CHE ELEGANZA, CHE SIGNORE - ''ELISABETTA GREGORACI HA TRADITO FLAVIO CON ME''. PARLA IL MANAGER FRANCESCO CHIESA SOPRANI. DOPO IL FLIRT, L'EX MANAGER HA CONTINUATO A SENTIRE LA GREGORACI, CHE AVREBBE ANCHE TROVATO IL MODO DI LASCIARGLI UNA CONFIDENZA MOLTO INTIMA SUL MANAGER DEL BILLIONAIRE. "LA NOTIZIA È MOLTO DELICATA E ANCHE OGGI, A DISTANZA DI ANNI, PREFERISCO NON FORNIRE PARTICOLARI...''

-

Condividi questo articolo

 

Da www.liberoquotidiano.it

la lettera di flavio briatore a elisabetta gregoraci la lettera di flavio briatore a elisabetta gregoraci

 

"Ha tradito Flavio Briatore con me". A gettare discredito su Elisabetta Gregoraci è il suo ex manager, Francesco Chiesa Soprani, intervistato da Nuovo. "Non ho avuto una relazione stabile con lei, ma è vero che abbiamo avuto dei rapporti intimi. L'ultimo è stato poco più di un mese dopo il suo fidanzamento con Briatore". Una bella botta per la showgirl calabrese, ancora impegnata nel Grande Fratello Vip.

 

Dopo il flirt, l'ex manager ha continuato a sentire la Gregoraci, che avrebbe anche trovato il modo di lasciargli una confidenza molto intima sul manager del Billionaire. "La notizia è molto delicata e anche oggi, a distanza di anni, preferisco non fornire particolari... Per Elisabetta invece non era un problema dare in pasto ai media il privato di Briatore in nome della popolarità". Anche per questo Chiesa Soprani è convinto che la lettera inviata da Briatore alla Gregoraci al GF Vip sia una sorta di "messaggio subliminale per evitare che Elisabetta racconti altri dettagli che potrebbero creare disagio".

ELISABETTA GREGORACI FLAVIO BRIATORE ELISABETTA GREGORACI FLAVIO BRIATORE

 

 

FRANCESCO CHIESA SOPRANI FRANCESCO CHIESA SOPRANI Francesco Chiesa Soprani Francesco Chiesa Soprani FRANCESCO CHIESA SOPRANI FRANCESCO CHIESA SOPRANI

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

COSA ACCADDE QUELLA NOTTE – IL JAZZISTA MARCELLO ROSA SUONAVA AL RUGANTINO QUEL 5 NOVEMBRE DEL 1958, LA NOTTE CHE NACQUE LA DOLCE VITA - “ANITA EKBERG INIZIO' A BALLARE DA SOLA A PIEDI NUDI. MI SI AVVICINÒ UNA BRUNETTA BONAZZA E MI DISSE IN ROMANESCO: “‘SLACCIAME 'A GUEPIERE E ‘A SOTTANA, MO’ JE FACCIO VEDÈ IO A QUELLA’’-  IN PIENO PAROSSISMO, URLAVA: “DATEMI IL TAPPETO DI ALLAH!”, VOLEVA DIRE DATEMI GIACCHE E CAPPOTTI. E PARTI' LO SPOGLIARELLO. ERA LA BALLERINA TURCA AICHÈ NANÀ - TUTTI I MUSICISTI FURONO CONDANNATI A TRE ANNI CON LA CONDIZIONALE. CON I LORO STRUMENTI ECCITAVANO LA TURCA..."

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute