A VIALE MAZZINI CONOSCONO L’ARTE DEL RICICLO – “RAI DOCUMENTARI” SI INTESTA “ANNE FRANK - VITE PARALLELE” DI RAI CINEMA: VISTI I PRECEDENTI, COME IL DOCUMENTARIO SU EDUARDO GIÀ TRASMESSO DA SKY ARTE E QUELLO AMERICANO SU JOE BIDEN GIÀ INSERITO SU RAIPLAY, A CHE SERVE AVER CREATO “RAI DOCUMENTARI” SE LE OPERE CHE DIFFONDE SONO SEMPRE ACQUISTATE DALLA CONCORRENZA O GIÀ REALIZZATE DA ALTRE STRUTTURE RAI?

-

Condividi questo articolo


Da "www.vigilanzatv.it"

 

anne frank vite parallele 6 anne frank vite parallele 6

Abbiamo già disquisito sulla scelta dissennata della Rai di trasmettere il documentario Anne Frank — Vite Parallele di Sabina Fedeli e Anna Migotto con Helen Mitten sabato 23 gennaio 2021 su Rail a tarda notte .

 

Scelta stigmatizzata in primis da Michele Anzaldi, Segretario della Commissione di Vigilanza. Per giunta abbiamo segnalato come invece, il 27 gennaio ovvero la Giornata della Memoria in ricordo delle vittime dell'Olocausto, in prima serata su Rail ci sia la Coppa Italia e su Rai3 Chi l'ha visto?. Su Rai2 andrà invece in onda Il falsario — Operazione Bernhard, un non celeberrimo Film che, almeno dal titolo, non richiama immediatamente al dramma della Shoah.

anne frank vite parallele anne frank vite parallele

 

Abbiamo letto il comunicato stampa della Rai circa il documentario su Anna Frank e abbiamo notato una particolarità. Benché l'opera sia presentata da Rai Documentari e dal suo responsabile Duilio Giammaria, Anne Frank — Vite Parallele non è prodotto dalla struttura in questione, bensì da Rai Cinema.

 

Per giunta non è esattamente una novità, visto che fu già trasmesso nelle sale cinematografiche più di un anno fa, nel novembre 2019.

michele anzaldi michele anzaldi

 

Insomma, come per il documentario su Eduardo già trasmesso da Sky Arte, quello su Pompei acquistato dalla Francia e quello americano su Joe Bides già inserito su RaiPlay tempo addietro benché presentato come novità, ecco che Viale Mazzini annuncia l’ennesima opera non realizzata ad hoc dalla struttura preposta, ovvero Rai Documentari, bensì prodotta da altri (anche se net caso di Anne Frank — Vite Parallele siamo sempre in casa Rai...).

 

Ci domandiamo ancora una volta a che serva dunque aver creato Rai Documentari, se le opere che diffonde sono sempre acquistate dalla concorrenza o già realizzate da altre strutture Rai. Voci dalla sede centrate del Servizio Pubblico Radiotelevisivo ci suggeriscono che a Rai Cinema si siano piuttosto risentiti per l’altrui "intestazione" del loro documentario...

anne frank vite parallele 5 anne frank vite parallele 5

DUILIO GIAMMARIA DUILIO GIAMMARIA

anne frank vite parallele 8 anne frank vite parallele 8 anne frank vite parallele 2 anne frank vite parallele 2 anne frank vite parallele 7 anne frank vite parallele 7 anne frank vite parallele 5 anne frank vite parallele 5 anne frank vite parallele 1 anne frank vite parallele 1

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

DAGO-RETROSCENA! – DURANTE LE SETTIMANALI TELEFONATE CON DRAGHI, IL TORMENTONE DI GRILLO E' DI PERCULARE "LA POCHETTE CHE CAMMINA", FINCHE' MARIOPIO UN BEL GIORNO SBOTTA: “MA SE LO RITIENI INADEGUATO, PERCHÉ NON LO MANDI VIA? BUTTALO FUORI!” - LA BATTUTA INOPPORTUNA DI DRAGHI E' STATO POI GIRATA DA GRILLO A SUO MERITO, DAVANTI A CONTE: "MA COME, TI HO PURE DIFESO DA DRAGHI CHE VOLEVA CHE TI CACCIASSI!" - E SCATTA LA VENDETTA DI TRAVAGLIO E DEI COLONNELLI DEI 5STELLE (TAVERNA, FICO, CRIMI) SU GRILLO CHE NON VUOLE L'ADDIO A DRAGHI NE' LA DEROGA AL SECONDO MANDATO - ALL’INSIPIENZA POLITICA DI DRAGHI E GRILLO, ALLA FINE CI METTE UNA PEZZA MATTARELLA.... 

business

cronache

DATECE UBER! – CHE VERGOGNA: ALL’AEROPORTO DI ROMA FIUMICINO I TASSISTI SI RIFIUTANO DI ACCOMPAGNARE I PASSEGGERI NEI QUARTIERI VICINI COME OSTIA, ACILIA, CASAL PALOCCO O SPINACETO. LA SPIEGAZIONE È SEMPLICE: INCASSANO TROPPO POCO RISPETTO AI CLIENTI CHE VANNO IN CENTRO, COSTRETTI A SGANCIARE ALMENO 50 EURO - LA TESTIMONIANZA DI UN UOMO CHE SI È VISTO RIFIUTARE DA TUTTI GLI AUTISTI: “ALLA FINE MI SONO RIVOLTO A DUE FINANZIERI CHE HANNO INTIMATO A UN TASSISTA DI FARMI SALIRE. MA UNA VOLTA A BORDO…” - VIDEO

sport

“A PENSAR MALE SI FA PECCATO, MA SPESSO CI SI AZZECCA” – UNA LETTRICE MALIZIOSA SCRIVE A FRANCESCO MERLO: “IL GESTO DI BERRETTINI NON MI PARE COMMOVENTE. NON ERA TENUTO A FARE IL TAMPONE, E NE HA FATTI DUE, TANTO PER ESSERE SICURO DI ESSERE POSITIVO. VIENE IL SOSPETTO CHE VOLESSE TROVARE UNA SCUSA PER NON SCENDERE IN CAMPO” – RISPOSTA: “C'È UN CONCENTRATO DI ARCITALIANO, CHE SICURAMENTE BERRETTINI NON MERITA. SI COMINCIA CON IL MALANNO COME VIRTÙ. C'È IL BORGHESE STANCO DI LONGANESI, QUINDI IL MORETTI DI 'MI SI NOTA DI PIÙ'. INFINE C'È..."

cafonal

CAFONALINO PALLONARO - SI STAVA MEGLIO QUANDO C'ERA MATARRESE? L'EX PRESIDENTE DELLA SERIE A E DELLA FIGC HA PRESENTATO AL SALONE D'ONORE DEL CONI IL SUO LIBRO "E ADESSO PARLO IO": "SONO RATTRISTATO NEL CONSTATARE IL MOMENTO CRITICO CHE STA VIVENDO IL CALCIO ITALIANO. NON VOGLIO FARE PROCESSI, MA VI SIETE INCATTIVITI" - AD ASCOLTARLO C'ERANO I PRESIDENTI DELLA LAZIO, CLAUDIO LOTITO, E DELLA LEGA DI A, LORENZO CASINI. PRESENTI ANCHE GABRIELE GRAVINA, LUCA PANCALLI, VITO COZZOLI, GIANCARLO ABETE E FRANCESCO GHIRELLI, OLTRE AL PADRONE DI CASA GIOVANNI MALAGÒ E… - FOTO

viaggi

salute