IL CAV HA INSEGNATO QUALCOSA ALLA PASCALE: COME FARE AFFARI - L'EX COMPAGNA DI SILVIO BERLUSCONI, CHE SI È RICICLATA COME AFFITTACAMERE, GUADAGNA E PRENDE PIENI VOTI DAI TURISTI STRANIERI: LA SUA SOCIETA', CHE GESTISCE DUE CASE VACANZE DI LUSSO A FIRENZE, IN NOVE MESI HA FATTURATO OLTRE 72 MILA EURO - L'AZIENDA SI CHIAMA "FUTURE LUXURY", MA PASSARE LE VACANZE NEGLI APPARTAMENTI CONTROLLATI DALLA PASCALE NON È PER TUTTE LE TASCHE: PER UNA NOTTE SI PUO' ARRIVARE A PAGARE QUASI 800 EURO - I COMMENTI DEGLI AFFITTUARI SONO QUASI TUTTI ENTUSIASTI, TRANNE CHE PER...

Condividi questo articolo


Estratto da Fosca Bincher www.open.online

Francesca Pascale Francesca Pascale

 

Francesca Pascale, l’ex fidanzata di Silvio Berlusconi poi diventata attivista Lgbtq+ e sposatasi con la cantante Paola Turci, ha chiuso con un utile di 28 mila euro il suo primo anno da imprenditrice.

 

I conti della società che aveva fondato a fine marzo 2023, la Future Luxury home srl di Firenze, che gestisce case vacanza, si sono chiusi in modo lusinghiero con quel piccolo guadagno in nemmeno 9 mesi effettivi e un fatturato di 72.486 euro. La Pascale ha quindi mostrato un certo fiuto per gli affari, forse coltivato proprio negli anni in cui è stata vicina a Berlusconi.

 

Francesca Pascale Francesca Pascale

La Future Luxury home gestisce a Firenze su Airbnb due appartamenti di lusso che non risultano essere di proprietà della società (che non ha immobili). Il primo si chiama “La Terrazza” ed è centralissimo.

 

Dotato di due camere da letto, 3 letti e due bagni, ha come pezzo forte proprio una terrazza all’ultimo piano di una palazzina, da cui si gode una vista straordinaria sui tetti di Firenze avendo di fronte la cupola del Brunelleschi del Duomo. Può ospitare fino a sei persone ed è affittato per un minimo di due notti, come richiesto ora agli Airbnb.

 

Il prezzo dipende dagli occupanti. A luglio restano ancora poche notti disponibili in vendita a 522 euro a notte se si è in due, a 630 euro a notte se si è in quattro e a 740 euro a notte se si è in sei. L’altro appartamento si chiama “La Rosa”, per la prevalenza dei colori interni, ed è più grande (3 camere da letto, 4 letti e 3 bagni per un massimo di 8 ospiti), ma non ha la terrazza e a differenza dell’altro non ha ascensore nel palazzo, difetto non da poco, trovandosi al quarto piano. Anche qui i costi a notte a luglio dipendono dagli occupanti: 450 euro se si è in due; 560 euro in 4 e 783 euro se si è in otto.

 

appartamenti gestiti da francesca pascale 3 appartamenti gestiti da francesca pascale 3

Gli ospiti dei due appartamenti in questi primi mesi di esercizio sono stati quasi sempre stranieri: la maggioranza americani, molti però i cinesi. Tutti entusiasti dell’host, che è appunto Pascale. I voti quindi sono altissimi, e per La Terrazza sono tutti a massimo punteggio (5 su 5). Qualche piccola delusione per l’altro appartamento, in qualche caso per un Wi-fi poco funzionante, ma soprattutto per essersi fatti quattro piani di scale con i trolley. Alla fine il voto che ha ricevuto Francesca come media nella gestione dei due appartamenti è molto alto: 4,83 su 5 e il suo primo anno di lavoro nell’attività turistica è archiviato con un successo. Il piccolo utile per altro non è stato riscosso, ma accantonato a riserva per i prossimi anni se le cose dovessero andare meno bene.

 

 

appartamenti gestiti da francesca pascale 2 appartamenti gestiti da francesca pascale 2

La Futura luxury home della Pascale ha però ambizioni più grandi. Nell’oggetto sociale l’attività di “Casa vacanze” era considerata solo residuale. Perché lo scopo societario principale è quello dell’acquisto, della «vendita, permuta, costruzione, ristrutturazione, valorizzazione nonché locazione in proprio (purché non finanziaria) e gestione degli immobili di cui la società, a qualunque titolo, abbia la proprietà, altro diritto reale, anche di godimento, e/o la disponibilità».

 

Attività da immobiliare vera e propria, che però non ha ancora trovato le sue occasioni sul mercato rimandando a tempi migliori. A Pascale direttamente risultano invece intestati 6 immobili e 13 terreni fra cui quelli che compongono la tenuta di Trequanda nel senese dove l’ex fidanzata di Berlusconi è andata a vivere con la moglie Paola Turci.

appartamenti gestiti da francesca pascale 1 appartamenti gestiti da francesca pascale 1 Francesca Pascale Elly Schlein Francesca Pascale Elly Schlein silvio berlusconi francesca pascale (22) silvio berlusconi francesca pascale (22) silvio berlusconi francesca pascale (9) silvio berlusconi francesca pascale (9) silvio berlusconi francesca pascale silvio berlusconi francesca pascale

 

 

Condividi questo articolo

ultimi Dagoreport

DAGOREPORT - A MEDIASET NULLA SARÀ COME PRIMA: CON PIER SILVIO E MARINA AL COMANDO, TRAMONTA LA STELLA DEL GRAN CAPO DELL'INFORMAZIONE, MAURO CRIPPA (DA OLTRE 25 ANNI SOTTO L'ALA PROTETTIVA DI CONFALONIERI) - NELLA PROSSIMA STAGIONE TV, I CONDUTTORI-ULTRA’ CHE HANNO POMPATO I VOTI DI SALVINI E ORA TIRANO LA VOLATA ALLA MELONI (DEL DEBBIO, PORRO E GIORDANO) DOVRANNO DARSI UNA REGOLATA: PIER SILVIO VUOLE UN BISCIONE PLURALISTA - LO SCAZZO DI “PIERDUDI” CON PAOLO DEL DEBBIO - NICOLA PORRO, SE NON SI TOGLIE IL FEZ, RISCHIA DI PERDERE IL PROGRAMMA: LO STIPENDIO GLIELO PAGA MEDIASET, NON FRATELLI D’ITALIA - SILVIO NON C'E' PIU', CONFALONIERI HA 87 ANNI E CRIPPA INIZIA A PRENDERE CEFFONI: LA CACCIATA DELLA D’URSO E IL LICENZIAMENTO IN TRONCO DI DEL CORNO…

DAGOREPORT - I FRATELLINI D’ITALIA VARANO TELE-MELONI CON GIAMPAOLO ROSSI SEDUTO SULLA POLTRONA DI AMMINISTRATORE DELEGATO E SIMONA AGNES (IN QUOTA FORZA ITALIA) ALLA PRESIDENZA - ALLA LEGA, CHE VUOLE LA DIREZIONE GENERALE, NIENTE. SALVINI S'INCAZZA DI BRUTTO E SFANCULA I MELONI DI VIALE MAZZINI: LE NOMINE RAI RISCHIANO DI SALTARE A SETTEMBRE - LA DAGO-INDISCREZIONE DI UNA TRATTATIVA IN CORSO PER UN TRASLOCO DI FIORELLO A DISCOVERY NON HA FATTO PER NIENTE PIACERE (EUFEMISMO) ALLA MELONA. C’È UN ANTICO AFFETTO E SIMPATIA TRA FIORELLO E L’EX BABY SITTER DELLA FIGLIA OLIVIA DIVENTATA PRESIDENTE DEL CONSIGLIO. ED È SUBITO PARTITA UNA TELEFONATA DELLA MELONA AI “SUOI” DIRIGENTI RAI: IL SUO “FIORE ALL’OCCHIELLO” DEVE RESTARE IN AZIENDA A QUALSIASI COSTO…

DAGOREPORT - GIORGIA MELONI È AL SUO PIÙ IMPORTANTE BANCO DI PROVA: IL VOTO PER L’ELEZIONE DEL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE UE DEFINIRÀ IL SUO PROFILO INTERNAZIONALE. FARÀ UNO SCATTO DA STATISTA, METTENDO GLI INTERESSI ITALIANI AL CENTRO E VOTANDO PER LA RICONFERMA DI URSULA VON DER LEYEN O DIRÀ “NO, GRAZIE”, IN VERSIONE RAMBA DELLA GARBATELLA, SPINGENDO L’ITALIA IN UN MARE DI GUAI? - DAL MES AL PATTO DI STABILITA’, DALLA FINANZIARIA AL POSTO DA COMMISSARIO, CON BRUXELLES BISOGNERA’ TRATTARE: MEGLIO FARLO DA AMICO CHE DA NEMICO - LA SPINTA DI CONFINDUSTRIA, TAJANI E CROSETTO: GIORGIA, VOTA URSULA…

DAGOREPORT - DOPO LA CONFERENZA STAMPA AL VERTICE NATO, BIDEN HA PARTECIPATO A UNA CONFERENCE CALL CON BARACK OBAMA, IL LEADER DEI DEMOCRATICI AL SENATO, CHUCK SCHUMER, E LA GOVERNATRICE DEL MICHIGAN, GRETCHEN WHITMER. I TRE SONO STATI PIUTTOSTO ASSERTIVI NEL FAR CAPIRE A BIDEN CHE LA SITUAZIONE È PRECIPITATA: SE NON FARÀ UN PASSO INDIETRO, I GOVERNATORI DEMOCRATICI NON MANDERANNO I LORO DELEGATI ALLA CONVENTION DEMOCRATICA, PREVISTA DAL 19 AL 22 AGOSTO A CHICAGO: UN CHIARO ATTO OSTILE PER SABOTARE LA CANDIDATURA - DIETRO LA LETTERA DI CLOONEY C'E' LA MANO DI OBAMA CHE DOMANI PARLERA' AGLI AMERICANI...

L’ESTATE SI CONFERMA LA STAGIONE PIÙ CRUDELE PER LE CELEBRITÀ! - DOPO TOTTI-BLASI, AMENDOLA-NERI, MARCUZZI-CALABRESI, BONOLIS-BRUGANELLI, FEDEZ-FERRAGNI, DAGOSPIA È COSTRETTA AD ANNUNCIARE LA SEPARAZIONE DI CHECCO ZALONE DALLA COMPAGNA MARIANGELA EBOLI - I DUE STAVANO INSIEME DAL 2005, ANNO IN CUI IL COMICO PUGLIESE ESORDI' SUL PALCO DI ZELIG OFF - IN BARBA ALLA LORO IDIOSINCRASIA PER IL BARNUM DEL FLASH, SULLA COPPIA CIRCOLAVANO DA TEMPO VOCI DI CRISI. IL SIPARIO SI È DEFINITIVAMENTE ABBASSATO ALCUNI GIORNI FA QUANDO CHECCO, ALL’ANAGRAFE LUCA PASQUALE MEDICI, SI È PRESENTATO NELLO STUDIO DI UN AVVOCATO DI ROMA PER ATTIVARE LE PRATICHE DI FINE RAPPORTO (MALGRADO LA NASCITA DI DUE BAMBINE, NON HANNO MAI TROVATO LA STRADA VERSO L’ALTARE PER IL FATIDICO “SÌ”)