L’ITALIA PAZZA PER I TRANS - VITTORIA SCHISANO A “UN POSTO AL SOLE”: INTERPRETA IL PRIMO PERSONAGGIO TRANSESSUALE DELLA SOAP - L'ATTRICE, CHE HA INTRAPRESO UN PERCORSO PER IL CAMBIO DI GENERE, NELLA FICTION SARÀ CARLA PARISI, IL PAPÀ DI ALEX E MIA - QUALCHE MESE FA LE POLEMICHE PER LUXURIA A “ALLA LAVAGNA” - VIDEO

-

Condividi questo articolo

 

Greta Sclaunich per www.corriere.it

 

vittoria schisano vittoria schisano

È il papà di Alex e Mia ma si chiama Carla ed è una donna. Ecco il colpo di scena che ha riservato la storica soap Rai «Un posto al sole» prima della pausa estiva: l’esordio di un personaggio transessuale, interpretato dall'attrice transessuale Vittoria Schisano. Proprio alla fine della puntata andata in onda martedì 6 agosto Alex, parlando con la barista Silvia, ha detto: «Quella donna è mio padre».

GIUSEPPE SCHISANO PRIMA DI DIVENTARE VITTORIA GIUSEPPE SCHISANO PRIMA DI DIVENTARE VITTORIA

 

Una rivelazione per gli spettatori, che fin a quel momento credevano che il papà della giovane avesse abbandonato lei e la sorella perché violento o traditore: probabilmente (ma questo si scoprirà a fine agosto, quando la soap riprenderà) si è allontanato per fare il cambio di sesso. Ma una svolta anche per la soap più longeva d’Italia che, dal lancio nel 1996, mai aveva inserito personaggi transessuali.

 

vittoria schisano vittoria schisano

Una svolta, forse, anche per la tv italiana. Solo qualche mese fa l’attivbista ed ex parlamentare Vladimir Luxuria, invitata alla trasmissione «Alla Lavagna» su Rai3, aveva spiegato con semplicità ai bambini la scoperta di essere transessuale: «Io quando sono nato ero un maschietto ma non ero contento di essere maschietto, sentivo dentro di me di essere una bambina». Ed erano piovute le critiche. Da esponenti della Lega, capofila il senatore Simone Pillon che aveva promesso un’interrogazione parlamentare in Commissione vigilanza Rai, ma anche dell’Udc e dal Fdi, mentre l’Aiart, associazione cattolica che si occupa di tv, aveva definito la scelta «inopportuna».

 

VITTORIA SCHISANO VITTORIA SCHISANO

A distanza di poco più di sei mesi ecco l’esordio, promosso e anzi elogiato dagli spettatori sui social, di Carla Parisi sul piccolo schermo. Per interpretarla è stata scelta Vittoria Schisano, attrice 35enne di Pomigliano d’Arco. Il suo percorso per cambiare genere era stato annunciato nel 2011 (all’epoca si chiamava ancora Giuseppe) con un’intervista sul settimanale Sette del Corriere della Sera. L’attrice ha annunciato l’esordio ne «Un posto al sole» su Instagram, dove ha pubblicato una foto e un video con il nuovo look e ha ringraziato gli autori per aver scritto «con intelligenza e sensibilità» la sua parte.

playboy vittoria schisano playboy vittoria schisano playboy vittoria schisano playboy vittoria schisano vittoria schisano vittoria schisano vittoria schisano (42) vittoria schisano (42) vittoria schisano (43) vittoria schisano (43) vittoria schisano (6) vittoria schisano (6) vittoria schisano vittoria schisano vittoria schisano (8) vittoria schisano (8) vittoria schisano (7) vittoria schisano (7) giuseppe e vittoria schisano giuseppe e vittoria schisano

 

Condividi questo articolo

media e tv

IL REGNO UNITO STUDIA DA PARADISO FISCALE. IL PIANO DI BORIS JOHNSON – LA BREXIT CHIUDE AGLI STRANIERI, NON A MERCI E CAPITALI. “IL REGNO UNITO SARÀ IL SUPERMAN DEL LIBERO SCAMBIO" – E ALLORA PERCHE’ COME RIPORTA IL FINANCIAL TIMES IL GOVERNO INGLESE HA FATTO RICHIESTA PER UN FINANZIAMENTO DAL "SOLIDARITY FUND" DELL’UE PER FAR FRONTE AI DANNI DOVUTI ALLE ALLUVIONI DELLO SCORSO DICEMBRE (UNA SOLUZIONE “LAST MINUTE” PER BENEFICIARE FINO ALL’ULTIMO DELLA MEMBERSHIP EUROPEA TANTO OSTRACIZZATA)?

politica

business

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

QUESTA È UNA BRUTTA NOTIZIA: SALGONO A 14 I CASI IN LOMBARDIA, 5 SONO GRAVI, 2 ANZIANI POSITIVI AL TEST IN VENETO (UNO E' IN CONDIZIONI CRITICHE) - 50MILA IN ISOLAMENTO NEL LODIGIANO - ECCO CHI SONO LE PERSONE CONTAGIATE - IL MEDICO DI BASE DEL CONTAGIATO DI CODOGNO HA LA POLMONITE. IL DOTTORE SAREBBE RICOVERATO A MILANO, DOPO AVERLO VISITATO NEI GIORNI SCORSI. E DOPO DI LUI, AVRÀ VISTO ALTRI PAZIENTI… - I GENITORI: ''NOSTRO FIGLIO È GRAVISSIMO, SIAMO DISTRUTTI. NOI NON ABBIAMO SINTOMI, MA NON POSSIAMO DIRE CHE STIAMO BENE'' - OMS: ''LA FINESTRA PER CONTENERE IL VIRUS SI RESTRINGE''