1. TOH, CHE CI FA IL DIRETTORE DELLA RAI GUBITOSI SCATENATO IN PISTA NEI PANNI DI UN BLUES BROTHER? E LE BOMBASTICHE ILARY BLASI E LUDOVICA MONTEZEMOLO PRONTE PER “LA FEBBRE DEL SABATO SERA”? LUIGI ABETE CON GIUBBOTTO JEANS? E MAURO MASI CON PETTO VILLOSO ALLA TONY MANERO? E GIAMPAOLO LETTA CON LOOK PANINARO? 2. BENVENUTI ALLO STUDIO 10 DI CINECITTA’ DOVE, TRA BILIARDINI, FLIPPER, ANGOLI FAST FOOD E BURGHY, MIRROR BALL AL SOFFITTO, I PRIMI QUARANT’ANNI DI DESIREE COLAPIETRO PETRINI SONO CELEBRATI IN STILE ANNI OTTANTA DA LUCA MONTEZEMOLO, GIOVANNI FLORIS, PAOLO E MAITE BULGARI, PAOLO E MARINA ASTALDI, GIANCARLO CREMONESI, BRUNETTO TINI CON SABRINA FLORIO, PEPI MARCHETTI FRANCHI E PAOLA LUCISANO

Condividi questo articolo


  • Foto di Giò Conrad

    Claudia Alì per "Il Messaggero"

    Sonia Raule Franco Tato Roberto D Agostino Darina Pavlova Foto Gio ConradSonia Raule Franco Tato Roberto D Agostino Darina Pavlova Foto Gio Conrad

    La cosa più divertente è guardarsi e non riconoscersi, talmente eccentrico è il look. Creste cotonate, guanti senza dita, giubbotti di pelle, trucchi esagerati: è la festa a tema anni '80, quelli dell'adolescenza di Desiree Colapietro Petrini, oggi giornalista e press agent, che ha festeggiato i suoi primi 40 anni, circondata dai familiari, a cominciare dalla figlia Ginevra Pacini, amici di scuola e del lavoro.

    Il Teatro 10 di Cinecittà è un tuffo nel passato recente: biliardini, flipper, angoli fast food e burghy, mirror ball al soffitto. Balli scatenati con i re della disco dance dell'epoca Faber Cucchetti, Andrea Torre e Luca Tornesi al ritmo dei miti di sempre Madonna, Duran Duran e Michael Jackson, con un tributo performance del suo sosia ufficiale Fabio Mordà. A sorpresa, poi, un tuffo al cuore: il lento de Il tempo delle mele.

    Scatenati in pista Foto Gio ConradScatenati in pista Foto Gio Conrad

    Catering super 80 curato da Sergio Paolantoni: hot dog, hamburger, girelle e salame al cioccolato. Il look più gettonato degli invitati? Quello dei Blues Brothers, poi da Tom Cruise per lui e da Lady Ciccone-Madonna per lei.

    Saverio Ferragina e Desiree Colapietro Foto Gio ConradSaverio Ferragina e Desiree Colapietro Foto Gio Conrad

    La padrona di casa, (trucco e parrucco di Edoardo Di Lello e Max De Pellegrino), vestita dapprima con un abito vintage donato dalla amica d'infanzia Lavinia Biagiotti, ha accolto gli ospiti sulle note di vacanze di Natale - omaggio all'amico presente Enrico Vanzina - insieme con il compagno Luigi Abete, in autentico giubbino jeans di quegli anni e maglia a rombi sulle spalle e la figlia Ginevra, arrivata con il papà Gianluca Pacini e le amiche del cuore. Oltre ai compagni del liceo, molti i volti noti. Ecco Luca Cordero di Montezemolo, con la moglie Ludovica in leggins fucsia, così come Ilary Blasi, arrivata con la sua amica Alessia Solidani.

