MIMUN KILLED LA GERONZINA STAR - IL TRIBUNALE DI ROMA DÀ RAGIONE AL DIRETTORE DEL TG5: I GIORNALISTI POSSONO ESSERE TRASFERITI DI TESTATA

19 giornalisti del Tg5 sono stati trasferiti a News Mediaset - In 6 hanno fatto ricorso d’urgenza, ma il giudice del lavoro ha giudicato infondato il ricorso, visto che continueranno a produrre servizi giornalisti, mantengono stipendio, contratto e sede di lavoro...

Condividi questo articolo

Da www.primaonline.it

 

clemente mimun clemente mimun

Il Tribunale di Roma ha respinto il ricorso d’urgenza presentato da alcuni giornalisti in forza al Tg5 che contestavano la correttezza del riassetto giornalistico in atto nelle testate Mediaset. “Riorganizzazione – precisa Mediaset in un comunicato – che prevede cambiamenti di testata a parità di condizioni”.

 

“Il provvedimento del Giudice del Lavoro Flavio Baraschi” – si legge nella nota del gruppo – “ha giudicato non convincenti ed infondate le argomentazione dei ricorrenti, dal momento che lo spostamento degli stessi dalla testata Tg5 si inserisce in un più ampio progetto di riorganizzazione dei telegiornali Mediaset, giustificato tra l’altro da ragioni di sostenibilità economica”.

clemente mimun clemente mimun

 

“Il progetto garantisce comunque ai ricorrenti la dipendenza dal medesimo editore, continuità nella realizzazione di servizi giornalistici nel settore cronaca ed esteri, pari trattamento economico e normativo, oltre che stessa sede di lavoro” – conclude la nota Mediaset.

 

 

2. RIVOLTA AL TG5: 19 GIORNALISTI TRASFERITI

Aldo Fontanarosa per “La Repubblica” del 9 settembre 2014

 

Assunti per fare i giornalisti al Tg5, da ieri mattina si ritrovano a News Mediaset. Diciannove firme del secondo telegiornale italiano vengono trasferite d’ufficio nell’agenzia informativa del gruppo, nella “grande cucina” che sforna servizi a gettito continuo per tutte le testate tv di casa Berlusconi.

 

clemente mimun clemente mimun

Il cambio di casacca non va giù a sei dei 19 trasferiti, che ora si appellano al giudice del lavoro. Il ricorso urgente — scritto dall’avvocato Domenico d’Amati, uno dei più forti quando si parla di media — chiede di cancellare o almeno di sospendere i trasferimenti. Non solo. Il legale vuole che il Tg5 delle 13 e delle 20 dia notizia della sentenza, in caso di vittoria sua e dei suoi assistiti.

 

Dal 2009, il contratto nazionale autorizza il trasferimento del giornalista ad un’altra testata di uno stesso gruppo editoriale «per comprovate esigenze organizzative e produttive», recita l’articolo 4. È questo lo strumento che Mediaset utilizza per spostare a News Mediaset i 19 cronisti del Tg5 (tutti delle redazioni Cronaca ed Esteri, praticamente azzerate).

tg5 tg5

 

Ed è questo articolo del contratto che la Rai invocherà quando sposterà intere redazioni del Tg1, del Tg2 o del Tg3 nella sua redazione unica (già ribattezzata Rai Informazione). Ma l’avvocato d’Amati scrive che l’arma è del tutto impropria. A suo dire, l’articolo 4 si può applicare solo alle persone assunte dopo il primo aprile 2009 (data di entrata in vigore di quella versione del contratto nazionale).

 

TG5 TG5

Non è tutto. I 6 giornalisti che ricorrono si dichiarano «elementi sgraditi alla direzione giornalistica del Tg5» che li avrebbe allontanati per puntare su un «gruppo di eccellenza» costituito da fedelissimi (accusa respinta dal direttore Mimun). Al danno, poi, si aggiungerebbe la beffa. Perché i 6 cronisti bollano come «dequalificante» l’uso del Dalet. È il sistema che li costringerebbe a montare da soli i servizi tv. Mansione – dicono «estranea alla professione giornalistica ». Il ricorso urgente, presentato ai sensi dell’articolo 700 del Codice di procedura civile, sarà esaminato oggi dal Tribunale di Roma.

 

chiara geronzi chiara geronzi

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

LA LETTERA DI MELANIA RIZZOLI AI MALATI DI TUMORE AL CERVELLO: “NON FATEVI IMPRESSIONARE DALLA MORTE DI NADIA TOFFA, PERCHÉ LEI HA AVUTO UNO DI QUEI TIPI PER I QUALI NON CI SONO CURE CERTE E PER I QUALI LA SCIENZA E LA RICERCA STANNO LAVORANDO MOLTO. I SEGNI E I SINTOMI DELLA PRESENZA DI LESIONI OCCUPANTI SPAZIO NEL CRANIO SONO SIMILI, E RICONOSCERLI ALLO STADIO INIZIALE PUÒ MIGLIORARE LA PROBABILITÀ DI GUARIGIONE E DI SOPRAVVIVENZA, E QUANDO SI PRESENTA UNO DI QUESTI SINTOMI..."