“LE IENE” HANNO TRAVAGLIATO TRAVAGLIO – LA TRASMISSIONE SDERENA MARCOLINO, CHE HA DIFFIDATO MEDIASET DALL’UTILIZZARE UNA CLIP DI “ACCORDI E DISACCORDI” IN CUI SUL CASO FORTI INVOCAVA LA FAMIGLIA DI DALE PIKE, SENZA SAPERE CHE IL FRATELLO CHIEDE LA LIBERAZIONE DI CHICO FORTI: “LA VERITÀ È CHE DIMOSTRA UNA CONOSCENZA SUPERFICIALE DEL CASO, COME RISULTA CHIARO DA QUESTO VIDEO. È COMPRENSIBILE CHE TRAVAGLIO SIA COSÌ AMAREGGIATO. QUALORA VOLESSE OFFRIRE AL SUO PUBBLICO UNA VISIONE AUTOREVOLE E COMPLETA SULLA QUESTIONE…”

-

Condividi questo articolo


IL FRATELLO DI DALE PIKE ALLE IENE: FATE USCIRE CHICO FORTI

 

 

MARCO TRAVAGLIO - ACCORDI E DISACCORDI MARCO TRAVAGLIO - ACCORDI E DISACCORDI

VIDEO - IENE, MA CHE FINE HA FATTO IL SERVIZIO DI CHICO FORTI CON MARCO TRAVAGLIO?

https://www.iene.mediaset.it/video/iene-ma-che-fine-ha-fatto-il-servizio-di-chico-forti-con-marco-travaglio-_1339445.shtml

 

Comunicato stampa

 

Rispondiamo al comunicato di Marco Travaglio che, come spesso fa, riporta circostanze a sua convenienza.

 

chico forti e dale pike chico forti e dale pike

Noi de “Le Iene” i diritti del programma “Accordi & Disaccordi” li avevamo chiesti sia a Warner Bros. Discovery (il Canale Nove) che a Loft Produzioni (società controllata da SEIF, che edita anche “Il Fatto Quotidiano”).

 

Beninteso, secondo noi non sarebbe nemmeno stato necessario chiederli perché, a tutti gli effetti, si trattava di un chiaro esercizio del diritto di cronaca; ma Mediaset, che è sempre più che attenta e scrupolosa quando si parla di diritti, li ha chiesti.

 

MARCO TRAVAGLIO SU CHICO FORTI - DICEMBRE 2020 MARCO TRAVAGLIO SU CHICO FORTI - DICEMBRE 2020

La risposta non arrivava, così abbiamo usato 25 secondi di quel documento per fare conoscere il pensiero di Marco Travaglio sul caso Chico Forti.

 

Ieri mattina Loft Produzioni ha chiesto 2.000 euro (che ovviamente saranno pagati) per quell’utilizzo, e ci ha diffidato dal mantenere quel video all’interno del nostro servizio pubblicato sul web.

 

Oggi Travaglio replica che quel contenuto era già disponibile sul web e che non intendeva occultare ciò che aveva dichiarato sul caso Forti.

 

La verità è che in quel passaggio Travaglio si esprime dimostrando una conoscenza superficiale del caso, come risulta chiaro da questo video:

MARCO TRAVAGLIO SU CHICO FORTI - MAGGIO 2024 MARCO TRAVAGLIO SU CHICO FORTI - MAGGIO 2024

 

https://www.iene.mediaset.it/video/iene-ma-che-fine-ha-fatto-il-servizio-di-chico-forti-con-marco-travaglio-_1339445.shtml

 

Per questo è comprensibile che Marco Travaglio sia così amareggiato e attento al fatto che quel contenuto abbia avuto un pubblico così vasto.

 

Qualora volesse offrire al suo pubblico una visione autorevole e completa sulla questione, eccezionalmente, mettiamo a disposizione sua e della sua produzione a titolo gratuito la testimonianza di Bradley Pike, fratello di Dale, che può rispondere meglio di chiunque alla domanda di Marco Travaglio su cosa pensi la famiglia “di uno che è morto”, sul trasferimento di Chico Forti in Italia.

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BRADLEY PIKE - FRATELLO DI DALE BRADLEY PIKE - FRATELLO DI DALE IL SERVIZIO DELLE IENE SU CHICO FORTI NON DISPONIBILE IL SERVIZIO DELLE IENE SU CHICO FORTI NON DISPONIBILE chico forti incontra a madre a trento 9 chico forti incontra a madre a trento 9 chico forti incontra a madre a trento 8 chico forti incontra a madre a trento 8 chico forti incontra a madre a trento 3 chico forti incontra a madre a trento 3 GIORGIA MELONI CHICO FORTI - VIGNETTA BY OSHO GIORGIA MELONI CHICO FORTI - VIGNETTA BY OSHO GIORGIA MELONI E CHICO FORTI IN VERSIONE MUSSOLINI - MEME GIORGIA MELONI E CHICO FORTI IN VERSIONE MUSSOLINI - MEME ANDREA DI GIUSEPPE - CHICO FORTI ANDREA DI GIUSEPPE - CHICO FORTI BRADLEY PIKE - FRATELLO DI DALE BRADLEY PIKE - FRATELLO DI DALE