    Sabrina Florio Anna Federici Brunetto Tini Foto Gio ConradSabrina Florio Anna Federici Brunetto Tini Foto Gio Conrad

    Ci sono il direttore generale della Rai Luigi Gubitosi con Ludovica, Francesca Lo Schiavo, Luigi e Raffaella Chiariello, Vincenzo Spadafora, Giancarlo e Piera Abete, Paolo e Maite Bulgari, Paolo e Marina Astaldi, Giancarlo Cremonesi, Brunetto Tini con Sabrina Florio, Pepi Marchetti Franchi. E poi Giovanni Floris, Giampaolo Letta e Rossana. Gabriele Nastasi con Federica e Paola Lucisano, Roberto D'Agostino e Anna Federici, Giuseppe Cornetto Bourlot con Claudia Merloni, Paolo e Marcella Ferrari, Maria Sole Tognazzi, Gabriele Pignotta, Anna Ferzetti, Fabrizia Sacchi, Edoardo Leo, Francesco Melzi d'Eril, Saverio Ferragina. Ballano fino all'alba Riccardo Neri e Nahalie Baldascini e Roberto e Rita Tentori mentre al biliardino giocano Giorgio Meneschincheri e la coppia Antonio e Elisabetta Marini.

    Roberto D Agostino con Saverio Ferragina e Anna Federici Foto Gio ConradRoberto D Agostino con Saverio Ferragina e Anna Federici Foto Gio Conrad

     

    Pascal Vicedomini Foto Gio ConradPascal Vicedomini Foto Gio Conrad

     

    Condividi questo articolo

    FOTOGALLERY

    ultimi Dagoreport

    DAGOREPORT - PRIMA DI RISPOLVERARE SECCHIELLI E PALETTE, SLIP E TANGA, IL GOVERNO DUCIONI DEVE SBROGLIARE QUEL CUBO DI RUBIK CATODICO CHE SI CHIAMA RAI. LA FIAMMA TRAGICA È TUTTA D’ACCORDO DI METTERE L’EX “GABBIANO” GIAMPAOLO ROSSI SULLA POLTRONA DI AMMINISTRATORE DELEGATO, AL POSTO DI ROBERTO SERGIO CHE NON CE L’HA FATTA A VINCERE LA DIFFIDENZA TOTALE VERSO GLI “ESTRANEI” DI VIA DELLA SCROFA - MA IL VERO ROMPICOJONI DI GIORGIA È SEMPRE LUI: MATTEO SALVINI CHE TEME DI RESTARE FUORI DALLA SPARTIZIONE TRA FDI, CON ROSSI SULLA POLTRONA DI AD, E FORZA ITALIA CON SIMONA AGNES ALLA PRESIDENZA. OVVIAMENTE NON HANNO NESSUNA INTENZIONE DI DARE AL CARROCCIO LA POLTRONA DI DIRETTORE GENERALE, SULLA QUALE STA SEDUTO ORA ROSSI...

    DAGOREPORT - LUGLIO SI CONFERMA IL MESE PIÙ CRUDELE PER IL FASCISMO DI IERI (25 LUGLIO, LA CADUTA DEL DUCE) E PER IL POST-FASCISMO DI OGGI (18 LUGLIO, L’EURO-CAPITOMBOLO DELLA DUCETTA) - IL "NO" A URSULA VON DER LEYEN SEGNA LO SPARTIACQUE DEL GOVERNO MELONI NON SOLO IN EUROPA MA ANCHE IN CASA: SI TROVERÀ CONFICCATA NEL FIANCO NON UNA BENSÌ DUE SPINE. OLTRE ALL'ULTRA' SALVINI, S'AVANZA UNA FORZA ITALIA CON VOLTI NUOVI, NON PIÙ SUPINA MA D’ATTACCO, CHE ''TORNI AD ESSERE RIFERIMENTO DEI TANTI MODERATI DEL PAESE” (PIER SILVIO) - ORA I PALAZZI ROMANI SI DOMANDANO: CON DUE ALLEATI DI OPPOSIZIONE, COSA POTRÀ SUCCEDERE AL GOVERNO DELLA UNDERDOG DELLA GARBATELLA? NELLA MENTE DELLA DUCETTA SI FA STRADA L’IDEA DI ANDARE AL VOTO ANTICIPATO (COLLE PERMETTENDO), ALLA RICERCA DI UN PLEBISCITO CHE LA INCORONI “DONNA DELLA PROVVIDENZA” A PIAZZA VENEZIA - MA CI STA TUTTA ANCHE L’IDEA DI UNA NUOVA FORZA ITALIA CHE RIGETTI L'AUTORITARISMO DI FDI PER ALLEARSI CON IL PARTITO DEMOCRATICO E INSIEME PROPORSI ALL’ELETTORATO ITALIANO COME ALTERNATIVA AL FALLIMENTO DEL MELONISMO DEL “QUI COMANDO IO!”

