IL DIVANO DEI GIUSTI/2 - STASERA, SE NON VEDIAMO “ALFREDINO” SU SKY, POSSIAMO SEMPRE RIFARCI GLI OCCHI CON UN CAPOLAVORO COME “PER UN PUGNO DI DOLLARI” DI SERGIO LEONE CON CLINT EASTWOOD. UN FILM FATTO SENZA SOLDI, CON LA FAME, COME DICEVA MARIO BREGA, CHE NEL FILM FA UNA PICCOLA MA IMPORTANTE PARTE NELLA BANDA DI GIAN MARIA VOLONTÉ – LA VANZINATA DELLA SERA È “TI PRESENTO UN AMICO”, CON RAOUL BOVA CHE SBARCA A ROMA, MARTINA STELLA, LA ROSSA KELLY REILLY CHE PIACE A DAGO, BARBORA BOBULOVA E SARAH FELDERBAUM. TUTTE PER RAOUL BOVA - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

spirit il ribelle spirit il ribelle

 

Marco Giusti per Dagospia

 

Mentre al lunedì facciamo i magrissimi conti degli incassi nelle sale italiane, ieri “Spirit” era primo con 56 mila euro, e un totalino di 160 mila euro, secondo “Crudelia” con 40 mila e un totale di 1,8 milioni, “The Conjuring” terzo con 39 mila euro e un totale di 1,7 milioni, e l’action “The Hitman’s Wife’s Bodyguard” è primo nel box office settimanale in America con 11,7 milioni di dollari su “A Quiet Place 2” con 9 milioni e su “Peter Rabbitt 2” con 6 milioni, vedo che i maggiori incassi mondiali dell’anno vengono tutti dall’Asia.

 

godzilla vs kong 1 godzilla vs kong 1

I mai visti “Hi, Mom” e “Detective Chinatown 3” hanno finora incassato in Asia 822 milioni il primo e 686 il secondo. Segue “Godzilla versus King Kong” con 442 milioni.

focus niente e' come sembra focus niente e' come sembra

 

 Stasera, se non vediamo “Alfredino” su Sky, possiamo sempre rifarci gli occhi con un capolavoro come “Per un pugno di dollari” di Sergio Leone con Clint Eastwood su Rai Movie alle 21, 10.

 

MARIO BREGA - PER UN PUGNO DI DOLLARI MARIO BREGA - PER UN PUGNO DI DOLLARI

Un film fatto senza soldi, con la fame, come diceva Mario Brega, che nel film fa una piccola ma importante parte nella banda di Gian Maria Volonté. Stasera passa anche uno dei film più famosi del canadese Xavier Dolan, “Laurence Anyways”, Cielo alle 21, 20, con Melvil Poupaud, Nathalie Baye.

 

Come la prendereste se il vostro uomo, finora etero, vi dicesse che ha deciso di diventare donna e di mantenere la relazione con voi? Allora, a Cannes, il film di Dolan fu una vera e propria bomba.

 

Su Iris vedo che passa il solenne “Elizabeth. The Golden Age” di Shekkar Kapur con Cate Blanchett come la regina Elizabeth e un gran cast che va da Clive Owen a Geoffrey Rush. Non era un capolavoro, ma come thriller a sorpresa funzionava benissimo, “Focus: Niente è come sembra” di Glen Ficarra e John Requa con la bellissima coppia Will Smith e Margo Robbie, canale 20 alle 21, 05.

clint eastwood per un pugno di dollari clint eastwood per un pugno di dollari

 

La vanzinata della sera è “Ti presento un amico”, La5 alle 21, 10, con Raoul Bova che sbarca a Roma, Martina Stella da poco uscita dalle storie mucciniane, la rossa Kelly Reilly che piace a Dago, Barbora Bobulova e Sarah Felderbaum. Tutte per Raoul Bova. Ricordo un po’ insopportabile “The Cell – La cellula”, Rai 4 alle 21, 20, diretto dal regista indiano diventato miliardario con la pubblicità Tarsem Singh e interpretato da Jennifer Lopez, Vince Vaughn e Vincent D’Onofrio.

