“JE SUIS CHARLIE”: UNA MATITA CONTRO LE ARMI - VIGNETTISTI DA TUTTO IL MONDO INVADONO INTERNET CON LE LORO VIGNETTE A SOSTEGNO DELLA REDAZIONE DI “CHARLIE HEBDO”- IL TRIBUTO DI BANKSY SU INSTAGRAM

Uomini armati con la barba, matite appuntite usate come armi da fuoco, un dito medio che spunta dalla pagina di un giornale. Sono le centinaia di immagini che da ieri invadono internet. Con l’hashtag #jesuischarlie, gli artisti condividono i loro potenti disegni per denunciare la violenza, perorare la libertà di stampa e piangere i colleghi…

Condividi questo articolo


Da www.dailymail.co.uK

vignettisti per charlie hebdo 9 vignettisti per charlie hebdo 9

 

Uomini armati con la barba, matite usate come armi da fuoco, un dito medio che spunta dalla pagina di un giornale. Sono le centinaia di immagini che da ieri invadono internet in reazione al massacro di Charlie Hebdo. Con l’hashtag #jesuischarlie, gli artisti condividono potenti e satirici disegni per denunciare la violenza, perorare la libertà di stampa e piangere i colleghi.

 

vignettisti per charlie hebdo 8 vignettisti per charlie hebdo 8

In molti disegni le penne e le matite appuntite rappresentano le vittime. Il tema comune è la libertà di espressione. Qualcuno chiede vendetta contro i loro aggressori. Tra i tantissimi, il tributo di Banksy su Instagram ha ricevuto più di 82.000 “like” in poche ore. L'immagine di Dave Brown, il fumettista del “The Independent”, è stata ritwittata da oltre 22.000 persone, tra cui la scrittrice JK Rowling.

 

vignettisti per charlie hebdo 7 vignettisti per charlie hebdo 7

Quella dell’illustratore David Pope del “The Times Canberra” è stata ricliccata 62.000 volte. “Non riesco a dormire stanotte, il pensiero va ai miei colleghi francesi e alle loro famiglie”, ha scritto insieme al disegno su Twitter.

 

Il fumettista olandese Ruben Oppenheimer ha fatto allusione agli attacchi dell’11 settembre e il suo fumetto ha ricevuto oltre 20.000 “retweet”. Il brasiliano Carlos Latuff ha condiviso un messaggio diverso: nel disegno i due killer sparano verso la sede di Charlie Hebdo, ma i proiettili colpiscono una moschea.

 

Le vignette provengono da tutti i paesi del mondo, dall'India all'Egitto, dal Brasile, dal Canada, dalla Spagna e dal Belgio.

vignettisti per charlie hebdo 6 vignettisti per charlie hebdo 6

 

Il vignettista Gilles van Kote da “Le Monde” ha scritto: “Con tutto il cuore, a Charlie Hebdo” accanto alla sua immagine. Tom Toles del “Washington Post” ha scritto: “La penna durerà e la linea sarà segnata”.

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT – ANCHE I DRAGHI, OGNI TANTO, COMMETTONO UN ERRORE. SBAGLIÒ NEL 2022 CON LA CIECA CORSA AL COLLE, E SBAGLIA OGGI A DARE FIN TROPPO ADITO, CON LE USCITE PUBBLICHE, ALLE CONTINUE VOCI CHE LO DANNO IN CORSA PER LA PRESIDENZA DELLA COMMISSIONE EUROPEA - CHIAMATO DA URSULA PER REALIZZARE UN DOSSIER SULLA COMPETITIVITÀ DELL’UNIONE EUROPEA, IL COMPITO DI ILLUSTRARLO TOCCAVA A LEI. “MARIOPIO” INVECE NON HA RESISTITO ALLE SIRENE DEI MEDIA, CHE TANTO LO INCENSANO, ED È SALITO IN CATTEDRA SQUADERNANDO I DIFETTI DELL’UNIONE E LE NECESSARIE RIFORME, OFFRENDOSI COME L'UOMO SALVA-EUROPA - UN GRAVE ERRORE DI OPPORTUNITÀ POLITICA (LO STESSO MACRON NON L’HA PRESA BENE) - IL DESTINO DI DRAGHI È NELLE MANI DI MACRON, SCHOLZ E TUSK. SE DOPO IL 9 GIUGNO...

DAGOREPORT – BENVENUTI ALLA PROVA DEL “NOVE”! DOPO LA COSTOSA OPERAZIONE SUL ''BRAND AMADEUS'' (UN INVESTIMENTO DI 100 MILIONI DI DOLLARI IN 4 ANNI), A DISCOVERY NON VOGLIONO STRAFARE. E RESTERANNO FERMI, IN ATTESA DI VEDERE COSA SUCCEDERA' NELLA RAI DI ROSSI-MELONI - ''CORE BUSINESS' DEL CANALE NOVE: ASCOLTI E PUBBLICITÀ, QUINDI DENTRO LE SMORFIE E I BACETTI DI BARBARELLA D'URSO E FUORI L’INFORMAZIONE (L’IPOTESI MENTANA NON ESISTE) - LA RESPONSABILE DEI CONTENUTI DI DISCOVERY, LAURA CARAFOLI, PROVO' AD AGGANCIARE FIORELLO GIA' DOPO L'ULTIMO SANREMO, MA L'INCONTRO NON ANDO' A BUON FINE (TROPPE BIZZE DA ARTISTA LUNATICO). ED ALLORA È NATA L’IPOTESI AMADEUS, BRAVO ''ARTIGIANO" DI UNA TV INDUSTRIALE... 

DAGOREPORT – L’INSOFFERENZA DI AMADEUS VERSO LA RAI È ESPLOSA DURANTE IL FESTIVAL DI SANREMO 2024, QUANDO IL DG RAI GIAMPAOLO ROSSI, SU PRESSIONE DEI MELONI DI PALAZZO CHIGI, PROIBI' AI RAPPRESENTANTI DELLA PROTESTA ANTI-GOVERNATIVA DEI TRATTORI DI SALIRE SUL PALCO DELL'ARISTON - IL CONDUTTORE AVEVA GIÀ LE PALLE PIENE DI PRESSIONI POLITICHE E RACCOMANDAZIONI PRIVATE (IL PRANZO CON PINO INSEGNO, LE OSPITATE DI HOARA BORSELLI E POVIA SONO SOLO LA PUNTA DELLA CAPPELLA) E SI È LANCIATO SUI DOLLARONI DI DISCOVERY – L’OSPITATA “SEGRETA” DI BENIGNI-MATTARELLA A SANREMO 2023, CONSIDERATA DAI FRATELLINI D’ITALIA UN "COMIZIO" CONTRO IL PREMIERATO DELLA DUCETTA, FU L'INIZIO DELLA ROTTURA AMADEUS-PRESTA…