I CÉSAR DEI GIUSTI – AGLI OSCAR FRANCESI TRIONFA “ILLUSIONI PERDUTE” DI XAVIER GIANNOLI, TRATTO DA BALZAC: 7 PREMI, TRA CUI  MIGLIOR FILM, SCENEGGIATURA NON ORIGINALE, ATTORE NON PROTAGONISTA E MIGLIOR DEBUTTANTE. BATTE, ANCHE SE DI POCO, “ANNETTE” DI LÉOS CARAX, CHE VINCE 5 PREMI - IN PRATICA I DUE FILM SI PAPPANO TUTTO, VISTO CHE “LA SCELTA DI ANNE” DI AUDREY DIWAN, IL VINCITORE DI VENEZIA, VINCE SOLO PER LA MIGLIOR ATTRICE ESORDIENTE, ANAMARIA VARTOLOMEI, E “TITANE” DI JULIA DUCOURNAU, IL VINCITORE DI CANNES, ASSOLUTAMENTE NULLA - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

 

 

Marco Giusti per Dagospia

illusioni perdute illusioni perdute

 

Intanto ai César, gli Oscar francesi, “Illusioni perdute” di Xavier Giannoli, tratto da Balzac trionfa con 7 premi, miglior film, sceneggiatura non originale, fotografia, costumi, scenografia, attore non protagonista e miglior debuttante, Benjamin Voisin.

 

annette di leos carax annette di leos carax

E batte, anche se di poco, “Annette” di Léos Carax, che vince però 5 premi, miglior regia, miglior musica con gli Sparks Brothers, sonoro, montaggio, effetti speciali.

 

In pratica i due film si pappano tutti i premi, visto che “La scelta di Anne” di Audrey Diwan, il vincitore di Venezia, ottiene solo un premio per la miglior attrice esordiente, Anamaria Vartolomei, e “Titane” di Julia Ducournau, il vincitore di Cannes, assolutamente nulla.

 

cate blanchett si commuove ai cesar 2022 cate blanchett si commuove ai cesar 2022

 

“Aline”, il buffo biopic musicarello sulla vita di Celine Dion vince per la miglior attrice protagonista, cioè la regista Valerie Lemercier. Miglior film stranieri è “The Father” di Florian Zeller.

 

In una serata molto glamour, si segnala la grande presenza di Cate Blanchett premiata da Isabelle Huppert con un César speciale, quella di Adam Driver, protagonista di “Annette”, fanno piangere gli omaggi a Jean-Paul Belmondo e quello di Xavier Dolan a Gaspard Uillel.

 

 

 

 

 

l'evenement l'evenement la scelta di anne – l’evenement la scelta di anne – l’evenement annette 3 annette 3 benjamin voisin illusioni perdute benjamin voisin illusioni perdute adam driver marion cotillard annette adam driver marion cotillard annette annette 4 annette 4 annette 2 annette 2 annette annette annette. annette. isabelle huppert cate blanchett cesar 2022 isabelle huppert cate blanchett cesar 2022 benjamin voisin illusioni perdute benjamin voisin illusioni perdute illusioni perdute. illusioni perdute. illusioni perdute illusioni perdute illusioni perdute 2 illusioni perdute 2 illusioni perdute. illusioni perdute. illusioni perdute 3 illusioni perdute 3 vincent lacoste benjamin voisin illusioni perdute vincent lacoste benjamin voisin illusioni perdute illusioni perdute 8 illusioni perdute 8 isabelle huppert cesar 2022 isabelle huppert cesar 2022 vincent lacoste cesar 2022 vincent lacoste cesar 2022 cate blanchett cesar 2022 cate blanchett cesar 2022 lea seydoux cesar 2022. lea seydoux cesar 2022. cate blanchett cesar 2022 2 cate blanchett cesar 2022 2 lea seydoux cesar 2022 lea seydoux cesar 2022 lea seydoux cesar 2022. lea seydoux cesar 2022. cate blanchett si commuove ai cesar 2022. cate blanchett si commuove ai cesar 2022. cate blanchett si commuove ai cesar 2022. cate blanchett si commuove ai cesar 2022. cate blanchett cesar 2022 cate blanchett cesar 2022 cate blanchett cesar 2022 8 cate blanchett cesar 2022 8 cate blanchett cesar 2022. cate blanchett cesar 2022. cate blanchett cesar 2022. cate blanchett cesar 2022. cate blanchett si commuove ai cesar 2022 cate blanchett si commuove ai cesar 2022 valerie lemercier cesar 2022 valerie lemercier cesar 2022 adam driver cesar 2022 adam driver cesar 2022 benjamin voisin anamaria vartolomei cesar 2022 benjamin voisin anamaria vartolomei cesar 2022 isabelle huppert cate blanchett cesar 2022 isabelle huppert cate blanchett cesar 2022 isabelle huppert cesar 2022 isabelle huppert cesar 2022

