C’ERA TANTA “UNITÀ” - RONDOLINO: "STAINO? DI LUI NON PARLO, E' UN ANZIANO CHE HA SFASCIATO L'UNITA'. SE ULTIMAMENTE HO SENTITO RENZI? LE E-MAIL, I MESSAGGI E LE TELEFONATE PRIVATE DEVONO RESTARE TALI. IL MOVIMENTO CINQUE STELLE? A ROMA HA SEMPRE AVUTO COME LEADER DE VITO E COME RIFERIMENTO NAZIONALE LA LOMBARDI, LA RAGGI È UN CORPO ESTRANEO...”

Condividi questo articolo

Da www.radiocusanocampus.it

 

RONDOLINO RONDOLINO

Fabrizio Rondolino, editorialista dell'Unità, è intervenuto questa mattina ai microfoni di Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università Niccolò Cusano, nel corso del format ECG, condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio.

 

Rondolino ha detto la sua sulla questione Raggi: "Qui il tema vero che Grillo prima o poi dovrà affrontare è quello della facilità con cui ci si infiltra nel Movimento Cinque Stelle e lo si manipola. Il Movimento Cinque Stelle romano ha sempre avuto come leader De VIto e come riferimento nazionale la Lombardi, la Raggi è un corpo estraneo, che è arrivata dopo.

STAINO CUPERLO STAINO CUPERLO

 

E' una bambolina, chi tira i fili è qualcun altro. Se io fossi in Grillo la scaricherei oggi stesso, ne chiederei le dimissioni o farei come fece il Pd con Marino, con l'autoscioglimento del consiglio comunale. Tornando alle elezioni il Movimento vincerebbe di nuovo a Roma, perché gli altri partiti nella Capitale non hanno mai dato segni di vita. Il pd romano non esiste, non ha mai fatto una riunione sulla sconfitta elettorale, il centrodestra ancor meno. Ci sarebbe probabilmente una nuova vittoria del Movimento Cinque Stelle".

RAGGI DE VITO RAGGI DE VITO

 

Su Renzi e il Pd nazionale: "Mi pare che Renzi abbia imboccato la strada della coalizione, più o meno larga, più o meno composta, che potrebbe avere addirittura come candidato Premier un altro leader. Con questo scenario non esiste più il rischio scissione, visto che tutte le richieste della minoranza sono state accolte. Io personalmente consiglierei a Renzi di provare a fare il Premier e di lasciar perdere il partito. Il suo campo da gioco è quello del Governo, non quello del Partito, anche se lo scenario è cambiato e un leader duttile deve sapersi adattare".

 

RAGGI DE VITO RAGGI DE VITO

Su Staino: "La telefonata tra Staino e Renzi? Di Staino preferisco non parlare, è una persona anziana, ha sfasciato l'Unità, concluderei qui la conversazione. E' anziano e ha sfasciato l'Unità, sono due dati oggettivi. Non dico altro. Se ho sentito Renzi ultimamente? Staino rende note le telefonate e i messaggi, lo ha fatto anche con me e i miei avvocati stanno valutando come procedere. Io invece no, le telefonate, i messaggini e le e-mail sono private, alla vostra domanda non posso rispondere...".

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute