LA SCOMPARSA DI UNA BAMBINA PUÒ DIVENTARE UNA STORIA DA SERIE TV? ALDO GRASSO: “DENISE PIPITONE È UNO DEI CAPITOLI PIÙ “VITALI” DI “CHI L'HA VISTO?”. CON FEDERICA SCIARELLI, CHE SI VIVE COME UNA SORTA DI PRESIDIO ETICO PERMANENTE - LA SUA SCOMPARSA SI È TRASFORMATA IN UN APPUNTAMENTO SERIALIZZATO E I COMPRIMARI SONO AUMENTATI DI PUNTATA IN PUNTATA. NON MANCANO I COLPI DI SCENA, DALLE LETTERE ANONIME ALLE INTERCETTAZIONI TELEFONICHE…” - VIDEO

-

Condividi questo articolo


 

Aldo Grasso per il "Corriere della Sera"

 

federica sciarelli federica sciarelli

Denise Pipitone è uno dei capitoli più «vitali» di Chi l'ha visto? e ogni volta si arricchisce di novità, di attese, di speranze, secondo la grammatica del feuilleton poliziesco.

 

Con tutto il rispetto per i genitori (tutti ci comporteremmo come loro), sono anni che la scomparsa di Denise (ha compiuto 21 anni il 26 ottobre) infiamma l'interesse mediatico e gli ascolti.

denise pipitone come sarebbe oggi secondo un programma di age progression denise pipitone come sarebbe oggi secondo un programma di age progression

 

Federica Sciarelli, che si vive come una sorta di presidio etico permanente (una forza vicaria delle forze dell'ordine), ha diffuso mercoledì sera una fotografia di come sarebbe oggi la ragazza.

 

L'immagine è stata creata al computer da Paloma Galzi (un'americana che si definisce «artista forense») con quella che tecnicamente si chiama «age progression», cioè un invecchiamento attraverso le foto originali di Denise, dei genitori, del fratello: un collage dei tratti somatici.

 

Come ha scritto Matteo Marchesini, «oggi quasi tutti siamo delle tricoteuses della nera, che ci raggiunge con una potenza e capillarità inaudite.

DENISE PIPITONE PIERA MAGGIO 2 DENISE PIPITONE PIERA MAGGIO 2

 

Non per caso è dilagata a partire dagli anni 90, col crollo delle grandi narrazioni ideologiche e la drastica diminuzione della vita attiva, militante: le semplificazioni del giallo, che non finisce mai di complicare paradossalmente le cose per aggiungere una puntata in più, sono diventate la nostra Weltanschauung (e alcuni magistrati ne hanno preso atto)».

 

La scomparsa di Denise si è trasformata in questi anni in un appuntamento serializzato e, secondo le logiche televisive, i comprimari sono aumentati di puntata in puntata: vicini di casa, sospettati, testimoni chiave e testimoni «chiavica» che non c'entrano nulla, ex magistrati, gli immancabili criminologi.

denise pipitone denise pipitone

 

Naturalmente non mancano i colpi di scena, dalle lettere anonime alle intercettazioni telefoniche, dai testi del Dna in diretta all'artista forense. Si va avanti, in attesa dell'agnizione, del momento catartico, di una purificazione che i media non possono darci.

denise pipitone denise pipitone ANNA CORONA ANNA CORONA sciarelli sciarelli denise pipitone PIERA MAGGIO denise pipitone PIERA MAGGIO DENISE PIPITONE DENISE PIPITONE DENISE PIPITONE PIERO PULIZZI DENISE PIPITONE PIERO PULIZZI federica sciarelli federica sciarelli PIERA MAGGIO MADRE DI DENISE PIPITONE PIERA MAGGIO MADRE DI DENISE PIPITONE

denise pipitone denise pipitone

anna corona, ex moglie di pietro pulizzi anna corona, ex moglie di pietro pulizzi DENISE PIPITONE DENISE PIPITONE pietro pulizzi denise pietro pulizzi denise denise pipitone denise pipitone

