Biden che si appresta a decidere su una sua possibile ricandidatura per il 2024. "Monitoriamo da vicino le condizioni del mercato finanziario e siamo pronti a usare tutti gli strumenti a sostegno delle famiglie e delle imprese e a prendere ulteriori misure se necessario", precisa la Fed. Monitora anche il Tesoro, valutando se il caso di Svb possa richiedere ulteriori regole.

 

SIGNATURE BANK CHIUDE TRAVOLTA DA CROLLO SVB E CRIPTO

SILICON VALLEY BANK SILICON VALLEY BANK

 (ANSA) - NEW YORK, 12 MAR - Signature Bank è chiusa dalle autorità americane, in quello che è il secondo grande fallimento di una banca in tre giorni e il terzo maggiore nella storia dopo Washington Mutual nel 2008 e Silicon Valley Bank. L'istituto di New York ha pagato proprio il crollo di Svb, colpevole di aver innescato una crisi di fiducia e una fuga dei clienti. La banca ha cercato invano di cercare un acquirente nelle ultime 48 ore ma non è riuscita a chiudere un accordo I clienti di Signature Bank avranno indietro tutti i loro depositi, così come quelli di Svb.

 

BIDEN YELLEN BIDEN YELLEN

La banca aveva aperto i battenti nel 2001 presentandosi come alternativa ai grandi istituti e vantandosi della sua accurata assistenza ai clienti. Dopo la crisi finanziaria del 2008 è cresciuta rapidamente divenendo una delle preferite degli investitori. Nel 2018 ha mosso i primi passi nel mondo cripto, assumendo personale specializzato così da espandere il suo raggio d'azione al di là del mercato immobiliare.

 

Un passo importante che l'ha portata a divenire una della maggiori istituzioni finanziarie sul mercato delle critpovalute, e l'ha aiutata a raddoppiare i depositi in due anni. Agli inizi del 2022 proprio il 27% del suo totale depositi proveniva da clienti con asset digitali. L'esposizione alle critpovalute però l'ha resa anche vulnerabile al collasso di Ftx tanto da spingerla a tagliare i rapporti con alcuni dei suoi clienti attivi sugli asset digitali, fra i quali Binance.

silicon valley bank 1 silicon valley bank 1

 

Il passo indietro non è però riuscito a calmare i timori degli investitori e così la chiusura di Silvergate Capital prima e di Silicon Valley Bank poi l'hanno travolta. Il fallimento di Signature Bank minaccia di tagliare fuori l'industria cripto dal sistema bancario regolamentato americano. Un timore emerso nel corso di alcuni incontri di emergenza tenuti nelle ultime ore dalle società attive nel settore delle criptovalute. Nell'annunciare la chiusura di Signature Bank, le autorità hanno precisato che gli azionisti non saranno tutelati e il management sarò rimosso. La banca, alla fine del 2022, aveva 110 miliardi di dollari di asset e 88,6 miliardi in depositi.

 

Condividi questo articolo

business

IL SISTEMA BANCARIO MONDIALE È APPESO A UN TWEET? – IL 12 MARZO SCORSO, ALLE 13:29, L’IMPRENDITORE TEDESCO KIM DOTCOM, CHE VANTA 1,3 MILIONI DI FOLLOWER, SCRIVE: “CORRETE IN BANCA! PORTATE VIA I VOSTRI SOLDI!”. IL TWEET, RILANCIATO 4.000 VOLTE PER 2,5 MILIONI DI VISUALIZZAZIONI, DÀ IDEALMENTE IL VIA A 36 ORE DI PANICO CHE PORTERANNO AL FALLIMENTO DI SILICON VALLEY BANK. PER ALCUNI ANALISTI IL PRIMO CRAC FINANZIARIO CAUSATO DAI SOCIAL – IL NUMERO UNO DI CITIGROUP AMMETTE: “SONO BASTATI UN PAIO DI TWEET E…

SULL’AUTO VERDE BRUXELLES E BERLINO TROVANO UN ACCORDO. E L’ITALIA RESTA A PIEDI – L’ANNUNCIO DEL VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE, TIMMERMANS: L’UTILIZZO DEGLI E-FLUEL (I CARBURANTI SINTETICI) SARÀ CONSENTITO ANCHE DOPO IL 2035, COME CHIEDEVA LA GERMANIA. NESSUNA DEROGA INVECE PER I BIOCARBURANTI, COME PRETENDE IL GOVERNO MELONI – ORA, PER LA RATIFICA DEFINITIVA DEL REGOLAMENTO EUROPEO, NON SEMBRANO ESSERCI PIÙ PROBLEMI, ANCHE SE L’ITALIA DECIDESSE DI VOTARE NO…

L’ACCORDO ITA-LUFTHANSA NON DECOLLA – LE TRATTATIVE TRA IL MINISTERO DEL TESORO E LA COMPAGNIA TEDESCA SONO FRENATE DA QUESTIONI ECONOMICHE (L’OFFERTA PER IL 40% È SCESA A 200 MILIONI) MA ANCHE DAI DIFFERENTI OBIETTIVI INDUSTRIALI – IL GOVERNO VUOLE CHE L'EX ALITALIA ACQUISTI NUOVI AEREI E SI APRA ANCORA DI PIÙ ALLE ROTTE INTERNAZIONALI. PER LUFTHANSA ITA AIRWAYS NON PUÒ FARE CONCORRENZA AI BIG MONDIALI E DOVRÀ ESSERE COMPLEMENTARE AL GRUPPO – INTANTO LA CASSA DI ITA SI ASSOTTIGLIA...

DEUTSCHE SBANK! – AD AFFOSSARE LE BORSE, GIÀ PROVATE DA SVB E CREDIT SUISSE, IERI È STATO IL CROLLO DEL TITOLO DI DEUTSCHE BANK, CHE HA BRUCIATO 2 MILIARDI DI CAPITALIZZAZIONE – AD ALLARMARE GLI INVESTITORI LA DECISIONE DELL’ISTITUTO TEDESCO DI RIMBORSARE ANTICIPATAMENTE UN’OBBLIGAZIONE SUBORDINATA DA 1,5 MILIARDI: UNA MOSSA CHE DOVEVA DARE FIDUCIA MA CHE È STATA VISTA COME UN SEGNALE DI DEBOLEZZA – L’INNESCO DEL TRACOLLO È STATA LA SCOMMESSA AL RIBASSO DEI FONDI USA SULLE BANCHE TEDESCHE