    DAGOREPORT - ANZICHÉ OCCUPARSI DI UN MONDO SOTTOSOPRA, I NOSTRI SERVIZI SEGRETI CONTINUANO LE LORO LOTTE DI POTERE - C’È MARETTA AL SERVIZIO ESTERO DELL’AISE, IL VICE DIRETTORE NICOLA BOERI VA IN PENSIONE. CARAVELLI PUNTA ALLA NOMINA DEL SUO CAPO DI GABINETTO, LEONARDO BIANCHI, CHE È CONTRASTATA DA CHI HA IN MENTE UN ESTERNO – ACQUE AGITATE ANCHE PER IL CAPO DELL’AISI, BRUNO VALENSISE: IL SUO FEDELE VICE DIRETTORE CARLO DE DONNO VA IN PENSIONE, MENTRE L’ALTRO VICE, GIUSEPPE DEL DEO, USCITO SCONFITTO DALLA CORSA PER LA DIREZIONE, SCALPITA – MENTRE I RAPPORTI CON PALAZZO CHIGI DELLA DIRETTORA DEL DIS, ELISABETTA BELLONI, SI SONO RAFFREDDATI…

    DAGOREPORT – GIORGIA VOTA NO E URSULA GODE – VON DER LEYEN È DESCRITTA DAI FEDELISSIMI COME “MOLTO SOLLEVATA” PER IL VOTO DI GIOVEDÌ, SOPRATTUTTO PERCHÉ ORA NON È IN DEBITO IN NESSUN MODO CON LA DUCETTA – LA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE ERA DETERMINATA A METTERSI NELLE CONDIZIONI DI NON CHIEDERE L'APPOGGIO DI FDI E AVEVA DATO DISPOSIZIONI DI CALCOLARE IN ANTICIPO IL NUMERO DEI FRANCHI TIRATORI – I DUE CONTATTI TELEFONICI CON MELONI PRIMA DEL VOTO E IL TIMORE CHE, SOTTO LA SPINTA DI TAJANI, LA SORA GIORGIA AVREBBE GIOCATO LA CARTA DEL VOTO FAVOREVOLE DI FDI PER INCASTRARLA POLITICAMENTE…

    FLASH! - ALLA DIARCHIA DEI BERLUSCONI NON INTERESSA ASSOLUTAMENTE AVERE UN RUOLO POLITICO (MARINA HA IMPOSTO IL VETO A PIER SILVIO). MOLTO MEGLIO AVERE UN PESO POLITICO - DI QUI L'IDEA DI COMPRARE UN QUOTIDIANO GIA' IN EDICOLA ( "IL GIORNO" DI RIFFESER?), VISTO CHE "IL GIORNALE" DI SALLUSTI E ANGELUCCI SERVE ED APPARECCHIA SOLO PER GIORGIA MELONI - IMPOSSIBILITATI PER RAGIONI DI ANTI-TRUST, L'OPERAZIONE DI MARINA E PIER SILVIO VERREBBE PORTATA A TERMINE DA UN IMPRENDITORE AMICO, FIANCHEGGIATORE DI FORZA ITALIA...