SALVATE IL SOLDATO ZEICHEN - LA FIGLIA DEL POETA COLPITO DA UN ICTUS DÀ LE COORDINATE BANCARIE PER CHI VUOLE CONTRIBUIRE ALLE CURE - L'EDITORE FAZI: ''NON VUOLE SOLDI DALLO STATO. IL MIO APPELLO È AI GIURATI DELLO STREGA: PERCHÉ LO AVETE ESCLUSO? NON VOLEVA VINCERE, MA ENTRARE NELLA CINQUINA''

Marta Zeichen fa sapere che la sua casupola al Flaminio non è stata occupata, ma teme per il futuro. Secondo Fazi ''quando sarà dimesso non potrà tornare nella sua casa, povera, ma legata a molti ricordi. Ha fatto il poeta per tutta la vita, ha difeso la sua indipendenza e libertà''...

Condividi questo articolo

DAGO-INFO

Chi volesse aiutare Valentino Zeichen colpito da un grave ictus emorragico può partecipare ad una raccolta di fondi, ciascuno secondo le sue possibilità, per aiutare la figlia Marta nelle inevitabili spese. Le coordinate bancarie di Marta Manca Zeichen, presso la Unicredit Banca di Piazza Mazzini.

 

IBAN: IT 39 I 02008 05108 0001 10090681

e.mail < m.mancazeichen@gmail.com>

 

 

ZEICHEN STA MALE SI MOBILITA LA RETE DEGLI SCRITTORI “LO AIUTIAMO NOI”

Sara Grattoggi per “la Repubblica - Roma

 

VALENTINO ZEICHEN VALENTINO ZEICHEN

Il mondo della cultura si stringe intorno a Valentino Zeichen, il grande poeta e scrittore colpito domenica scorsa da un ictus, pochi giorni dopo la sua esclusione dal Premio Strega. E alla preoccupazione per le sue condizioni cliniche — per fortuna sembra «in via di miglioramento », spiega la figlia Marta — si somma ora quella per il futuro del poeta 78enne, che da decenni vive in una casupola al Flaminio. A scrivere un appello, ieri, è stata Barbara Palombelli attraverso Dagospia, lanciando l’allarme su una possibile occupazione dell’abitazione di fortuna del poeta.

 

VALENTINO ZEICHEN E FRANCESCA NERLONI VALENTINO ZEICHEN E FRANCESCA NERLONI

E chiedendo «ai prefetti che governano Roma un gesto di umanità verso un intellettuale che rischia di non avere una stanza dove tornare dopo l’ospedale ». Un appello ripreso da molti. Ma a smentire che la povera casupola sia stata occupata, è la figlia Marta di fronte al cancello: «Sono venuta qui anche ieri, per controllare come fosse rimasta la casa, perché mio padre è stato colto dal malore mentre era uscito. Ma non c’è stata alcuna occupazione ».

 

VALENTINO ZEICHEN E LUIGI ONTANI VALENTINO ZEICHEN E LUIGI ONTANI

La preoccupazione però resta, perché — come ammette anche Elido Fazi, editore e grande amico di Zeichen — «non so se, quando Valentino sarà dimesso, potrà tornare a vivere lì, se le sue condizioni glielo permetteranno». Molti scrittori e intellettuali, da Elena Stancanelli a Edoardo Albinati, preoccupati per il poeta, stanno pensando a come mobilitarsi. Fazi racconta: «Anche ieri (mercoledì ndr), mentre eravamo in ospedale, Sandro Veronesi mi ha detto: “Dovremmo provare a fargli avere la Bacchelli” (la legge che ha istituito un fondo a favore di cittadini illustri che versino in uno stato di necessità ndr).

 

valentino zeichen valentino zeichen

Ma Valentino aveva sempre detto di essere contrario, non voleva nulla dallo Stato — e credo sarebbe contrario anche all’appello che è stato lanciato per lui. Ne dovremo parlare, in ogni caso, con sua figlia. Ma altrimenti lo aiuteremo noi amici».

 

«L’unico appello che lancerei — prosegue Fazi — è ai giurati del Premio Strega per chiedere loro come mai uno dei più grandi poeti italiani, autore di un libro bellissimo come La Sumera sia stato escluso. Per Valentino è stato un grandissimo dispiacere, non voleva vincere, ma sperava di poter entrare almeno nella cinquina dei finalisti, di avere un riconoscimento ».

 

VALENTINO ZEICHEN VALENTINO ZEICHEN

Per quanto riguarda, invece, le sue precarie condizioni economiche, Fazi racconta: «Valentino ha fatto il poeta puro per tutta la vita, ha difeso la propria indipendenza e la propria libertà assoluta. Abitava in quella casupola da quando lo conosco, povera, sì, ma legata a ricordi come quelli degli amici e intellettuali che venivano ai suoi pranzi, la domenica, in cortile». E in molti si sono avvicendati al San Camillo per stargli vicino.

VALENTINO ZEICHEN VALENTINO ZEICHEN lucrezia lante della rovere carlo ripa di meana e valentino zeichen lucrezia lante della rovere carlo ripa di meana e valentino zeichen VALENTINO ZEICHEN VALENTINO ZEICHEN

 

 

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

cronache

sport

cafonal

CAFONALINO DELLE “STELLE CADENTI” - MAI TITOLO FU PIÙ AZZECCATO! ANNALISA CHIRICO PRESENTA IL SUO LIBRO ALLA CASINA VALADIER E CHI PARLA? MATTEO SALVINI! - IL 'CAPITONE' NON SA PIÙ CHE DIRE E LA BUTTA LÀ: “NON SONO DI DESTRA", POI DÀ DEL CRETINO A ZINGARETTI E RITRATTA SUBITO: “RITIRO L’AGGETTIVO” – "LA MELONI MANGIA CONSENSI? SE RIMANE NEL CENTRODESTRA VA BENE COSÌ” - LA CHIRICO INVECE BACIA E ABBRACCIA TUTTI: DAL PRESIDENTE DI HUAWEI ITALIA DE VECCHIS ALL’AMBASCIATORE DI ISRAELE DROR EYDAR E MALAGÒ...

viaggi

salute