 

 

kelly reilly ti presento un amico kelly reilly ti presento un amico

Lascerei perdere “La furia dei titani”, Italia 1 21, 20, polpettone con gli dei greci diretto da Jonathan Liebesman con Sam Worthington, Liam Neeson, Rosamund Pike, Bill Nighy. I fan di Jerry Calà avranno un intero canale a loro disposizione, anche se sono tutti film supervisti, “Vita smeralda” alle 21, seguito da “Il ragazzo del pony express” e dal supertrash “Chicken Park”. I film migliori della seconda serata sono “The Hateful Eight” di Quentin Tarantino, Rai Movie alle 23, proprio dopo il capolavoro di Leone, e “L’età dell’innocenza” di Martin Scorsese su Paramount Network alle 22, 50.

raoul bova kelly reilly ti presento un amico raoul bova kelly reilly ti presento un amico

 

La5 presenta alle 23, 15 un film con Luciana Litizzetto che non mi ricordo di aver visto, “Se devo essere sincera” di Davide Ferrario con Donatella Finocchiaro, Dino Abbrescia, Neri Marcoré.

 

Nella notte mi piacerebbe davvero rivedere “Il cucciolo” di Clarence Brown con Gregory Peck e Jane Wyman, Irisi all’1, 40, grande film dell’infanzia di molti.

 

 

laurence anyways 1 laurence anyways 1

Ma le offerte migliori sono gli ancora strepitosi “In nome del popolo italiano” di Dino Risi con Gassman e Tognazzi, Rete 4 alle 3, 10, un film che anticipa mani pulite e i conflitti morali dei giudici italiani, e il delirante e scatenatissimo “Paura e delirio a Las Vegas” di Terry Gilliam con Johnny Depp come il giornalista Hunter S. Thompson e Benicio Del Toro come il suo avvocato “Dottor Gonzo” che se la spassano tra bombe e droghe di ogni tipo nel loro viaggio verso Las Vegas nel lontano 1971, Iris alle 3, 45.

 

in nome del popolo italiano in nome del popolo italiano

 

E’ il film di Terry Gilliam che preferisco e l’idea di dar vita agli incubi da droga dei due protagonisti rimane qualcosa di incredibile. Tutto si chiude con un raro film di Nicholas Ray che vede protagonisti John Wayne e Robert Ryan, “I diavoli alati”, Rai Movie alle 5.

paura e delirio a las vegas paura e delirio a las vegas barbara bobulova raoul bova ti presento un amico barbara bobulova raoul bova ti presento un amico raoul bova sarah felberbaum ti presento un amico raoul bova sarah felberbaum ti presento un amico kelly reilly ti presento un amico kelly reilly ti presento un amico elizabeth. the golden age elizabeth. the golden age spirit il ribelle spirit il ribelle raoul bova kelly reilly ti presento un amico raoul bova kelly reilly ti presento un amico i diavoli alati i diavoli alati la furia dei titani la furia dei titani focus niente e' come sembra. focus niente e' come sembra. elizabeth. the golden age 1 elizabeth. the golden age 1 paura e delirio a las vegas paura e delirio a las vegas hi, mom hi, mom the cell – la cellula the cell – la cellula in nome del popolo italiano 1 in nome del popolo italiano 1 laurence anyways laurence anyways

 

Condividi questo articolo

media e tv

È MORTO NELLA SUA CASA DI LATINA LO SCRITTORE ANTONIO PENNACCHI - AVEVA 71 ANNI E NEL 2010 AVEVA VINTO IL PREMIO STREGA CON "CANALE MUSSOLINI" – LE ULTIME INTERVISTE: "LO STREGA? NON MI HANNO VOLUTO. LA TV? MI RIFIUTO DI ANDARE IN QUEI TEATRINI. MI HANNO ROTTO I COGLIONI. APPENA CONSEGNATO IL MIO NUOVO ROMANZO HO COMINCIATO AD AVERE CALI DI PRESSIONE E POI MI È ESPLOSA UNA RAGADE ANALE. LA MIA SCRITTURA NON ESCE DALLA BOCCA MA DA SOTTO” – IL PD, LA COSTITUZIONE, IL LUTTO PER LO SCIOGLIMENTO DELL’EQUIPE84 E IL FUMO: "SMETTERE? ANDATEVENE AFFANCULO!”

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute