FORZA FELLATIO, FORZA RAINEWS! - LA RETE MANDA IL POMPINO E IL CUNNILINGUS DI “NYMPHOMANIAC” IN DIRETTA DI POMERIGGIO (VIDEO) - CHE AVRÀ DETTO LA PIA TARANTOLA ALLA DIRETTORA MAGGIONI, COCCA DI GUBITOSI?

In collegamento dal Festival di Berlino, il corrispondente introduce il trailer del film di Lars von Trier, e parte un bel video con il primo piano del pompino offerto da Charlotte Gainsbourg, e in secondo piano Stellan Skarsgard che slinguazza tra le cosce la sua compagna - I conduttori in studio imbarazzatissimi: “Non sono contenuti adatti a quest’orario” (ma ora sarà per sempre su Youtube)…

Condividi questo articolo


1. VIDEO - RAINEWS MANDA IL POMPINO DI "NYMPHOMANIAC" ALLE 15:30 DI POMERIGGIO

 


2. LA FELLATIO DI "NYMPHOMANIAC" IN ONDA SU RAINEWS IN FASCIA PROTETTA
http://tv.fanpage.it

Quando i collegamenti dall'estero diventano incontrollabili e generano guai irreparabili. E' accaduto alla redazione di RaiNews24, evidentemente non troppo fortunata negli ultimi tempi, dopo l'involontario vaffa di Toni Servillo indirizzato alla conduttrice che lo intervistava in merito alle polemiche su La Grande Bellezza.

RAINEWS MANDA IN ONDA DI POMERIGGIO IL POMPINO DI NYMPHOMANIACRAINEWS MANDA IN ONDA DI POMERIGGIO IL POMPINO DI NYMPHOMANIAC

Questa volta il pasticcio è capitato con un altro film che da mesi è sulla bocca di tutti: si parla di Nymphomaniac, la pellicola di Lars Von Trier in questi giorni in presentazione al Festival di Berlino, che da mesi attira su di sé critiche aprioristiche e comunque un gran chiacchiericcio a causa del materiale più che spinto che il regista danese mostrerebbe in sei ore di film. Il regista ha realizzato una versione ridotta del film da far girare nelle sale, così come è stato censurato e rivisto il trailer.

RAINEWS MANDA IN ONDA DI POMERIGGIO IL POMPINO DI NYMPHOMANIACRAINEWS MANDA IN ONDA DI POMERIGGIO IL POMPINO DI NYMPHOMANIAC

Ma a RaiNews commettono l'imperdonabile errore di scambiarlo con quello integrale e senza filtri, somministrandolo ai propri telespettatori durante un collegamento alle tre del pomeriggio. La frittata è fatta: la fellatio di Charlotte Gainsbourg viene mandata in onda senza bollino o pixellatura, suscitando l'imbarazzo dei presenti in studio.

RAINEWS MANDA IN ONDA DI POMERIGGIO IL POMPINO DI NYMPHOMANIACRAINEWS MANDA IN ONDA DI POMERIGGIO IL POMPINO DI NYMPHOMANIAC

E pensare che con un repentino accorgimento il conduttore aveva anche previsto la gaffe, chiedendo al giornalista collegato se quella che stavano trasmettendo fosse una versione del trailer ridimensionata. Qualcuno dalla regia blocca improvvisamente il filmato ma lo stesso conduttore poi dice: "No no, vediamole!". Disastro in diretta, dopo pochi secondi è tutto divenuto irreparabile e il conduttore si scusa subito dicendo: "No, effettivamente forse è un po' troppo per quest'ora del giorno", con allegate scuse, che forse non basteranno.

RAINEWS MANDA IN ONDA DI POMERIGGIO IL POMPINO DI NYMPHOMANIACRAINEWS MANDA IN ONDA DI POMERIGGIO IL POMPINO DI NYMPHOMANIAC

Ricordiamo che in Italia il film sarà distribuito da Lapo Elkann e la sua casa di distribuzione, dopo una polemica abbastanza corposa in relazione al fatto che nessuno si fosse preso la briga di volerlo far girare nelle sale. Nel Bel Paese giungerà tuttavia solo il primo capitolo del film di quattro ore, purgato e ripulito dalle immagini più spinte. Non come a RaiNews24, dove il vento antiproibizionista ha avuto la meglio.

