ASTRAZENECA SOLO A CHI A PIU’ DI 60 ANNI. IL CTS HA DECISO CHE PER GLI UNDER 60 PER LA SECONDA DOSE DOVRA’ ESSERE UTILIZZATO PFIZER -  GLI SCIENZIATI DEL COMITATO CONSEGNERANNO IL PARERE AL MINISTRO SPERANZA CHE DOVRÀ POI EMETTERE UNA NUOVA CIRCOLARE - QUESTO COSTRINGERÀ LA STRUTTURA DEL COMMISSARIO FIGLIUOLO A RIPROGRAMMARE IL PIANO VACCINALE SULLA BASE DELLE ESIGENZE DELLE VARIE REGIONI…

-

Condividi questo articolo


Margherita De Bac e Fiorenza Sarzanini per corriere.it

 

astrazeneca dato ai giovani astrazeneca dato ai giovani

Il vaccino AstraZeneca potrà essere somministrato soltanto a chi ha più di 60 anni. Per la seconda dose dovrà invece essere utilizzato Pfizer. È questa la decisione del comitato tecnico scientifico che sarà consegnata al ministro della Salute Roberto Speranza. Dopo tre giorni di riunioni il Cts ha trovato l’accordo su come procedere per rispondere agli interrogativi di governatori ed esperti.

 

Gli eventi avversi degli ultimi giorni avevano infatti spinto il ministero della Salute a chiedere un nuovo parere sull’opportunità di continuare a somministrare AstraZeneca ai ragazzi. Gli scienziati hanno esaminato numerosi studi, anche tedeschi, sulle controindicazioni per i giovani e alla fine si sono trovati d’accordo sulla necessità di sospendere le somministrazioni. E di indicare come alternativa per la seconda dose Pfizer.

vaccino astrazeneca vaccino astrazeneca

 

E subito dopo il ministro della Salute Roberto Speranza dovrà prendere una decisione per emettere la circolare. Se accetterà di accogliere la proposta degli scienziati la seconda dose sarà Pfizer. E questo costringerà la struttura del commissario Francesco Paolo Figliuolo a riprogrammare il piano vaccinale sulla base delle esigenze delle varie Regioni.

 

 

Qual è la cura per le trombosi rare indotte da vaccino

pfizer ragazzi 12 15 anni pfizer ragazzi 12 15 anni

Dopo tre giorni di riunioni il Cts ha trovato l’accordo su come procedere per rispondere agli interrogativi di governatori ed esperti. Gli eventi avversi degli ultimi giorni avevano infatti spinto il ministero della Salute a chiedere un nuovo parere sull’opportunità di continuare a somministrare AstraZeneca ai ragazzi. Gli scienziati hanno esaminato numerosi studi, anche tedeschi, sulle controindicazioni per i giovani e alla fine si sono trovati d’accordo sulla necessità di sospendere le somministrazioni. E di indicare come alternativa per la seconda dose Pfizer.

Pfizer Pfizer vaccino astrazeneca vaccino astrazeneca ASTRAZENECA UE 2 ASTRAZENECA UE 2 ASTRAZENECA UE ASTRAZENECA UE vaccino astrazeneca vaccino astrazeneca pfizer moderna pfizer moderna Vaccino Vaccino astrazeneca ai giovani astrazeneca ai giovani ASTRAZENECA ASTRAZENECA

 

Condividi questo articolo

media e tv

politica

business

OH, CHE BEL CASELLO! - CON IL PASSAGGIO DI ASPI DALLA GALASSIA BENETTON A CDP CON I FONDI ESTERI BLACKSTONE E MACQUARIE, CI SARÀ UNA RIVOLUZIONE SIA IN TERMINI INFRASTRUTTURALI, SIA FINANZIARI: SULLE AUTOSTRADE PIOVERANNO INVESTIMENTI PER 26 MILIARDI MENTRE I FONDI ESTERI VOGLIONO RENDERE LA SOCIETA’ PROFITTEVOLE CON UN RITORNO ATTESO IPOTIZZATO DEL 7-8% -  NEL TEMPO CDP POTREBBE GRADUALMENTE RIDIMENSIONARE LA PARTECIPAZIONE DEL 51% IN FAVORE DI CASSE DI PREVIDENZA E ASSICURAZIONI ITALIANE…

cronache

sport

cafonal

viaggi

salute

UNA PANDEMIA DA INCUBO – IL CORONAVIRUS HA CAMBIATO IL MODO IN CUI DORMIAMO E SOGNIAMO: IL 55% DEGLI ITALIANI HA AVUTO UN PEGGIORAMENTO DELLA QUALITA’ DEL SONNO – ALCUNI STUDI HANNO RIVELATO CHE DOPO EVENTI TRAUMATICI O STRESSANTI IL CONTENUTO DEI SOGNI TENDE A MODIFICARSI: “LA QUALITÀ EMOZIONALE SI È ORIENTATA VERSO CONTENUTI NEGATIVI, ANCHE IN RELAZIONE A DIFFICOLTÀ SUL POSTO DI LAVORO O IN FAMIGLIA. I DISTURBI DEL SONNO E DEI SOGNI SONO STATI OSSERVATI PIÙ DI FREQUENTE IN…”