L’INSAZIABILE APPETITO SESSUALE E I TRADIMENTI SERIALI DI MARLON BRANDO PORTARONO RITA MORENO A TENTARE IL SUICIDIO – ‘’LA NOSTRA VITA SESSUALE ERA INCREDIBILE. ERAVAMO OSSESSIONATI L’UNO DALL’ALTRO MA NON SOPPORTAVO L’UMILIAZIONE DI VEDERLO ANDARE CON ALTRE DONNE” - DOPO ESSERSI SEPARATA DA BRANDO LA SUA CARRIERA ESPLOSE CON “WEST SIDE STORY”

Quando Rita ebbe un aborto e finì in ospedale, Marlon non sembrò preoccupato per la sua salute, anzi cominciò una relazione con Tarita Teriipia, che sarebbe presto diventata la sua terza moglie. Rita tentò il suicidio ma fu salvata dall’assistente che la portò al pronto soccorso in tempo...

Condividi questo articolo

Chris Spargo per “Daily Mail

 

sul set di desiree sul set di desiree

L’insaziabile appetito sessuale e i tradimenti seriali di Marlon Brando portarono Rita Moreno a tentare il suicidio. E’ stata lei stessa a rivelarlo a “Closer”, raccontando tutto, dal momento in cui incontrò l’attore sul set di “Désirée” nel 1954 a otto anni dopo, quando ingerì una overdose di pillole.

 

marlon brando marlon brando

Fra i due c’era passione, ricorda la Moreno: «La nostra vita sessuale era incredibile. Eravamo ossessionati l’uno dall’altro ma non sopportavo l’umiliazione di vederlo andare con altre donne, così ho provato a togliermi la vita. Era un atto di disprezzo verso me stessa, non accettavo di farmi trattare così». Aveva scritto nella sua autobiografia del 2013: «Eravamo incatenati in una follia a due, durata per anni, finché non mi sono costretta ad uscire dal coma e a scegliere la vita. Era un grande amante, generoso, sensuale, fantasioso, nutriva il mio corpo e la mia anima».

 

la moreno in west side story la moreno in west side story brando con la monroe brando con la monroe rita moreno oggi rita moreno oggi

Però quando Rita ebbe un aborto e finì in ospedale, Marlon non sembrò preoccupato per la sua salute, anzi cominciò una relazione con Tarita Teriipia, che sarebbe presto diventata la sua terza moglie. Rita tentò il suicidio ma fu salvata dall’assistente che la portò al pronto soccorso in tempo. Dopo essersi separata da Brando la sua carriera esplose con “West Side Story”, fu la seconda di 12 artisti e la prima ispanica, a conseguire un “Egot”, cioè a vincere un Emmy, un Grammy, un Oscar e un Tony.

 

Condividi questo articolo

media e tv

BYE BYE RAITRE, ARRIVA “LA CASALESE” - IL NUOVO ASTRO NASCENTE DELLA RAITRE CHE FU DI ANGELO GUGLIELMI E OGGI GUIDATA DAL PARAGRILLINO FRANCO DI MARE È TALE NOEMI GHERRERO, NAPOLETANA COME IL DIRETTORE, UFFICIALMENTE ATTRICE. L’UNICO FILM DA PROTAGONISTA AGLI ATTI SI CHIAMA  ‘OPERAZIONE SPARTACUS, LA CASALESE’ - DOVRÀ AIUTARE I TELESPETTATORI AD ARRICCHIRE IL LORO ITALIANO IN UN PROGRAMMA ISPIRATO AL VECCHIO MAESTRO MANZI. MA BASTA DARE UN'OCCHIATA AL SUO PROFILO FACEBOOK PER CAPIRE CHE FORSE ANCHE LEI AVREBBE BISOGNO DI UN RIPASSO...

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

UNA MINCHIATA RESTA SEMPRE UNA MINCHIATA. O NO? - OTTAVIO CAPPELLANI: ''IN AEREO CI SI PUÒ SEDERE ATTACCATI MA LE CAPPELLIERE SONO VIETATE. NIENTE BAGAGLI. LA REGOLA FA VACILLARE LA MENTE.  IN PIEDI, CON LE BRACCIA ALZATE E UNO ZAINETTO IN MANO L’ESSERE UMANO E' PIÙ SENSIBILE AL CORONAVIRUS? SI TRASMETTE ATTRAVERSO LE ASCELLE? - REGOLE RIGIDE PER GLI SPETTACOLI ALL'APERTO, POI SALI SU UN AUTOBUS E ADDIO DISTANZIAMENTO. E POI PERCHÉ I MIGRANTI VENGONO TAMPONATI E QUARANTENATI MA I TURISTI NO? LA POVERTÀ AIUTA IL CONTAGIO?''