CHE BEL CLIMA A TELE-MELONI! È STATO ANNULLATO IL MONOLOGO SUL 25 APRILE CHE LO SCRITTORE ANTONIO SCURATI AVREBBE DOVUTO TENERE QUESTA SERA DURANTE LA TRASMISSIONE DI RAITRE “CHE SARÀ” – LA CONDUTTRICE, SERENA BORTONE: “HO APPRESO IERI SERA, CON SGOMENTO, E PER PURO CASO, CHE IL CONTRATTO DI SCURATI ERA STATO ANNULLATO. NON SONO RIUSCITA A OTTENERE SPIEGAZIONI PLAUSIBILI” – IL SENATORE DEM FRANCESCO VERDUCCI, MEMBRO DELLA COMMISSIONE DI VIGILANZA RAI: “È UNA GRAVISSIMA VIOLAZIONE DELL'AUTONOMIA EDITORIALE, OLTRE A UN’INQUIETANTE INTIMIDAZIONE”

Condividi questo articolo


Estratto da www.lastampa.it

 

ANTONIO SCURATI ANTONIO SCURATI

Come avrete letto nel comunicato stampa, nella puntata di questa sera di “Che sarà” era previsto un monologo di Antonio Scurati sul 25 aprile - scrive sulla sua pagina Facebook Serena Bortone, conduttrice del programma Che sarà in onda su Raitre -. Ho appreso ieri sera, con sgomento, e per puro caso, che il contratto di Scurati era stato annullato. Non sono riuscita ad ottenere spiegazioni plausibili.

 

Ma devo prima di tutto a Scurati, con cui ovviamente ho appena parlato al telefono, e a voi telespettatori la spiegazione del perché stasera non vedranno lo scrittore in onda sul mio programma su Raitre. Il problema è che questa spiegazione non sono riuscita a ottenerla nemmeno io».

 

serena bortone serena bortone

«Apprendiamo stamattina che dalla puntata di stasera di Che sarà è stato cancellato il previsto monologo di Antonio Scurati sul 25 aprile. Tutto questo per un intervento diretto della Dirigenza Rai a poche ore dalla trasmissione, senza nessuna comunicazione all'autrice e conduttrice del programma.

 

Questo è un caso gravissimo di censura nei confronti di Scurati – scrive in una nota il senatore Francesco Verducci, membro della commissione di vigilanza Rai -. È un caso gravissimo di violazione dell'autonomia editoriale di un programma, oltre a un’inquietante intimidazione di fatto nei confronti dell'autrice e conduttrice Serena Bortone, degli autori del programma, e per estensione di tutti gli autori Rai» [...]

Antonio Scurati 1 Antonio Scurati 1 serena bortone serena bortone ANTONIO SCURATI GLI ULTIMI GIORNI DELL EUROPA ANTONIO SCURATI GLI ULTIMI GIORNI DELL EUROPA

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - LA RUOTA DELLA FORTUNA INIZIA A INCEPPARSI PER MARTA FASCINA. CAPITO CHE TAJANI LA CONSIDERA UN DEPUTATO ABUSIVO, LA “VEDOVA” HA CONFIDATO ALL'AMICO MARCELLO DELL’UTRI CHE AL TERMINE DELLA LEGISLATURA NON SI RICANDIDERÀ IN FORZA ITALIA - ‘’MARTA LA MUTA’’, DOPO AVER INNALZATO ALESSANDRO SORTE A COORDINATORE DELLA LOMBARDIA, SE L'E' RITROVATO COINVOLTO (MA NON INDAGATO) NEL CASO TOTI PER I LEGAMI CON DUE DIRIGENTI DI FORZA ITALIA, A LUI FEDELISSIMI, I GEMELLI TESTA, INDAGATI PER MAFIA - C’È POI MEZZA FAMIGLIA BERLUSCONI CHE SOGNA CHE RITORNI PRESTO A FARE I POMODORINI SOTT’OLIO A PORTICI INSIEME AL DI LEI PADRE ORAZIO, UOMO DI FLUIDE VEDUTE CHE AMMINISTRA IL MALLOPPONE DI 100 MILIONI BEN ADDIVANATO NEGLI AGI DOVIZIOSI DI VILLA SAN MARTINO - SI MALIGNA: FINCHÉ C’È MARINA BERLUSCONI CI SARÀ FASCINA. MA LA GENEROSITÀ DELLA PRIMOGENITA, SI SA, NON DURA A LUNGO... (RITRATTONE AL CETRIOLO DI MARTA DA LEGARE)

DAGOREPORT - RINNEGANDO LE SVASTICHELLE TEDESCHE DI AFD, MARINE LE PEN SPERAVA DI NON ESSERE PIU' DISCRIMINATA DAGLI EURO-POTERI: MA CONTRO DI LEI C’È MACRON, CHE LA DETESTA - IL TOYBOY DELL’ELISEO HA LA LEADERSHIP DELL'UNIONE EUROPEA E DARÀ LE CARTE DOPO IL 9 GIUGNO. INSIEME CON SCHOLZ E IL POLACCO TUSK NON VUOLE LE DESTRE TRA LE PALLE: UNA SCHICCHERA SULLE RECCHIE DI GIORGIA MELONI, CHE, CON LA SUA ECR, SARÀ IRRILEVANTE E DOVRA' ACCONTENTARSI, AL PARI DI LE PEN, DI UN COMMISSARIO DI SERIE B – LA FUSIONE A FREDDO TRA GLI “IDENTITARI” DI LE PEN E I “CONSERVATORI” DELLA “SÒLA GIORGIA” POTREBBE AVVENIRE, MA SOLO DOPO LE ELEZIONI EUROPEE. MA TRA LE DUE CI SONO SOLO OPPORTUNISMI