“LA VERITÀ” È CHE SERVONO I DANÉ - BELPIETRO POTREBBE VENDERE UNA QUOTA DI MINORANZA DELLA SOCIETÀ EDITORIALE DA LUI FONDATA NEL 2016 - DOPO AVER RIFIUTATO UN’OFFERTÀ DELLA FAMIGLIA ANGELUCCI, INTENZIONATA A RILEVARE IL QUOTIDIANO “LA VERITÀ” (CON CONTRATTO DECENNALE ALLA DIREZIONE PER BELPIETRO), SI PUNTA A UN PARTNER INDUSTRIALE DI MINORANZA, ALMENO IN UNA PRIMA FASE - “MILANO FINANZA”: “DOPO ANNI DI FORTE CRESCITA, ‘LA VERITÀ’ È INCAPPATA NEL PRIMO STOP NELLA QUOTA DI VENDITE IN EDICOLA”

-

Condividi questo articolo


Estratto dell’articolo di Nicola Carosielli per “MF - Milano Finanza”

 

maurizio belpietro la verita maurizio belpietro la verita

[…] il direttore-editore di La Verità, Maurizio Belpietro, avrebbe palesato l’intenzione di vendere una quota di minoranza della società editoriale da lui fondata nel 2016 a un soggetto industriale. Un’indiscrezione che si sposa con i rumors che girano da giorni relative a un interesse dell’editore di Libero e Il Tempo, Antonio Angelucci, per rilevare il giornale fondato da Belpietro. Una mossa che rafforzerebbe ancora di più Angelucci nell’area della stampa di centro-destra.

 

ANTONIO ANGELUCCI ANTONIO ANGELUCCI

[…] alcune fonti sottolineano come le ambizioni di Angelucci si stiano momentaneamente fermando contro il muro innalzato dall’editore-direttore Belpietro. Per qualcuno si sarebbe già palesato un approccio che sarebbe però stato gentilmente respinto dal fondatore di La Verità. L’offerta di Angelucci […] prevederebbe oltre all’acquisto della testata anche un contratto decennale alla direzione per Belpietro. […] pare che Belpietro abbia deciso di […] cercare un socio di minoranza […]: La Verità cerca soci ma certamente non si vende.

 

maurizio belpietro maurizio belpietro

Resta comunque da capire chi potrà essere il partner industriale di minoranza, quindi quali editori potrebbero essere interessati a entrare con una quota in un gruppo senza detenerne il controllo, almeno in una prima fase. Soprattutto perché la macchina messa in piedi da Belpietro, dopo anni di forte crescita, è incappata nel primo stop nella quota di vendite in edicola dopo mesi e sta facendo i conti con la chiusura di alcuni periodici che Belpietro aveva rilevato da Mondadori. […]

ANTONIO ANGELUCCI ANTONIO ANGELUCCI

 

Condividi questo articolo

media e tv

“SONO STATO A UN FESTINO HARD CON MATTEO MESSINA DENARO” – A “LE IENE” ISMAELE LA VARDERA, VICEPRESIDENTE DELLA COMMISSIONE ANTIMAFIA DELLA REGIONE SICILIANA, RIVELA DI AVER PARLATO CON UN UOMO CHE SOSTIENE DI ESSERE STATO A UNA SERATA IN UNA VILLA IN PROVINCIA DI PALERMO CON IL BOSS – IL RACCONTO DEL TESTIMONE: “PRIMA DI ENTRARE A QUELLA FESTA TI PERQUISIVANO. L’ORDINE ERA DI NON RIVELARE CHI ERA PRESENTE. A MEZZANOTTE ARRIVAVANO LE ESCORT. SNIFFANO QUASI TUTTI. MESSINA DENARO ERA SEDUTO CON UNO DELLE FORZE DELL’ORDINE E CON UN MEDICO. C’ERA PURE UN NOTO POLITICO. IL BOSS SI PRESENTÒ A ME CON IL NOME DI ANDREA E…”

politica

VI RICORDATE DI VIRGINIA SANJUST DI TEULADA, EX SIGNORINA BUONASERA E GIÀ COCCA DI BERLUSCONI? LA PROCURA DI ROMA HA CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER LA 45ENNE, CON UN PEDIGREE FAMILIARE NOBILE PER STALKING NEI CONFRONTI DELL’EX COMPAGNO E PER AVER DEVASTATO LA CASA DELLA NONNA, L'EX STELLA DEL CINEMA ANTONELLA LUALDI, CHE NON VOLEVA DARLE SOLDI – IL RAPPORTO CON L’AGENTE DEL SISDE FEDERICO ARMATI E LA “RELAZIONE PARTICOLARE” CON IL CAV: “MI AVEVA PRESO A CUORE MA È L’UOMO PIÙ IMPOTENTE DEL MONDO"

business

cronache

sport

FATE LEGGERE QUESTO PEZZO AI TIFOSI DELLA JUVENTUS - PER CAPIRE COME SIA STATA POSSIBILE LA PENALIZZAZIONE DI 15 PUNTI E PERCHE’ SIA STATA SANZIONATA SOLO LA JUVE PER LE PLUSVALENZE, BISOGNA COMPRENDERE CHE SONO CAMBIATE LE PROVE IN MANO MAGISTRATI GRAZIE ALLE CARTE DELL’INCHIESTA PRISMA - LE “EVIDENZE RELATIVE A INTERVENTI DI NASCONDIMENTO” O “MANIPOLATORI” SONO EMERSE SOLO PER LA JUVENTUS (CHE DA SOCIETÀ QUOTATA “DEVE RISPONDERE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI”), MENTRE A CARICO DELLE ALTRE SQUADRE (SAMPDORIA, EMPOLI, GENOA, PARMA, PISA, PESCARA, PRO VERCELLI, NOVARA), “NON SUSSISTONO EVIDENZE DIMOSTRATIVE SPECIFICHE”

cafonal

TENETEVI SALDI. TRATTENETE IL RESPIRO. GOVERNATE LO SHOCK. ROMA GODONA ESISTE E RESISTE. E SI SOLLAZZA AL FESTONE DI SANDRA CARRARO, STARRING PUPO CHE GORGHEGGIA CON MARA VENIER, BRU-NEO VESPA CHE TRILLA IL RITORNELLO DI “GELATO AL CIOCCOLATO, DOLCE E UN PO’ SALATO…”, MENTRE NICOLINO PORRO AGITA I PIEDINI. SCUTRETTOLA SENZA UNA CURVA FUORI POSTO MARIA ELENA BOSCHI. NON FA RIDERE, FA IMPRESSIONE ADRIANO ARAGOZZINI. INTORNO BOLGIA E PIGIA PIGIA DI PARTY-GIANI - CERTO, UN FESTONE ULTRA-CAFONAL, SPENSIERATO E GAUDENTE, MA PRIVO DELLA CILIEGINA CHE FA OGGI DI UN PARTY UN EVENTO: UN COLLEGAMENTO CON ZELENSKY DA KIEV SOTTO LE BOMBE... – VIDEO STRACULT!

viaggi

salute