 

Condividi questo articolo

media e tv

“LE SUE INTERVISTE ILLUMINANO PIÙ LEI CHE L’INTERVISTATO” – LA STILETTATA DI SELVAGGIA LUCARELLI A FRANCESCA FAGNANI: “VUOLE VINCERE, NON CONOSCERE L’INTERVISTATO” – “MI SONO GIUSTIFICATA PIÙ VOLTE PER NON ESSERE ANDATA DA LEI CHE PER NON AVER BATTEZZATO MIO FIGLIO, NON HO BEN CAPITO PERCHÉ! COMINCIO A PENSARE CHE BELVE SIA UNA SPECIE DI LEVA OBBLIGATORIA. SONO OBIETTORE DI COSCIENZA!" - “SE È VISSUTO COME ATTO DI CORAGGIO, È UN PROBLEMA: VUOL DIRE CHE È PERCEPITA COME UN’IMBOSCATA. NON C’È ASCOLTO, MA...

politica

E TANTI SALUTI ALLA SEGRETEZZA DELLE FONTI – LA PROCURA DI ROMA HA ACQUISITO I TABULATI TELEFONICI DI SIGFRIDO RANUCCI E GIORGIO MOTTOLA, DI “REPORT”, PER IDENTIFICARE LA FONTE DELLA NOTIZIA DELL’INCONTRO TRA RENZI E MARCO MANCINI, IL 23 DICEMBRE 2020 – LA QUESTIONE È QUANTOMENO DELICATA: POTREBBERO MONITORARE TUTTI I CONTATTI AVUTI DAI CRONISTI NEGLI ULTIMI MESI, ENTRANDO IN POSSESSO DI UN NUMERO NOTEVOLE DI POSSIBILI FONTI - L'INSEGNANTE CHE HA FILMATO L'INCONTRO NON HA LEGAMI CON I SERVIZI, COME IPOTIZZATO DA RENZI

business

cronache

GIANDAVIDE DE PAU HA AGITO CON “ESAGERATA VIOLENZA” – IL KILLER DI PRATI HA COLPITO LE DUE PROSTITUTE CINESI CON CINQUANTA COLTELLATE: NELLA FOGA, LE AVREBBE FERITE PIÙ VOLTE NEGLI STESSI PUNTI TANTO DA ALLARGARE I TAGLI E RENDERE COMPLICATO CAPIRE QUALE SIA L’ARMA DEL DELITTO (CHE ANCORA NON È STATA RITROVATA) – IL MISTERO DELL’INCIDENTE: L’UOMO AL VOLANTE DELLA SUA TOYOTA IQ, CHE SI È RIBALTATA VICINO AL POLICLINICO TOR VERGATA, NON ERA LUI. DOVE STAVA CORRENDO? E PERCHÉ SI È ALLONTANATO RIFIUTANDO LE CURE?

sport

cafonal

CAFONALISSIMO SBANCATO! – ALLA GALLERIA DORIA PAMPHILJ SI SONO PRESENTATI I CARICHI DA NOVANTA PER LA PRIMA EDIZIONE DEL PREMIO “BANCOR” (DALLO PSEUDONIMO USATO DA GUIDO CARLI PER I SUOI ARTICOLI SULL’’“ESPRESSO”) – IL RICONOSCIMENTO, ISTITUITO DALL'ASSOCIAZIONE GUIDO CARLI CON IL PATROCINIO DI BANCA IFIS, È ANDATO A SIR MERVYN KING, EX GOVERNATORE DI BANK OF ENGLAND – A MODERARE LUCIA ANNUNZIATA. SONO INTERVENUTI IL GOVERNATORE DI BANKITALIA, IGNAZIO VISCO, E IL PRESIDENTE DELLA CONSOB, PAOLO SAVONA. AVVISTATI ANCHE GLI EX MINISTRI DANIELE FRANCO, TIZIANO TREU E  L’INAFFONDABILE "LAMBERTOW" DINI…

viaggi

salute