NON VA PER IL SOTTILE - IL CONDUTTORE DE "I FATTI VOSTRI” SALVO SOTTILE, RINATO SU RAI2, SGANCIA UN SILURO SUL DIRETTORE DI RAI3 FRANCO DI MARE CHE L’HA CACCIATO DA “MI MANDA RAI3” A PALINSESTI CHIUSI: “SPIACEVOLE E SCORRETTO COMUNICARLO A FINE AGOSTO, QUANDO NON C'È PIÙ POSSIBILITÀ DI RICOLLOCARSI. CON IL LAVORO DELLE PERSONE NON SI SCHERZA. PENSO CI FOSSE UNA GELOSIA PERSONALE” - “ORA SONO NEL PROGRAMMA PIÙ DIFFICILE CHE IO ABBIA MAI CONDOTTO, MAGALLI MI HA FATTO I COMPLIMENTI…”

-

Condividi questo articolo


Francesca D'Angelo per “Libero Quotidiano

 

SALVO SOTTILE ANNA FALCHI I FATTI VOSTRI SALVO SOTTILE ANNA FALCHI I FATTI VOSTRI

Due punti di share in più: mica male, l'"effetto Salvo Sottile" su I fatti vostri. Sebbene il diretto interessato si affretti a precisare che «è lui che deve ringraziare», con annesso elenco di nomi e cognomi (Anna Falchi, Michele Guardì, lo stesso Giancarlo Magalli, gli autori, il direttore di rete e pure l'usciere della Rai) è innegabile che lo storico ex giornalista del Tg5 abbia portato la propria cifra nel programma mattutino di RaiDue.

 

La vera prova del nove è Giancarlo Magalli: cosa le ha detto?

«Mi ha fatto i complimenti. Io gli devo tutto, per me I fatti vostri è stata una vera rinascita personale. Tra l'altro è il programma più difficile che io abbia mai condotto».

 

salvo sottile mi manda raitre salvo sottile mi manda raitre

Detto da un uomo che ha lavorato per anni con Mentana, suona un filo esagerato.

«Invece è così, perché qui devo alternare registi diversi e per un giornalista è tosta. Infatti la prima cosa che mi ha detto Guardì è stata: "Tu hai una malattia, il giornalismo, e io ti devo guarire”».

 

C'è riuscito?

«In parte. Mi sono voluto tenere stretto un pezzetto di questo mio malanno (ride, ndr)».

 

salvo sottile mi manda raitre 1 salvo sottile mi manda raitre 1

Mi voglio fare i fatti suoi: con il direttore di Rai Tre Franco Di Mare ora è tutto a posto?

«Non ho mai parlato con Di Mare, né ho intenzione di farlo. È legittimo che un direttore decida di cambiare la conduzione di un programma ma trovo spiacevole e scorretto comunicarlo a fine agosto, quando i palinsesti sono chiusi e non c'è più possibilità di ricollocarsi. Con il lavoro delle persone non si scherza».

 

franco di mare foto di bacco franco di mare foto di bacco

Come se lo spiega?

«Ufficialmente voleva valorizzare gli interni, ma penso ci fosse dell'altro, magari una gelosia personale. Per me comunque è un capitolo chiuso».

 

Commissione Vigilanza Rai - Audizione del direttore di Rai Tre Franco Di Mare Commissione Vigilanza Rai - Audizione del direttore di Rai Tre Franco Di Mare

Con I fatti vostri lei parla a un pubblico over 50: per alcuni potrebbe essere un passo indietro.

«Non esistono target di serie A e di serie B e credo che fare servizio pubblico consista anche nel tenere compagnia agli anziani a casa. Tra l'altro la pandemia ha allargato la nostra platea perché ora ci seguono pure gli studenti in dad, i giovani disoccupati, le persone in quarantena…».

 

SALVO SOTTILE I FATTI VOSTRI SALVO SOTTILE I FATTI VOSTRI

A proposito di servizio pubblico, l'Inghilterra ha deciso di congelare il canone della Bbc, per poi eliminarlo nel 2027. È una scelta destinata a fare scuola?

«Spero di no perché il canone è fondamentale per poter garantire una tv differente: alcuni programmi di pubblica utilità difficilmente vedrebbero la luce senza il canone».

 

salvo sottile mi manda raitre 2 salvo sottile mi manda raitre 2

No vax: da voi non hanno messo piede. Una scelta di campo?

