ADDIO A GIGI VESIGNA, DIRETTORE DI “TV SORRISI E CANZONI” PER 21 ANNI MA SOPRATUTTO INVENTORE DEL SETTIMANALE PER FAMIGLIE - IL SUO DEBUTTO CON “TELETUTTO”, FONDÒ ANCHE “CIAK”

Quando lascia la guida del settimanale a Pierluigi Ronchetti, Sorrisi era ancora saldamente il primo settimanale italiano con 2.600.000 copie vendute - Vesigna ha fondato Ciak, rivista dedicata al mondo del cinema, ed ha firmato Forza Milan, organo ufficiale del club rossonero. Ha collaborato con Famiglia Cristiana…

Condividi questo articolo


BERLUSCONI E GIGI VESIGNA BERLUSCONI E GIGI VESIGNA

(ANSA) - Gigi Vesigna, direttore di Tv Sorrisi e Canzoni per 21 anni (dal 1973 al 1994), è scomparso all'età di 83 anni. La notizia, confermata da Mondadori, è stata diffusa dalla famiglia a funerali avvenuti ed è riportata sul sito del settimanale da lui diretto per tanti anni. ''Vesigna ha portato Sorrisi, dove era arrivato nel 1967, a essere il giornale più venduto e più popolare d'Italia raggiungendo con i numeri di Sanremo degli Anni 90, i tre milioni di copie''.

 

Appassionato di cinema, debutta a 18 anni sulla Settimana Radio Tv. Durante gli anni dell'università continua a scrivere recensioni cinematografiche per "Famiglia mese", inserto mensile di Famiglia Cristiana. Al cinema affianca la passione per la musica. Al Festival di Sanremo, fin dal 61, è una presenza storica, nome di riferimento tra i giornalisti decani.

 

GIGI VESIGNA GIGI VESIGNA

All'inizio a Sanremo la sua presenza è legata a Teletutto, una testata di Mondadori. Nel 1973 Augusto Campi, editore del Barbanera, gli affida la direzione di TV Sorrisi e Canzoni, un settimanale che sin dai primi numeri si era caratterizzato per la pubblicazione dei testi delle canzoni. Il periodico negli anni Ottanta viene acquistato dalla Silvio Berlusconi editore poi confluito in Mondadori. Vesigna resta direttore fino al 1994. Durante la sua direzione il settimanale raggiunge la vendita record di 3.300.000 copie. In contemporanea dirige anche il settimanale "Noi", sul quale realizza uno speciale a tre dimensioni del gennaio del 1994, con Valeria Marini in 3D in copertina.

 

GIGI VESIGNA GIGI VESIGNA

Quando lascia la guida del settimanale a Pierluigi Ronchetti, Sorrisi è ancora saldamente il primo settimanale italiano con 2.600.000 copie vendute. Vesigna ha fondato Ciak, rivista dedicata al mondo del cinema, ed ha firmato Forza Milan, organo ufficiale del club rossonero. Ha collaborato con Famiglia Cristiana.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

TRA I VOLTAGABBANA DEI NOSTRI TEMPI C’E’ ANCHE MASSIMO CACCIARI – OSPITE DI “OTTO E MEZZO”, DOPO I NUMEROSI ATTACCHI AL GOVERNO DRAGHI (ACCUSATO DI ESSERE IL GOVERNO SERVO DEGLI AMERICANI, DEL PENSIERO UNICO, FEROCE OPPRESSORE DELLE NOSTRE LIBERTÀ CON IL GREEN PASS), IL FILOSOFO SI E’ ILLUMINATO ALL’IMPROVVISO: “SENZA DRAGHI NOI NON STAREMMO MEGLIO, STAREMMO 10 MILIARDI DI VOLTE PEGGIO. SENZA DI LUI, L’EUROPA NON CI AVREBBE DATO I SOLDINI E BENE O MALE CI STA PARANDO DALLE VARIE EMERGENZE, PRIMA LA PANDEMIA E POI LA GUERRA” – CHISSA’ SE IL RAVVEDIMENTO OPEROSO DI CACCIARI SI DEVE ALLA DEFLAGRAZIONE DEL M5S A CUI HA TIRATO LA VOLATA NEGLI ULTIMI ANNI…

business

MILLERI E UNA NOTTE - DEL VECCHIO ERA RICOVERATO DA OLTRE UN MESE AL SAN RAFFAELE DI MILANO PER UN “INSULTO” AL CUORE, AGGRAVATO DA UNA POLMONITE BILATERALE - IL PAPERONE DI AGORDO INTRAPRESE MALVOLENTIERI LA CONQUISTA DI MEDIOBANCA, FATTA SOPRATTUTTO SU SOLLECITAZIONE DEL SUO DELFINO FRANCESCO MILLERI, CHE HA SEMPRE MALSOPPORTATO (EUFEMISMO) NAGEL. UN’OSTILITÀ CHE SI TRASFORMÒ IN ASTIO QUATTRO ANNI FA, ALL’EPOCA DEL FALLITA PRESA DELLO IEO E DEL MONZINO - A QUESTO PUNTO, TUTTO IL MONDO DELLA FINANZA È GOLOSO DI SAPERE SE I SETTE EREDI PERMETTERANNO ANCORA AL VISPO MILLERI DI CONTINUARE A GETTARE MILIARDI SULLA IRTA STRADA CHE PORTA A ESPUGNARE PIAZZETTA CUCCIA, O MAGARI LO CONVINCERANNO A CAMBIARE IDEA…

cronache

“MI SONO INNAMORATA DI UN UOMO BISESSUALE” – IL LUNGO RACCONTO DI MONICA, UNA DENTISTA 38ENNE DI ROMA: “QUANDO L’UOMO CHE FREQUENTAVO MI HA RACCONTATO DEI SUOI EX, NON SAPEVO COME COMPORTAMI. AVEVO MILLE DOMANDE CHE MI FRULLAVANO PER LA TESTA. UNA SERA, AD UNA CENA CON DEI SUOI AMICI, UN UOMO CHE NEANCHE LUI CONOSCEVA HA INIZIATO A STUZZICARLO, IGNORANDO TOTALMENTE IL FATTO CHE STAVAMO ASSIEME E LUI…” – LA PSICOLOGA: “UNA DELLE PAURE PIÙ RICORRENTI È PENSARE DI NON ESSERE IN GRADO DI SODDISFARE IL PROPRIO PARTNER, DI NON ESSERE PIÙ L’UNICO OGGETTO DI DESIDERIO…”

sport

cafonal

CAFONALINO PALLONARO - SI STAVA MEGLIO QUANDO C'ERA MATARRESE? L'EX PRESIDENTE DELLA SERIE A E DELLA FIGC HA PRESENTATO AL SALONE D'ONORE DEL CONI IL SUO LIBRO "E ADESSO PARLO IO": "SONO RATTRISTATO NEL CONSTATARE IL MOMENTO CRITICO CHE STA VIVENDO IL CALCIO ITALIANO. NON VOGLIO FARE PROCESSI, MA VI SIETE INCATTIVITI" - AD ASCOLTARLO C'ERANO I PRESIDENTI DELLA LAZIO, CLAUDIO LOTITO, E DELLA LEGA DI A, LORENZO CASINI. PRESENTI ANCHE GABRIELE GRAVINA, LUCA PANCALLI, VITO COZZOLI, GIANCARLO ABETE E FRANCESCO GHIRELLI, OLTRE AL PADRONE DI CASA GIOVANNI MALAGÒ E… - FOTO

viaggi

salute