PROSTRATI DALLA PROSTATITE - BRIATORE CONTRO DE LUCA: ''CHI PRENDE IN GIRO SULLE MALATTIE UMANAMENTE È UNA MERDA. È GENTE CHE VIVE MALE'' - IL GOVERNATORE CAMPANO AVEVA AUGURATO AL MANAGER DEL ''BILLIONAIRE'' UNA PRONTA GUARIGIONE PER LA SUA ''PROSTATITE AI POLMONI''. ''TUTTI RIDONO DELLA PROSTATITE, MA NON LA AUGURO A NESSUNO. E’ TREMENDA'' - VIDEO: L'INTERVENTO A ''NON È L'ARENA''

-

Condividi questo articolo
 
 

 

 
 
 

 

 

 
 
 
 
 
 
 

 

briatore briatore

“Quando attaccano le persone vincenti, che hanno fatto qualcosa, i frustrati si garantiscono qualche secondo di benessere. Quando ti succede qualcosa, hanno un po’ di benessere”. Flavio Briatore, ospite di Non è l’arena, risponde così ad una domanda sulle ironie di cui è stato oggetto durante la recente malattia. Il manager nelle ultime settimane ha dovuto fare i conti con la prostatite ed è stato ricoverato al San Raffaele dove è stato curato per covid.

 

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in alcune dichiarazioni ha augurato a Briatore una pronta guarigione dalla ‘prostatite ai polmoni’. “ E’ gente così, che vivrà male. Quando auguri a qualcuno che succeda qualcosa di brutto umanamente sei una merda”, dice Briatore allargando il discorso. “Tutti ridono della prostatite, ma non la auguro a nessuno. E’ tremenda. Non la auguro a nessuno, nemmeno al presidente della Campania che ci rideva sopra”

vincenzo de luca vincenzo de luca VINCENZO DE LUCA VINCENZO DE LUCA briatore briatore

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

CI SCRIVE TRENITALIA E AMMETTE CHE LE ESIGENZE DI MOBILITÀ DEL PERIODO NATALIZIO ''NON POSSONO ESSERE SEMPLICEMENTE RIMODULATE SULLA BASE DELLE ESPERIENZE DEGLI ANNI PASSATI, MA IMPONGONO UNA APPROFONDITA VALUTAZIONE DEL MUTATO CONTESTO''. QUINDI QUEST'ANNO I BIGLIETTI PER I TRENI NATALIZI SARANNO DISPONIBILI ''A PARTIRE DAGLI INIZI DI NOVEMBRE'', CON VARIE SETTIMANE DI RITARDO RISPETTO AL SOLITO. SEMPRE CHE IN QUESTI GIORNI NON SIA IL GOVERNO A SCONVOLGERE I PIANI DI VIAGGIO DEGLI ITALIANI…

salute

CHI CONTROLLA I MALATI SE SI AMMALANO I CONTROLLORI? - A TREVISO FOCOLAIO TRA CHI FA I TAMPONI: 9 POSITIVI TRA MEDICINA LEGALE E PROGRAMMI DI SCREENING - COME HA FATTO IL COVID A ENTRARE NEL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE? L'IPOTESI È CHE L'OPERATORE SIA STATO CONTAGIATO IN AMBITO FAMILIARE. E CHE POI ABBIA DIFFUSO IL VIRUS, IN MODO INCONSAPEVOLE, NEGLI SPAZI COMUNI DELLA MADONNINA, COME L'ATRIO, LA ZONA DELLE MACCHINETTE DEL CAFFÈ E COSÌ VIA. QUESTO SPIEGHEREBBE L'ANDAMENTO APPARENTEMENTE PUNTIFORME DEI CONTAGI