«Rispetto il pensiero di tutti ma credo che abbia senso dare un'eco così forte ai no vax giusto nei talk politici. Noi siamo invece una piazza e quando abbiamo parlato di Covid è stato per promuovere la campagna vaccinale: non ci sentiamo di dare una sponda ai no vax, perché il vaccino ha salvato moltissime vite».

 

Insisto nel farmi gli affari suoi: non ha mai nostalgia del Salvo Sottile in modalità Carlo Lucarelli style, che seguiva i casi di cronaca nera?

«Mi sono occupato di nera per tre anni, sperimentando nuovi linguaggi, ma poi ero curioso di sperimentare altri generi. La nera poi è come un antibiotico: va somministrata a piccole dose altrimenti ci si fa male. Per esempio a I fatti vostri non abbiamo mai trattato Denise Pipitone perché non aveva senso seguire la serie di piste, spesso fasulle…».

 

salvo sottile foto di bacco salvo sottile foto di bacco

Da giornalista, mi faccia la sua previsione per il Colle: chi sale?

«Credo Draghi. Lo stimo molto: ha fatto ripartire l'Italia anche prendendo decisioni impopolari».

 

Oggi le persone hanno perso fiducia nell'informazione ufficiale, preferendo il web. I giornalisti hanno delle responsabilità?

«Qualche domanda dovremmo farcela. Per ragioni di costi oggi si va meno sul campo e si tende a lavorare usando agenzie o notizie online, a discapito della notizia stessa e del lettore. Inoltre i tg devono cercare di cambiare il modo di comunicare e stanare le fake news».

 

Le piace il Tg1 della Maggioni?

salvo sottile salvo sottile

«Molto. Ecco, lei va proprio in questa direzione di ammodernamento: è riuscita a mettere la quinta marcia all'informazione tv».

 

Qualcosa mi dice che potrebbe tornare il Sottile conduttore di tg…

«Calma, calma! Direi che ho dato anche se stimo molto la Maggioni e mai dire mai».

 

Cosa ricorda del Sottile che esordiva, 30 anni fa, al Tg5?

«Che correva come un pazzo su e giù per la Sicilia! Facevo così tanti pezzi che alla fine a Mediaset convenì assumermi anziché pagarmi a cottimo. Mentana è stato un grandissimo maestro. Già ai tempi faceva delle maratone tv pazzesche».

 

salvo sottile salvo sottile salvo sottile salvo sottile

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - PRIMA DI RISPOLVERARE SECCHIELLI E PALETTE, SLIP E TANGA, IL GOVERNO DUCIONI DEVE SBROGLIARE QUEL CUBO DI RUBIK CATODICO CHE SI CHIAMA RAI. LA FIAMMA TRAGICA È TUTTA D’ACCORDO DI METTERE L’EX “GABBIANO” GIAMPAOLO ROSSI SULLA POLTRONA DI AMMINISTRATORE DELEGATO, AL POSTO DI ROBERTO SERGIO CHE NON CE L’HA FATTA A VINCERE LA DIFFIDENZA TOTALE VERSO GLI “ESTRANEI” DI VIA DELLA SCROFA - MA IL VERO ROMPICOJONI DI GIORGIA È SEMPRE LUI: MATTEO SALVINI CHE TEME DI RESTARE FUORI DALLA SPARTIZIONE TRA FDI, CON ROSSI SULLA POLTRONA DI AD, E FORZA ITALIA CON SIMONA AGNES ALLA PRESIDENZA. OVVIAMENTE NON HANNO NESSUNA INTENZIONE DI DARE AL CARROCCIO LA POLTRONA DI DIRETTORE GENERALE, SULLA QUALE STA SEDUTO ORA ROSSI...

