CAFONALINO IN TILT - TORNA A ROMA LA TRIENNALE DI ARTI VISIVE, SOTTO L’OCCHIO DI ACHILLE BOLLITO OLIVA E LA DIREZIONE ARTISTICA DI RADINI TEDESCHI: “VOGLIO REGISTRARE UNA NUOVA ESTETICA, LA TILT-ESTETICA”

“E’ l’arte che, dopo gli sconquassi novecenteschi e i vari ritorni all’ordine, vive il suo ingorgo con le vigenti estetiche in tilt” - Trecento artisti (tra cui Schifano, Kostabi, Romanò) divisi tra la facoltà di Ingegneria della Sapienza, palazzo Maffei Marescotti, il museo Crocetti e la galleria Arte Maggiore…

Condividi questo articolo


Foto di Luciano Di Bacco per Dagospia

 

Da www.insideart.eu

 

rappresentazione artistica (2) rappresentazione artistica (2)

E’ stata inaugurata con Achille Bonito Oliva la seconda edizione della Triennale di arti visive a Roma. Sotto la direzione artistica di Daniele Radini Tedeschi l’esposizione si pone l’obiettivo di interpretare le varie diversità linguistiche oramai fuse in una prosa comune, cercando di distinguere i segni e le radici della situazione attuale. «Non desidero lanciare un’avanguardia – ha detto il direttore artistico – ma registrare una nuova estetica, la Tiltestetica, ovvero l’arte che, dopo gli sconquassi novecenteschi e i vari ritorni all’ordine, vive il suo ingorgo con le vigenti estetiche in tilt».

opere esposte (15) opere esposte (15)

 

Quattro sedi sotto un unico tema centrale: l’evanescente, l’effimero e il fantasioso. Trecento artisti divisi tra la facoltà di Ingegneria dell’università La Sapienza, il palazzo pontificio Maffei Marescotti, il museo Venanzo Crocetti e la galleria Arte Maggiore. La mostra, L’architettura del Paradiso, presenta opere artistiche e architettoniche che suggeriscono l’idea utopica di una «urbanistica sulle nuvole» dove quartieri, edifici, quadri e statue non sono altro che proiezioni ideali.

mark e paul kostaby con tony esposito mark e paul kostaby con tony esposito

 

daniele radini tedeschi e egidio eleuteri daniele radini tedeschi e egidio eleuteri

Tra gli artisti presenti: Antonino Romanò, Ennio Calabria, Mario Schifano, Franco Angeli, Alfonso Leto, Mark Kostabi, per dirne alcuni. In occasione dell’inaugurazione Bonito Oliva presenta anche il libro Tiltestetica, appunto, scritto da Radini Tedeschi.

flavia barca flavia barca dolcetti per gli ospiti (4) dolcetti per gli ospiti (4) achille bonito oliva interviene nel dibattito achille bonito oliva interviene nel dibattito

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

media e tv

FULVIO ABBATE: “MA LE ANIME BELLE DI SINISTRA CHE SCRIVONO ROMANZI EDIFICANTI DEDICATI AD AMICI MORTI GIOVANI DRAMMATICAMENTE, E PER QUESTO PUNTUALMENTE PREMIATI, GLI STESSI CHE SI SONO RISENTITI PER L’ACCENNO A UNA POSSIBILE PRESENZA DI “POLVERE BIANCA” (FRA L'ALTRO, CITATA NEL LORO GIORNALE DI RIFERIMENTO CULTURALE, "LA REPUBBLICA") NELLA TRAGICA FINE DI LIBERO DE RIENZO, DOV’ERANO QUANDO DELLE NOTTI DI LAPO VENIVA RACCONTATA OGNI POSSIBILE CRUDELE E OSCENA COSA? - A QUESTE PERSONE ANDREBBERO SEQUESTRATI DALLE LORO LIBRERIE PRIVATE ANCHE I...

politica

business

LA SINISTRA RIPARTA DA MARGHERITA AGNELLI – “IL FATTO”: “ORMAI VA DETTO. LA MADRE DI JOHN, LAPO E GINEVRA ELKANN VA ANNOVERATA TRA LE EROINE DEL SOCIALISMO ITALIANO, TIPO ANNA KULISCIOFF O MARIA GOIA. A DIFFERENZA DELLE MADRINE DEL MOVIMENTO, MARGHERITA LAVORA DIETRO LE LINEE NEMICHE, DOVE, CON INCISIVE AZIONI DI SABOTAGGIO, PROVA A MOSTRARE AL PROLETARIATO DI CHE LACRIME GRONDI E DI CHE SANGUE IL POTERE CHE LO OPPRIME E QUALI SIANO I SENTIMENTI E LA MORALITÀ DI CUI SI NUTRONO LE BELLE FAMIGLIE DEL CAPITALISMO ITALIANO…”

cronache

DA UN GRANDE PENE DERIVANO GRANDI RESPONSABILITÀ - AVERE UN AUGELLO DI GROSSE DIMENSIONI NON È SEMPRE UNA COSA BUONA, ANZI, PUÒ PROVOCARE MOLTI PROBLEMI. INFATTI ESISTE UN FORUM DOVE LA GENTE CONFRONTA I PROPRI DISAGI: "QUANDO DA FLACCIDO È PIÙ GRANDE DI UNO MEDIO ERETTO, SEMBRI UNA PERSONA PERVERTITA A PRESCINDERE DA COME TI COMPORTI" - "È DOLOROSO PER CHI NON È ABITUATO A QUALCUNO DELLA MIA TAGLIA E PER ME PERCHÉ QUANDO UN ANO È TROPPO STRETTO MI STRITOLA" - “ALCUNI UOMINI MI CHIEDEVANO DI SCOPARMI LE LORO MOGLI E...”

sport

CI AVETE FATTO DUE PALLE COSÌ – LA SQUADRA DI BASEBALL DI CLEVELAND, GLI “INDIANS”, CAMBIERÀ NOME PER NON OFFENDERE I NATIVI D’AMERICA. VIA ANCHE IL MITICO LOGO CON “CHIEF WAHOO”, CHE AVEVA 95 ANNI DI VITA – LA SQUADRA DA ORA IN POI SI CHIAMERÀ “GUARDIANS”: LA SCELTA È ARRIVATA DOPO UN LUNGO PERCORSO DI “PRESA DI COSCIENZA”, E SOPRATTUTTO DOPO LE MINACCE DEGLI SPONSOR – TRUMP SI INCAZZA: “È UNA VERGOGNA. POSSO ASSICURARE CHE LA GENTE PIÙ ARRABBIATA SONO PROPRIO GLI INDIANI DEL NOSTRO PAESE. PER LORO AVERE UNA SQUADRA COL LORO NOME ERA UN ONORE” – VIDEO

cafonal

viaggi

salute