 

 

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – CHI SOGNA IL RITORNO DI TRUMP ALLA CASA BIANCA? DI CERTO NETANYAHU ED EMIRATI ARABI UNITI, MA TRA LE VEDOVELLE DI “THE DONALD” NON C’È PUTIN. “MAD VLAD” PREFERISCE IL PREVEDIBILE NEMICO BIDEN A QUEL MATTACCHIONE INAFFIDABILE DEL TYCOON (CHE GIUSTO IERI HA INVOCATO LE BOMBE AMERICANE SU MOSCA). UNA DIFFIDENZA POTENZIALMENTE UTILE A “SLEEPY JOE”: IL CREMLINO POTREBBE “CONCEDERGLI” LA PACE IN UCRAINA PER EVITARE IL RITORNO DI TRUMP – E LA MELONI? TIENE IL PIEDE IN DUE STAFFE: MANDA I SUOI ALLA CONVENTION CPAC, MA SI FA DARE I BACETTI DA BIDEN…

FLASH! - FIAMME GIALLE IN FIAMME: AVVISATE ANDREA DE GENNARO CHE IL GENERALE FRANCESCO GRECO NON GRADISCE PER NIENTE L'EVENTUALE INCARICO AL COMANDO AERO-NAVALE; SI ILLUDEVA DI ANDARE AL COMANDO INTERREGIONALE DI ROMA - AVVISATE MANTOVANO CHE L'EX DIRETTORE DELL'AISE LUCIANO CARTA, FINITO PRIMA A LEONARDO, POI BOCCIATO DA TIM COME UOMO DI VIVENDI, ORA ALL'AGENZIA DI STAMPA LA PRESSE, NON HA PERSO LA SPERANZA DI OCCUPARE LA PRESIDENZA DI UNA AZIENDA PUBBLICA. E HA RIPRESO A INCONTRARE I SUOI VECCHI AMICI (CARAVELLI & C.)

DAGOREPORT – ASPETTANDO IL VOTO, MACRON E SCHOLZ HANNO TROVATO UN ACCORDO DI MASSIMA: SILURATA URSULA ED ESCLUSA OGNI ALLEANZA CON LA MELONI, I DUE LASCERANNO AL PPE, GRUPPO DI MAGGIORANZA, L’ONERE DI TROVARE UN NOME ALTERNATIVO A VON DER LAYEN PER LA COMMISSIONE (NO A WEBER, UN PO' TROPPO DI DESTRA, IN POLE IL BAVARESE SÖDER) – I SOCIALISTI PUNTANO ALLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO EUROPEO, DOVE SANCHEZ FA PRESSIONE SU SCHOLZ PER IL PORTOGHESE COSTA. MA SE LA SCELTA RICADESSE SUI LIBERALI, MACRON PROPORREBBE MARIO DRAGHI - MORALE DELLA FAVA: ALLA FACCIA DEL CAMALEONTISMO, LA DUCETTA IN EUROPA SARA' IRRILEVANTE...

DAGOREPORT – GIORGETTI È DISPERATO: NON SA DOVE TROVARE I SOLDI PER LA PROSSIMA FINANZIARIA (SI PRESENTA A OTTOBRE MA ANDAVA CUCINATA IERI), MENTRE I PARTITI DELLA MAGGIORANZA, IN PIENA SBORNIA DA EUROPEE, SPARANO PROMESSE IRREALIZZABILI. MA DOPO IL 9 GIUGNO SI CHIUDERA' IL CORDONE DELLA BORSA: E SARANNO BOTTI TRA GIORGETTI E IL PERICOLANTE SALVINI (LEGA VICINA ALL'IMPLOSIONE) – "MELONI, DETTA GIORGIA" SI ILLUDE DI POTER RIDISCUTERE L'INSOSTENIBILE PATTO DI STABILITÀ, BARATTANDOLO ALLA RATIFICA DEL MES - MA A BRUXELLES LA REGINA DI COATTONIA SARA' IRRILEVANTE (I VOTI DI ECR NON SERVIRANNO PER LA COMMISSIONE UE) E GLI EURO-POTERI PREPARANO GIA' UNA BELLA PROCEDURA D'INFRAZIONE PER L'ITALIA – LA PREOCCUPAZIONE DELL'UE PER LA DEBOLEZZA STRUTTURALE DELL’ECONOMIA ITALIANA: NEMMENO I MOLTI MILIARDI DEL PNRR STANNO FACENDO VOLARE IL PIL...