MONDO TRASHO! JOHN WATERS, ICONA DEL CINEMA INDIPENDENTE AMERICANO, E' DI NUOVO IN SALA (E POI IN DVD) CON LA SUA CINE-ATROCITA' DEL 1970 'MANIACI MULTIPLI': ''E' UN FILM PUNK ROCK RADICALE. PERFETTO PER L'ERA TRUMP, CHE CREERA' UNA NUOVA ANARCHIA'' - PROTAGONISTI LA DIVINA DRAG QUEEN DIVINE E UNA BANDA DI PERVERTITI - VIDEO

Condividi questo articolo

Rebecca Nicholson per “The Guardian

 

VIDEO “MOLTEPLICI MANIACI TRAILER”

 

 

john waters in completo john waters in completo

John Waters, regista, scrittore e attore, nome iconico del cinema indipendente statunitense anni ’60, che ha diretto film come ‘Mondo Trasho’, non è mai stato un tipo timido. Tra i suoi momenti più oltraggiosi c’è il finale di ‘Fenicotteri rosa’, dove la sua drag queen preferita, Divine, mangia escrementi di cane, e ancora oggi è un provocatore, ma ammette di non riuscire a trovare battite su Trump eletto presidente: «Odio i liberali che vogliono lasciare il paese. L’unica cosa positiva che intravedo è la possibilità di una nuova anarchia».

divine divine

 

Ha incarnato lo spirito della controcultura cinematografica americana e il suo film ‘Molteplici maniaci’, di nuovo in sala per la prima volta dal 1970 e da marzo su DVD blu -ray, segue le scorrerie di una banda di rapinatori pervertiti con a capo Divine, che finisce per essere violentata da un'aragosta gigante. A suo dire ‘era ridicolo’, ma immortalava una gioventù ribelle e anti-sistema.

 

maniaci multipli in dvd maniaci multipli in dvd

Racconta il regista: «Era prima che finisse tutto. Woodstock, Altamont, la strage di Manson. Prendevamo in giro i valori degli hippie. Al tempo ci si faceva di acido, era un atteggiamento radicale. Il film è invecchiato ma oggi è più affascinante ancora. E’ un film punk rock. Oggi nessuno urlerebbe al corteo che i poliziotti vanno fatti fuori. Gli attivisti politici usavano l’umorismo come arma di terrorismo per mortificare i nemici. Abbiamo bisogno di questo oggi, lo riavremo con Trump probabilmente».

 

molteplici maniaci molteplici maniaci

Waters non guarda la tv, odia i reality show, e ha in programma film nuovi ma non trova i finanziamenti: «Tutti vogliono spendere meno di un milione di dollari, io no, l’ho già fatto da indipendente, non voglio rifarlo a 70 anni». I soldi li ha fatti con la commedia musicale Hairspray e con una frase stampata su ogni maglietta e tazza: «Se andate a casa di qualcuno e non vedete libri, non scopateci”».

divine e john waters divine e john waters waters con divine waters con divine fenicotteri rosa fenicotteri rosa john waters john waters divine drag queen divine drag queen il regista john waters il regista john waters

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

COME CI HA FREGATO MARCHIONNE – RICCARDO RUGGERI ALZA IL SIPARIO SUGLI ULTIMI ANNI DEL GRUPPO FIAT, QUELLI DELLA GESTIONE MARCHIONNE E DELL’OPERAZIONE CHRYSLER: “DETROIT È RIMASTA UNA DELLE CAPITALI DELL’AUTO MONDIALE, TORINO È DIVENTATA CITTÀ DELLA CULTURA. L’ITALIA NON HA PIÙ UN’INDUSTRIA DELL’AUTO, È COME LA SPAGNA” – LE MAGIE DI “MARPIONNE”, CON I FINTI PIANI INDUSTRIALI E LE “FAKE TRUTH”, E IL CAMBIO DI STRATEGIA INIZIATO CON IL TENTATO ACCORDO CON RENAULT

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute