CAFONALINO - CHE CI FANNO GIANFRANCO VISSANI E EDOARDO VIANELLO IN UNA LIBRERIA? BALLANO "I WATUSSI"? NO, ERANO ALLA PRESENTAZIONE DI ‘’AFFARI DI LIBRI’’ DI MARIAGLORIA FONTANA, ALLA LIBRERIA "ELI" DI MARCELLO CICCAGLIONI - IL VOLUME RACCOGLIE DIECI INTERVISTE A SCRITTORI E SCRITTRICI: PRATICAMENTE UNA CAREZZA PER IL LORO EGO GIA' ESPANSO... - FOTO

-

Condividi questo articolo


Foto di Luciano Di Bacco per Dagospia

Da www.romait.it

 

gianfranco vissani mariagloria fontana foto di bacco gianfranco vissani mariagloria fontana foto di bacco

Immaginavate che Gianfranco Vissani fosse un frequentatore di librerie, che amasse Marcel Proust e avesse una predilezione per ‘’Il cimitero di Praga’’ di Umberto Eco?

 

gianfranco vissani edoardo vianello foto di bacco gianfranco vissani edoardo vianello foto di bacco

E sapevate che Edoardo Vianello avesse avuto un padre futurista e fosse un divoratore di narrativa italiana? Ebbene, i due, e non solo loro, si sono ritrovati a Roma qualche giorno fa alla libreria Eli di Marcello Ciccaglioni, storico libraio romano, un posto talmente bello e singolare che Roberto Saviano ha voluto girarci uno ‘’spot’’ per il suo ultimo libro, Solo è il coraggio, Bompiani.

 

sergio pisani marco vittiglio foto di bacco sergio pisani marco vittiglio foto di bacco

L’occasione è stata l’uscita del volume ‘’Affari di Libri’’, Giulio Perrone Editore, di Mariagloria Fontana, giornalista e conduttrice radiotelevisiva di Radio Radio e Radio Radio Tv, presentato assieme agli scrittori Luca Ricci, autore de Gli Invernali, La Nave di Teseo, e a Nadia Terranova, già finalista al Premio Strega 2019, e attualmente in libreria con Trema La Notte, Einaudi.

 

luca ricci marcello ciccaglioni foto di bacco luca ricci marcello ciccaglioni foto di bacco

Un variegato pubblico ha accolto la presentazione del libro che contiene dieci interviste a cinque scrittori: il Premio Strega Emanuele Trevi, Roberto Cotroneo, Luca Ricci, Marco Missiroli, Andrea Pomella, e a cinque scrittrici: Teresa Ciabatti, Nadia Terranova, Lisa Ginzburg, Viola Di Grado, Chiara Gamberale.

 

manuela lucchini foto di bacco manuela lucchini foto di bacco

Dieci ritratti di altrettanti autori fra i più brillanti della narrativa italiana che raccontano la scrittura, il processo creativo, il metodo, le ossessioni, ma, per i lettori più curiosi, non mancano incursioni nella sfera privata e sentimentale.

 

Così troviamo Teresa Ciabatti: ‘’Le mie ossessioni sono i miei morti, mio padre e mia madre, io rispondo solo a loro’’. Lisa Ginzburg: ‘’Noi scrittori siamo tutti orfani’’. Nadia Terranova: ‘’Ho flirtato troppo con l’abisso adesso nel sottosuolo ci vado solo scrivendo i miei libri’’.

 

roberto gramiccia foto di bacco roberto gramiccia foto di bacco

Emanuele Trevi: «Chiara (Gamberale, sua seconda ex moglie, nda) è una mia solitudine. Non mi annoio mai con lei. Chiara è la punta di una piramide affettiva’’. Chiara Gamberale: ‘’Quando ho incontrato Emanuele Trevi (suo ex marito, nda) ci siamo un po’ salvati la vita, ma per me la partita col male di vivere non è finita’’;

 

pubblico pubblico

Luca Ricci: ‘’(I miei colleghi) a volte vivono all’ombra di una testata giornalistica o di una casa editrice. Io zero. Vado quando sono costretto, quando non ne posso fare a meno’’. Viola Di Grado: ‘’Non ho mai temuto la realtà, solo me stessa’’. Roberto Cotroneo che è anche fotografo: ‘’Se potessi fotograferei solo donne’’. Andrea Pomella: ‘’Forse sì, la vera arte nasce dalla sofferenza’’. Marco Missiroli: ‘’Non mi definisco un padre, un marito, uno scrittore, ma uno che guarda da più angolature’’.

 

mariagloria fontana luca ricci foto di bacco mariagloria fontana luca ricci foto di bacco

Un libro intervista che entra di fatto nella tradizione delle grandi interviste in pieno stile Paris Review.

