LE GRANDI BATTAGLIE DEL MOIGE: CONTRO LE MUTANDE PAZZE DI GORIA – L’ORGANIZZAZIONE NON HA GRADITO I BOLLORI E LO SMUTANDAMENTO DEL GIORNALISTA E USA E ABUSA IL TEMA DELLA VIOLENZA SULLE DONNE: “DOPO GLI EPISODI CHE HANNO VISTO AINETT STEPHEN OGGETTO DI AVANCE SESSUALI, PALPEGGIAMENTI E ATTI EROTICI NON DESIDERATI DA PARTE DI UN ALTRO CONCORRENTE, INVITIAMO LE AZIENDE A VALUTARE DOVE COLLOCARE LA PUBBLICITÀ PER…” - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Da "www.ilmessaggero.it"

 

AMEDEO GORIA SI SFILA LE MUTANDE NEL LETTO AMEDEO GORIA SI SFILA LE MUTANDE NEL LETTO

Il Moige attacca il Grande Fratello Vip dopo il caso Amedeo Goria. «In seguito ai recenti episodi che hanno visto Ainett Stephen oggetto di avance sessuali, palpeggiamenti e atti erotici non desiderati da parte di un altro concorrente, il Movimento Italiano Genitori invita le aziende a valutare con attenzione dove collocare i propri spot pubblicitari». Lo dichiara Elisabetta Scala, presidente del Moige e responsabile del suo Osservatorio Media, aggiungendo che «come numerose altre volte, torniamo a criticare la tv trash. Non possiamo esimerci dal farlo, data l'influenza che ha a livello sociale».

ainett stephens e amedeo goria 3 ainett stephens e amedeo goria 3

 

Il Moige attacca il Gf Vip

«Trasmissioni come il Grande Fratello Vip - aggiunge Elisabetta Scala - fanno parte di un business che fomenta una cultura basata su disvalori e, ancor più grave ma sempre più frequente in questo tipo di show, anche sugli abusi contro la donne. Prova ne è quanto avvenuto a discapito di Ainett Stephens nei giorni scorsi. Questi modelli disfunzionali vengono fatti passare come 'normali' o 'divertenti', sottovalutando quanto influiscono sui comportamenti che poi vengono agiti nel mondo reale, molestie sulle donne in primis»

AMEDEO GORIA SI SFILA LE MUTANDE NEL LETTO AMEDEO GORIA SI SFILA LE MUTANDE NEL LETTO

 

«Il Moige - prosegue la Scala - richiama le aziende inserzioniste alla propria responsabilità. Scegliendo di collocare i propri spot nell'orario di una trasmissione trash come il Grande Fratello, involontariamente un'azienda sostiene anche la diffusione di questi modelli culturali negativi, che pregiudicano la dignità e il rispetto della donna.

ainett stephens e amedeo goria 8 ainett stephens e amedeo goria 8

 

Richiamiamo le aziende a valutare attentamente la collocazione dei propri investimenti pubblicitari - conclude la presidente del Moige - È un modo di manifestare un senso di responsabilità verso il sistema educativo del Paese, di dare voce ai milioni di cittadini che reclamano a gran voce una televisione che sia decorosa e accettabile, di promuovere valori e modelli culturali positivi, rispettosi della donna e in ogni caso costruttivi».

amedeo goria si toglie le mutande 1 amedeo goria si toglie le mutande 1

 

ainett stephens e amedeo goria 1 ainett stephens e amedeo goria 1 amedeo goria si toglie le mutande 2 amedeo goria si toglie le mutande 2 ainett stephens e amedeo goria 7 ainett stephens e amedeo goria 7 ainett stephens e amedeo goria 6 ainett stephens e amedeo goria 6 ainett stephens e amedeo goria 4 ainett stephens e amedeo goria 4 ainett stephens e amedeo goria 2 ainett stephens e amedeo goria 2 amedeo goria 4 amedeo goria 4 amedeo goria 1 amedeo goria 1 amedeo goria 3 amedeo goria 3 amedeo goria amedeo goria

 

amedeo goria 2 amedeo goria 2

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

FARSA ITALIA – NON SAREBBE GIUNTA L’ORA DI FINIRLA CON LA MEGACAZZATA DI BERLUSCONI-QUIRINALE? E’ RISAPUTO DA TUTTI CHE E’ STATO CONDANNATO IN VIA DEFINITIVA SCONTANDO LA PENA AI SERVIZI SOCIALI E HA UN PROCESSO IN CORSO, RUBY-TER, CON OLGETTINE SCATENATE – QUALCHE ANIMA PIA SALVI IL BANANA SBUCCIATO, OSTAGGIO DI LICIA RONZULLI, DA FIGURE DI MERDA: QUANDO A BRUXELLES HA DETTO “GARANTISCO IO PER MELONI E SALVINI”, IL PRESIDENTE DEL PPE WEBER GLI HA RISO IN FACCIA: “GARANTISCI CHI? QUELLI CHE STANNO CON VOX E LE PEN E VOTANO PER IL MURO ANTI-MIGRANTI DEI POLACCHI?”

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

BOLLETTINIAMOCI! – OGGI 3.882 NUOVI CASI E 39 DECESSI, CON 487.218 TAMPONI EFFETTUATI E IL TASSO DI POSITIVITÀ CHE RIMANE STABILE ALLO 0,8% - LE DOSI DI VACCINO SOMMINISTRATE SONO OLTRE 88,3 MILIONI, CON PIÙ DI 44,2 MILIONI DI CITTADINI CHE HANNO COMPLETATO IL CICLO VACCINALE (81,84% DELLA POPOLAZIONE OVER 12) – BRUSAFERRO DELL’ISS: “IN ITALIA NON C'È UNA RISALITA DELLA POSITIVITÀ COME IN ALTRI PAESI UE. LA MORTALITÀ MOSTRA UN LIEVE AUMENTO ANCHE SE SI PARLA DI NUMERI LIMITATI”