CAFONALINO – GIORNALISTI ROMANI A RACCOLTA ALLA GALLERIA ALBERTO SORDI PER LA PRESENTAZIONE DEL NUOVO NOIR DI GIUSEPPE DI PIAZZA (“IL MOVENTE DELLA VITTIMA”) – L’ATTRICE GRETA SCARANO LEGGE ALCUNI ESTRATTI DEL LIBRO DI FRONTE A ENRICO VANZINA, FULVIO ABBATE, MARISELA FEDERICI – SUL PALCO GAETANO SAVATTERI E UN ARZILLISSIMO PAOLO MIELI (SARÀ L’EFFETTO DELLE FOTO DI GIULIA SARTI?)

-

Condividi questo articolo

Foto di Luciano Di Bacco per Dagospia

Andrea Nebuloso per “il Messaggero”

 

greta scarano giuseppe di piazza greta scarano giuseppe di piazza

Dopo la prestigiosa vittoria del premio Cortina D' Ampezzo 2018 con Malanottata, il giornalista Giuseppe Di Piazza torna il libreria con un nuovo romanzo giallo Il movente della vittima. Protagonisti, ancora una volta, Palermo e Leo Solinas, il giovane cronista di nera di un quotidiano locale. Questa volta il mistero si svolge nel Gran hotel Aziz, dove un avvocato, ospite dell' albergo, viene ucciso dall' inserviente con il quale aveva instaurato un forte legame affettivo.

 

gaetano savatteri paolo mieli e giuseppe di piazza gaetano savatteri paolo mieli e giuseppe di piazza

Un delitto che sembra consumarsi e risolversi nelle prime due pagine, ma che invece nasconde segreti che solo Solinas riuscirà a capire. Un noir in piena regola che ha appassionato i numerosi amici e colleghi dell' autore che ieri non hanno voluto mancare alla presentazione della nuova opera letteraria presso la libreria all' interno della galleria Sordi.

gaetano savatteri paolo mieli giuseppe di piazza gaetano savatteri paolo mieli giuseppe di piazza

 

Sul palco, oltre a Giuseppe Di Piazza, l' ex direttore de la Stampa e del Corriere della Sera, Paolo Mieli e lo scrittore Gaetano Savatteri. L' attrice Greta Scarano ha letto alcuni capitoli del libro. In prima fila, oltre alla moglie Roberta, tanti personaggi che hanno voluto complimentarsi con Di Piazza per il nuovo romanzo: Marisela Federici, Fulvio Abbate, Livia Azzariti e giunto poco prima dell' inizio Enrico Vanzina.

mimma nocelli mimma nocelli

enrico vanzina enrico vanzina greta scarano (2) greta scarano (2) gaetano savatteri greta scarano paolo mieli giuseppe di piazza gaetano savatteri greta scarano paolo mieli giuseppe di piazza marisela federici e paolo mieli marisela federici e paolo mieli roberta di piazza roberta di piazza marisela federici giuseppe di piazza marisela federici giuseppe di piazza pubblico pubblico greta scarano e giuseppe di piazza greta scarano e giuseppe di piazza roberta e giuseppe di piazza roberta e giuseppe di piazza marisela federici e roberta petronio marisela federici e roberta petronio paolo mieli paolo mieli gaetano savatteri (3) gaetano savatteri (3) fulvio abbate saluta marisela federici fulvio abbate saluta marisela federici gaetano savatteri paolo mieli giuseppe di piazza fulvio abbate gaetano savatteri paolo mieli giuseppe di piazza fulvio abbate giuseppe di piazza luca bergamo giuseppe di piazza luca bergamo greta scarano greta scarano giuseppe di piazza con paolo mieli giuseppe di piazza con paolo mieli gaetano savatteri (2) gaetano savatteri (2) libro presentato libro presentato gaetano savatteri (1) gaetano savatteri (1) marida lombardo pijola marida lombardo pijola intervento di fulvio abbate intervento di fulvio abbate fabrizio paladini fabrizio paladini

