GLI OSCAR TV AMERICANI “EMMY” DEVONO INCHINARSI A INTERNET: CONDIDATO LO STREPITOSO “HOUSE OF CARDS” DI NETFLIX/KEVIN SPACEY

E’ la prima volta che una serie trasmessa in streaming è nominata per i premi della tv (c’è anche “Arrested Development”) - Riuscirà a battere i favoriti “Homeland” e “Trono di Spade”? - C’è anche “Behind the Candelabra” su Liberace, che in USA è uscito solo in tv…

Condividi questo articolo


Da "La Repubblica"

house of cardshouse of cards house of cards posterhouse of cards poster

House of Cards, la serie con Kevin Spacey e Robin Wright, trasmessa dal servizio streaming Netflix, ha fatto la storia dei Primetime Emmy Awards, gli Oscar della televisione statunitense, ricevendo la candidatura per la miglior serie drammatica.

Una rivoluzione: è la prima volta che i prestigiosi premi riconoscono a un programma trasmesso via Internet lo stesso livello di qualità dei migliori prodotti offerti dalla tv. Il maggior numero di candidature è andato a American horror story: asylum, la seconda stagione della serie horror prodotta dalla 20th Century Fox Televisione, che ne ha ottenute 17; segue a stretto giro Il trono di spade con 16; a quota 15 lo storico Saturday night live, ex aequo con Behind the candelabra, sulla vita del pianista Liberace, comprese le candidature di Michael Douglas e di Matt Damon.

house of cards c r chouse of cards c r c

Con House of cards e Il trono di spade, sono nella rosa delle migliori serie drammatiche anche Breaking Bad, Downton Abbey, Mad Men e il vincitore dello scorso anno, Homeland. Le serie in gara come migliore commedia sono The big bang theory, Girls, Louie, Modern family, Veep e 30 rock.

downton ABBEY MAD MENdownton ABBEY MAD MEN

L'altra serie trasmessa da Netflix su cui si puntava per questa categoria, la sit-com
Arrested development, non ha ottenuto la candidatura, ma ne ha comunque ricevute altre tre, compresa una per la star Jason Bateman. La cerimonia di consegna dei premi, presentata da Patrick Harris (How I met you mother), si terrà il 22 settembre.

 

 

Condividi questo articolo

FOTOGALLERY

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute