ADDIO A GIGI VESIGNA, DIRETTORE DI “TV SORRISI E CANZONI” PER 21 ANNI MA SOPRATUTTO INVENTORE DEL SETTIMANALE PER FAMIGLIE - IL SUO DEBUTTO CON “TELETUTTO”, FONDÒ ANCHE “CIAK”

Quando lascia la guida del settimanale a Pierluigi Ronchetti, Sorrisi era ancora saldamente il primo settimanale italiano con 2.600.000 copie vendute - Vesigna ha fondato Ciak, rivista dedicata al mondo del cinema, ed ha firmato Forza Milan, organo ufficiale del club rossonero. Ha collaborato con Famiglia Cristiana…

Condividi questo articolo

BERLUSCONI E GIGI VESIGNA BERLUSCONI E GIGI VESIGNA

(ANSA) - Gigi Vesigna, direttore di Tv Sorrisi e Canzoni per 21 anni (dal 1973 al 1994), è scomparso all'età di 83 anni. La notizia, confermata da Mondadori, è stata diffusa dalla famiglia a funerali avvenuti ed è riportata sul sito del settimanale da lui diretto per tanti anni. ''Vesigna ha portato Sorrisi, dove era arrivato nel 1967, a essere il giornale più venduto e più popolare d'Italia raggiungendo con i numeri di Sanremo degli Anni 90, i tre milioni di copie''.

 

Appassionato di cinema, debutta a 18 anni sulla Settimana Radio Tv. Durante gli anni dell'università continua a scrivere recensioni cinematografiche per "Famiglia mese", inserto mensile di Famiglia Cristiana. Al cinema affianca la passione per la musica. Al Festival di Sanremo, fin dal 61, è una presenza storica, nome di riferimento tra i giornalisti decani.

 

GIGI VESIGNA GIGI VESIGNA

All'inizio a Sanremo la sua presenza è legata a Teletutto, una testata di Mondadori. Nel 1973 Augusto Campi, editore del Barbanera, gli affida la direzione di TV Sorrisi e Canzoni, un settimanale che sin dai primi numeri si era caratterizzato per la pubblicazione dei testi delle canzoni. Il periodico negli anni Ottanta viene acquistato dalla Silvio Berlusconi editore poi confluito in Mondadori. Vesigna resta direttore fino al 1994. Durante la sua direzione il settimanale raggiunge la vendita record di 3.300.000 copie. In contemporanea dirige anche il settimanale "Noi", sul quale realizza uno speciale a tre dimensioni del gennaio del 1994, con Valeria Marini in 3D in copertina.

 

GIGI VESIGNA GIGI VESIGNA

Quando lascia la guida del settimanale a Pierluigi Ronchetti, Sorrisi è ancora saldamente il primo settimanale italiano con 2.600.000 copie vendute. Vesigna ha fondato Ciak, rivista dedicata al mondo del cinema, ed ha firmato Forza Milan, organo ufficiale del club rossonero. Ha collaborato con Famiglia Cristiana.

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

LA VERSIONE DI MUGHINI - "ELEGGERE SARRI A CAPRO ESPIATORIO È TROPPO FACILE. I PROBLEMI DELLA JUVE ODIERNA SONO NUMEROSI. LI HA AGGRAVATI UNA CAMPAGNA ACQUISTI NON FELICE. E LA ROSA DELLA JUVE E’ LA PIU’ VECCHIA DELLA SERIE A - E’ STATO PAZZESCO CREDERE (E CHE LO CREDESSERO DUE UOMINI ESPERTISSIMI DI CALCIO QUALI FABIO PARATICI E PAVEL NEDVED) CHE SARRI FACESSE ALLA JUVE QUEL CHE AVEVA FATTO A NAPOLI. INSEGNARE CALCIO A TIPINI COME RONALDO, BONUCCI, PJANIC, DYBALA? E DIFATTI…" - IL FUTURO? SIMONE INZAGHI O IL RITORNO DI ALLEGRI...

cafonal

viaggi

salute