DAGOREPORT - LUGLIO SI CONFERMA IL MESE PIÙ CRUDELE PER IL FASCISMO DI IERI (25 LUGLIO, LA CADUTA DEL DUCE) E PER IL POST-FASCISMO DI OGGI (18 LUGLIO, L’EURO-CAPITOMBOLO DELLA DUCETTA) - IL "NO" A URSULA VON DER LEYEN SEGNA LO SPARTIACQUE DEL GOVERNO MELONI NON SOLO IN EUROPA MA ANCHE IN CASA: SI TROVERÀ CONFICCATA NEL FIANCO NON UNA BENSÌ DUE SPINE. OLTRE ALL'ULTRA' SALVINI, S'AVANZA UNA FORZA ITALIA CON VOLTI NUOVI, NON PIÙ SUPINA MA D’ATTACCO, CHE ''TORNI AD ESSERE RIFERIMENTO DEI TANTI MODERATI DEL PAESE” (PIER SILVIO) - ORA I PALAZZI ROMANI SI DOMANDANO: CON DUE ALLEATI DI OPPOSIZIONE, COSA POTRÀ SUCCEDERE AL GOVERNO DELLA UNDERDOG DELLA GARBATELLA? NELLA MENTE DELLA DUCETTA SI FA STRADA L’IDEA DI ANDARE AL VOTO ANTICIPATO (COLLE PERMETTENDO), ALLA RICERCA DI UN PLEBISCITO CHE LA INCORONI “DONNA DELLA PROVVIDENZA” A PIAZZA VENEZIA - MA CI STA TUTTA ANCHE L’IDEA DI UNA NUOVA FORZA ITALIA CHE RIGETTI L'AUTORITARISMO DI FDI PER ALLEARSI CON IL PARTITO DEMOCRATICO E INSIEME PROPORSI ALL’ELETTORATO ITALIANO COME ALTERNATIVA AL FALLIMENTO DEL MELONISMO DEL “QUI COMANDO IO!”

DAGOREPORT - ANZICHÉ OCCUPARSI DI UN MONDO SOTTOSOPRA, I NOSTRI SERVIZI SEGRETI CONTINUANO LE LORO LOTTE DI POTERE - C’È MARETTA AL SERVIZIO ESTERO DELL’AISE, IL VICE DIRETTORE NICOLA BOERI VA IN PENSIONE. CARAVELLI PUNTA ALLA NOMINA DEL SUO CAPO DI GABINETTO, LEONARDO BIANCHI, CHE È CONTRASTATA DA CHI HA IN MENTE UN ESTERNO – ACQUE AGITATE ANCHE PER IL CAPO DELL’AISI, BRUNO VALENSISE: IL SUO FEDELE VICE DIRETTORE CARLO DE DONNO VA IN PENSIONE, MENTRE L’ALTRO VICE, GIUSEPPE DEL DEO, USCITO SCONFITTO DALLA CORSA PER LA DIREZIONE, SCALPITA – MENTRE I RAPPORTI CON PALAZZO CHIGI DELLA DIRETTORA DEL DIS, ELISABETTA BELLONI, SI SONO RAFFREDDATI…

DAGOREPORT – GIORGIA VOTA NO E URSULA GODE – VON DER LEYEN È DESCRITTA DAI FEDELISSIMI COME “MOLTO SOLLEVATA” PER IL VOTO DI GIOVEDÌ, SOPRATTUTTO PERCHÉ ORA NON È IN DEBITO IN NESSUN MODO CON LA DUCETTA – LA PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE ERA DETERMINATA A METTERSI NELLE CONDIZIONI DI NON CHIEDERE L'APPOGGIO DI FDI E AVEVA DATO DISPOSIZIONI DI CALCOLARE IN ANTICIPO IL NUMERO DEI FRANCHI TIRATORI – I DUE CONTATTI TELEFONICI CON MELONI PRIMA DEL VOTO E IL TIMORE CHE, SOTTO LA SPINTA DI TAJANI, LA SORA GIORGIA AVREBBE GIOCATO LA CARTA DEL VOTO FAVOREVOLE DI FDI PER INCASTRARLA POLITICAMENTE…

FLASH! - ALLA DIARCHIA DEI BERLUSCONI NON INTERESSA ASSOLUTAMENTE AVERE UN RUOLO POLITICO (MARINA HA IMPOSTO IL VETO A PIER SILVIO). MOLTO MEGLIO AVERE UN PESO POLITICO - DI QUI L'IDEA DI COMPRARE UN QUOTIDIANO GIA' IN EDICOLA ( "IL GIORNO" DI RIFFESER?), VISTO CHE "IL GIORNALE" DI SALLUSTI E ANGELUCCI SERVE ED APPARECCHIA SOLO PER GIORGIA MELONI - IMPOSSIBILITATI PER RAGIONI DI ANTI-TRUST, L'OPERAZIONE DI MARINA E PIER SILVIO VERREBBE PORTATA A TERMINE DA UN IMPRENDITORE AMICO, FIANCHEGGIATORE DI FORZA ITALIA...