IL FATTO QUOTIDIANO SU CHICO FORTI AI TEMPI DI DI MAIO IL FATTO QUOTIDIANO SU CHICO FORTI AI TEMPI DI DI MAIO

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DOVE ABBIAMO GIÀ VISTO LA VERSIONE SPECIALE DELLA FIAT 500 CON CUI GIORGIA MELONI È ARRIVATA SUL PRATO DI BORGO EGNAZIA? È UN MODELLO SPECIALE REALIZZATO DA LAPO ELKANN E BRANDIZZATO “GARAGE ITALIA”. LA PREMIER L’HA USATA MA HA RIMOSSO IL MARCHIO FIAT – A BORDO, INSIEME ALLA DUCETTA, L’INSEPARABILE PATRIZIA SCURTI E IL DI LEI MARITO, NONCHÉ CAPOSCORTA DELLA PREMIER – IL POST DI LAPO: “È UN PIACERE VEDERE IL NOSTRO PRIMO MINISTRO SULLA FIAT 500 SPIAGGINA GARAGE ITALIA DA ME CREATA...”

SCURTI, LA SCORTA DI GIORGIA - SEMPRE "A PROTEZIONE" DELLA MELONI, PATRIZIA SCURTI GIGANTEGGIA PERSINO AL G7 DOVE È...ADDETTA AL PENNARELLO - LA SEGRETARIA PERSONALE DELLA DUCETTA (LE DUE SI ASSOMIGLIANO SEMPRE DI PIU' NEI LINEAMENTI E NEL LOOK) ERA L’UNICA VICINA AL PALCO: AVEVA L'INGRATO COMPITO DI FAR FIRMARE A BIDEN & FRIENDS IL LOGO DEL SUMMIT - IL SOLO CHE LE HA RIVOLTO UN SALUTO, E NON L'HA SCAMBIATA PER UNA HOSTESS, È STATO QUEL GAGA'-COCCODE' DI EMMANUEL MACRON, E LEI HA RICAMBIATO GONGOLANDO – IL SELFIE DELLA DUCETTA CON I FOTOGRAFI: “VI TAGGO TUTTI E FAMO IL POST PIU'…” - VIDEO

LA SORA GIORGIA DOVRÀ FARE PIPPA: SULL'ABORTO MACRON E BIDEN NON HANNO INTENZIONE DI FARE PASSI INDIETRO. IL TOYBOY DELL'ELISEO HA INSERITO IL DIRITTO ALL'INTERRUZIONE DI GRAVIDANZA IN COSTITUZIONE, E "SLEEPY JOE" SI GIOCA LA RIELEZIONE CON IL VOTO DELLE DONNE - IL PASTROCCHIO DELLA SHERPA BELLONI, CHE HA FATTO SCOMPARIRE DALLA BOZZA DELLA DICHIARAZIONE FINALE DEL G7 LA PAROLA "ABORTO", FACENDO UN PASSO INDIETRO RISPETTO AL SUMMIT DEL 2023 IN GIAPPONE, È DIVENTATO UN CASO DIPLOMATICO - FONTI ITALIANE PARLANO DI “UN DISPETTO COSTRUITO AD ARTE DA PARIGI ”

DAGOREPORT! GIORGIA MELONI È NERVOSA: GLI OCCHI DEL MONDO SONO PUNTATI SU DI LEI PER IL G7 A BORGO EGNAZIA. SUL TAVOLO DOSSIER SCOTTANTI, A PARTIRE DALL’UTILIZZO DEGLI ASSET RUSSI CONGELATI PER FINANZIARE L’UCRAINA - MINA VAGANTE PAPA FRANCESCO, ORMAI A BRIGLIE SCIOLTE – DOPO IL G7, CENA INFORMALE A BRUXELLES TRA I LEADER PER LE EURONOMINE: LA DUCETTA ARRIVA DA UNA POSIZIONE DI FORZA, MA UNA PARTE DEL PPE NON VUOLE IL SUO INGRESSO IN  MAGGIORANZA - LA SPACCATURA TRA I POPOLARI TEDESCHI: C'È CHI GUARDA A DESTRA (WEBER-MERZ) E CHI INORRIDISCE ALL'IDEA (IL BAVARESE MARKUS SODER) - IL PD SOGNA UN SOCIALISTA ITALIANO ALLA GUIDA DEL CONSIGLIO EUROPEO: LETTA O GENTILONI? - CAOS IN FRANCIA: MACRON IN GUERRA CON LE PEN MA I GOLLISTI FLIRTANO CON LA VALCHIRIA MARINE