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - CONTINUA L’IMBROGLIO-SCHLEIN: ELLY RINCULA SUL NOME NEL SIMBOLO DANDO LA COLPA A BONACCINI (SIC!) E SI RIMANGIA ''CAPOLISTA OVUNQUE": LO SARA' SOLO AL CENTRO E NELLE ISOLE - ALLA DIREZIONE NAZIONALE DEL PD DI IERI LA SVALVOLATA MULTIGENDER HA PERSO LA MAGGIORANZA DEL PARTITO. I VENTI DI RIVOLTA INVESTONO TUTTE LE VARIE ANIME DEL PD - ELLY SI È RIMBOCCATA LA LAPIDE QUANDO HA DETTO: O IL MIO NOME NEL SIMBOLO O MI METTETE CAPOLISTA IN TUTTE LE CIRCOSCRIZIONI. DI TALE PROPOSTA, LA ZARINA DEL PD NE AVEVA PARLATO SOLO CON BONACCINI. IL PRESIDENTE DEL PD HA ACCONSENTITO IN CAMBIO DELLA CANDIDATURA NEL SUD DEL RAS DELLE PREFERENZE, RAFFAELE “LELLO” TOPO, FIGLIO DELL’AUTISTA DI GAVA, CHE OVVIAMENTE FA PARTE DELLA SUA CORRENTE (AH! I CACICCHI…) - ALLA FINE VICINO A SCHLEIN RESTANO SOLO IN DUE, IL MULTI-TRASFORMISTA ZINGAR-ELLY E FRANCESCO BOCCIA, IL VERO ARTEFICE DEL SISTEMA PUGLIA, GARANTE DI DECARO ED EMILIANO - ANCHE SE ALLE EUROPEE IL PD GALLEGGERA' AL 20%, SINESTR-ELLY DOVRA' FARE LE VALIGE...

DAGOREPORT: 100 SCALFARI MENO UNO - NON È SOLTANTO TELE-MELONI A CENSURARE GLI SCRITTORI: C'E' ANCHE IL GRUPPO GEDI – IL LIBRO SUL CENTENARIO DI SCALFARI CURATO DA SIMONE VIOLA, NIPOTE DI EUGENIO, IN EDICOLA INSIEME A ‘’REPUBBLICA’’, SQUADERNA CENTO INTERVENTI DI ALTRETTANTI TESTIMONIAL, TRANNE QUELLO INNOCUO E DEL TUTTO PERSONALE DI GIOVANNI VALENTINI, EX DIRETTORE DELL’ESPRESSO - LE SUE CRITICHE, MANIFESTATE SUL "FATTO QUOTIDIANO" SULL’OPERAZIONE “STAMPUBBLICA” E POI NEL SUO LIBRO SULLA PRESA DI POSSESSO DEL GIORNALE DA PARTE DI ELKANN, GLI VALGONO L’OSTRACISMO E LA DAMNATIO MEMORIAE – IL TESTO CENSURATO…

DAGOREPORT –  PER SALVARE IL "CAMERATA" ROSSI, PROSSIMO A.D. RAI, UNA MELONI INCAZZATISSIMA VUOLE LA TESTA DEL COLPEVOLE DEL CASO SCURATI PRIMA DEL 25 APRILE: OGGI SI DECIDE IL SILURAMENTO DI PAOLO CORSINI, CAPO DELL'APPROFONDIMENTO (DESTINATO AD ESSERE SOSTITUITO DOPO LE EUROPEE DA ANGELA MARIELLA, IN QUOTA LEGA) – SERENA BORTONE AVEVA PROVATO A CONTATTARE CORSINI, VIA TELEFONO E MAIL, MA SENZA RICEVERE RISPOSTA - ROSSI FREME: PIÙ PASSA IL TEMPO E PIU’ SI LOGORA MA LA DUCETTA VUOLE LE NOMINE RAI DOPO IL VOTO DEL 9 GIUGNO SICURA DEL CROLLO DELLA LEGA CON SALVINI IN GINOCCHIO…)