 

gianfranco vissani e mariagloria fontana gianfranco vissani e mariagloria fontana mariagloria fontana edoardo vianello foto di bacco mariagloria fontana edoardo vianello foto di bacco nadia terranova foto di bacco nadia terranova foto di bacco nadia terranova mariagloria fontana foto di bacco nadia terranova mariagloria fontana foto di bacco paola e marino collacciani foto di bacco paola e marino collacciani foto di bacco gianfranco vissani foto di bacco (2) gianfranco vissani foto di bacco (2) edoardo vianello foto di bacco edoardo vianello foto di bacco francesco vergovich gianfranco vissani foto di bacco francesco vergovich gianfranco vissani foto di bacco dipinti in esposizione alla libreria eli (2) dipinti in esposizione alla libreria eli (2) francesco vergovich gianfranco vissani mariagloria fontana foto di bacco francesco vergovich gianfranco vissani mariagloria fontana foto di bacco eleonora mattia foto di bacco eleonora mattia foto di bacco libro presentato libro presentato gianfranco vissani foto di bacco (3) gianfranco vissani foto di bacco (3) gianfranco vissani foto di bacco (1) gianfranco vissani foto di bacco (1) dipinti in esposizione alla libreria eli (1) dipinti in esposizione alla libreria eli (1) sergio pisani foto di bacco sergio pisani foto di bacco luca ricci gianfranco vissani mariagloria fontana edoardo vianello foto di bacco luca ricci gianfranco vissani mariagloria fontana edoardo vianello foto di bacco luca ricci foto di bacco luca ricci foto di bacco libreria eli (3) libreria eli (3) sebastiano bianchieri manuela luchini foto di bacco sebastiano bianchieri manuela luchini foto di bacco gianfranco vissani mariagloria fontana edoardo vianello foto di bacco gianfranco vissani mariagloria fontana edoardo vianello foto di bacco libreria eli (2) libreria eli (2) libreria eli (1) libreria eli (1) dipinto di mario mafai esposto alla libreria eli dipinto di mario mafai esposto alla libreria eli

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

“IL FOGLIO” METTE IL DITO NELLA PIAGA: “LAUDATI RIVELA CHE NESSUN ACCERTAMENTO NEI CONFRONTI DI CROSETTO È MAI STATO EFFETTUATO DALL’UFFICIO SOS DELLA PROCURA ANTIMAFIA: GLI ACCESSI SONO STATI EFFETTUATI SULLA BANCA DATI IN DOTAZIONE ALLA GUARDIA DI FINANZA, NEI CUI UFFICI PASQUALE STRIANO LAVORAVA TRE GIORNI A SETTIMANA” - ERGO: STRIANO ERA AL SERVIZIO DI DUE PADRONI: FINANZA E MAGISTRATURA; UN RUOLO AMBIVALENTE CHE GLI PERMETTEVA DI NON RENDERE CONTO A NESSUNO DEI SUOI ACCESSI ABUSIVI ALLE BANCHE DATI, FINO A QUANDO QUALCUNO DEI SERVIZI SEGRETI AVVERTÌ IL MINISTRO DELLA DIFESA CROSETTO CHE FECE L’ESPOSTO CHE DETTE VITA ALLO SCANDALO - CHI SI È INVENTATO IL DUPLEX FINANZA-DNA CHE VA AL DI LÀ DELLE PREROGATIVE DI LEGGE, QUINDI ILLEGALE? - PERCHE' LA MELONIANA CHIARA COLOSIMO NON HA ANCORA SENTITO IL BISOGNO DI INTERROGARE NON SOLO STRIANO, MA SOPRATTUTTO GIUSEPPE ZAFARANA, IL COMANDANTE GENERALE DELLE FIAMME GIALLE DAL 2019 AL 2023, DA CUI STRIANO ERA ALLE DIPENDENZE?

FLASH! – MENTRE TANTI CIANCIANO DEL TENERO PIER SILVIO A CAPO DI FORZA ITALIA (SUPREMA CAZZATA), NESSUNO SI È ACCORTO CHE IL VERO EREDE DI SILVIO BERLUSCONI SI CHIAMA MARINA. E’ LEI CHE HA DATO L’ORDINE ALL’INFORMAZIONE MEDIASET DI FINIRLA CON LE POMPE IN GLORIA DELLA MELONA. NON SOLO. APPROFITTANDO DELLA PRESENTAZIONE ROMANA DEL FILM SU ENNIO DORIS, SI E’ SPARATA LA SUA PRIMA “ARRINGA” IN VISTA DELLE EUROPEE. BERSAGLIO: GIORGIA E MATTEO: “VOTARE FORZA ITALIA SIGNIFICA VOTARE PER CHI AVRÀ UN RUOLO DA PROTAGONISTA: È L’UNICO A FAR PARTE DELLA GRANDE FAMIGLIA DEL PPE”

DAGOREPORT - DAGO: “È VERO: IO E ITALO BOCCHINO SIAMO STATI AMICI PER ANNI. E PERCHÉ IL RAPPORTO SI È IMPUTRIDITO ED È FINITO NEL CESSO E' UNA STORIA POLITICA CHE MERITA DI ESSERE NARRATA" -  ALL’INIZIO SEMBRAVA CHE STUDIASSE PER DIVENTARE GIANFRANCO FINI, IL CONDUCATOR DI UNA “DESTRA DI SINISTRA”, CONSERVATRICE E LIBERALE. DEFUNTO IL "FINISMO", TRAVIATO DA CATTIVE AMICIZIE, DISTINGUENDO POCO LE RELAZIONI POLITICHE E QUELLE D'AFFARI, È FINITO PER DIVENTARE UN BEL AMI CHE SI SBATTE PER RISALIRE SUL CARRO DEL VINCITORE (“MELONI È LA NUOVA MERKEL" - ''SONO RINATO GRAZIE A MELONI, PER FARE UNA COME LEI CI VOGLIONO MILLE SCHLEIN” - “I MELONI? MEGLIO DEI KENNEDY”) - ECCO PERCHÉ LE MELONI SISTERS NON GLI FANNO METTERE IL PIEDINO A PALAZZO CHIGI; E QUANDO APPARE SMALTATO COME UNA VASCA DA BAGNO SUGLI SCHERMI DE LA7 L’ORTICARIA NON VIENE SOLO A LORO MA ANCHE A ME…”