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

“MA CONTE COME SI PERMETTE A CONTATTARE I NOSTRI UNO PER UNO?” – BERLUSCONI FURIOSO DOPO IL DISPERATO TENTATIVO DI CONTE DI RUBARE PARLAMENTARI A FORZA ITALIA (LE COSE O SI FANNO BENE COME FECE IL CAV CON RAZZI E SCILIPOTI O E' MEGLIO LASCIAR PERDERE) - CON L'APERTURA DI SILVIO A UN GOVERNO DI UNITA’ NAZIONALE, RITORNA IN SCENA LA ‘’MAGGIORANZA URSULA” CON FORZA ITALIA NELL’ESECUTIVO. COME DAGO-RIVELATO, BERLUSCONI, IN BARBA AI PIAGNISTEI DI GIANNI LETTA, NON VUOLE PIU’ VEDERE CONTE A PALAZZO CHIGI…

business

TUTTE LE VIE DELLA SETA PORTANO A BUDAPEST - UN PROGETTO PRIVATO UNGHERESE MIRA A COSTRUIRE QUEST'ANNO, AL CONFINE UCRAINO, UN NUOVO TERMINAL FERROVIARIO PER I TRENI PROVENIENTI DALLA CINA - ENTRO IL 2024 IL PRIMO CAMPUS DI UNA GRANDE UNIVERSITÀ CINESE IN EUROPA POTREBBE NASCERE PROPRIO NEL PAESE DI VIKTOR ORBAN - MA PER GLI ANALISTI NON SONO PROGETTI CHE PORTEREBBERO GRANDI VANTAGGI ECONOMICI: "SEMBRA UN MODO CON CUI L'UNGHERIA VUOLE MOSTRARE A BRUXELLES CHE HA AMICI POTENTI..."

cronache

sport

“MIO PADRE, WALTER ZENGA, MI CHIESE DI CAMBIARE COGNOME” - A "LIVE-NON È LA D’URSO" IL FIGLIO NICOLÒ MENA DURO: "FIN DA PICCOLO MIO PADRE MI HA SEMPRE TRATTATO COME SE FOSSI UN PESO. CON MIA MADRE E MIO FRATELLO VIVEVAMO A COMO. ALL’EPOCA LUI GIOCAVA A PADOVA E DICEVA CHE LA VITA DI CITTÀ ERA STRESSANTE. IN REALTÀ A PADOVA AVEVA UN’AMANTE... QUANDO TORNAVA DOPO LA PARTITA NON VEDEVO L’ORA DI ABBRACCIARLO MA LUI VOLEVA SOLO LEGGERE LA 'GAZZETTA' IN PACE - UN POMERIGGIO GLI HO DETTO QUANTO HO SOFFERTO LA SUA ASSENZA E MI HA RISPOSTO CHE …" - IL LIBRO AUTOBIOGRAFICO DI NICOLO' - VIDEO

cafonal

DINO VIOLA PER SEMPRE – 30 ANNI FA SE NE ANDAVA IL PRESIDENTE CHE HA FATTO GRANDE LA ROMA” (COPYRIGHT BRUNO CONTI) – CAGNUCCI: ("IL ROMANISTA"): “CI SONO UOMINI CHE VOTANO L'INTERA VITA A UNA CAUSA, VIOLA L'HA DEDICATA AL CLUB GIALLOROSSO. CI HA LITIGATO ANCHE, CI HA SOFFERTO. L'ACQUISTO DI MANFREDONIA FU UNA FERITA. COSÌ COME LE CESSIONI DI DI BARTOLOMEI, CEREZO, ANCELOTTI E LA QUERELLE LEGALE CON FALCAO. NON SOPPORTAVA CHE LA ROMA LA CHIAMASSERO ROMETTA…” – ECCO CHI C’ERA ALLA MESSA IN COMMEMORAZIONE DI VIOLA- FOTO+VIDEO

viaggi

salute